Le pagelle di Torino – Empoli 0-0

0
123

Sharing is caring!

HART 6.5: Mai veramente impegnato, appare però molto attento e reattivo su un paio di tiri cross e nelle uscite di pugno. Qualche incertezza con la palla tra i piedi, ma appare in decisa crescita rispetto a Bergamo, soprattutto per una maggiore intesa coi compagni di reparto.

DE SILVESTRI 5.5: Prende una botta in testa nel primo tempo, che gli crea fastidio tutta la gara. Appare però meno brillante del solito, e anche se in fase difensiva non concede quasi nulla, mancano i suoi inserimenti in avanti.

BOVO 6: Inizio un po’ sottotono, poi cresce col trascorrere dei minuti. Bene nel duello tra veterani con Gilardino, cresce l’intesa con Castan e Hart, prova anche a colpire in fase offensiva ma le sue conclusioni non sono mai pericolose.

CASTAN 6: Continua il percorso di recupero per l’ex giallorosso, che guida bene la linea difensiva, disputa una gara attenta e sicura, senza assumersi grossi rischi e senza mai strafare. Non commette sbavature, a parte un piccolo malinteso con Hart, quando lascia scorrere un pallone alle sue spalle su cui per poco non si avventa Pucciarelli.

MOLINARO 5: Giornata poco fortunata: si fa ammonire per uno sciocco fallo di reazione su Tello ed è costretto ad uscire in barella dopo mezz’ora per colpa di un infortunio al ginocchio che appare serio.

31′ BARRECA 6: Entra a freddo in sostituzione di Molinaro e al suo debutto in A, non sfigura. Soffre la prima mezz’ora della ripresa, quando Martinez non si abbassa mai a dargli una mano, ma a parte un paio di inserimenti di Laurini, se la cava.

ACQUAH 5,5: Nel primo tempo infiamma il pubblico con uno dei suoi “strappi” quando da solo sfonda la difesa empolese e, dopo un triangolo con Falque, mette a lato di testa da buona posizione. Per il resto è il solito Acquah: buon lavoro in fase di interdizione, grande capacità di “sporcare” i fraseggi degli ospiti, ma molto confusionario e impreciso quando si tratta di sostenere l’azione d’attacco.

VALDIFIORI 5.5: Difficile fare il regista o dettare i tempi di gioco, in una squadra che cambia ogni domenica, che gioca con due debuttanti in A, che ha un centrocampo molto fisico ma poco propositivo. Pur con tutte queste attenuanti, l’ex di turno disputa una partita senza squilli, abbastanza “piatta” ed incolore.

OBI 6.5: “Apre” il match con un tiro dal limite che chiama Skorupski alla deviazione in angolo. Nel primo tempo è certamente uno dei più positivi, per intraprendenza e generosità, recupera diversi palloni e si propone sempre in appoggio ai compagni. Nella ripresa si spegne lentamente, e dopo mezz’ora lascia il posto a Baselli.

72′ BASELLI: s.v.

FALQUE 5.5: Domenica sottotono, in cui quasi mai riesce a trovare la giocata giusta, e paga la poca intesa con i compagni di reparto di lingua spagnola.

65′ ZAPPACOSTA 5.5: Entra in campo in un momento complicato nella posizione, per lui insolita, di esterno alto nel tridente. Nervoso, si fa ammonire dopo nemmeno un minuto, e nonostante l’impegno combina ben poco.

BOYE’ 6.5: Un ottimo primo tempo, in cui lotta, conclude verso la porta avversaria, si muove tantissimo  e si propone. Nella ripresa cala molto d’intensità, viene un po’ abbandonato dalla squadra e fatica a toccare il pallone.

MARTINEZ 5: Purtroppo la “solita” prestazione alla Martinez: inconcludente, fuori dal gioco, mai uno spunto, mai una conclusione pericolosa. Vive ai margini della partita, e la cosa peggiore è che non dà mai l’impressione di fare “qualcosa in più del necessario” per farsi notare.

ALL. LOMBARDO 6: Una prima panchina in A non indimenticabile, per l’ex “Popeye” del calcio italiano. Troppe assenze, e troppi giocatori non al meglio della condizione, a cui vanno aggiunti i problemi di una squadra nuova, che non riesce mai a schierare la stessa formazione per due turni consecutivi. Qualche dubbio sull’iniziale centrocampo muscolare del Toro, viene spazzato dal brutto spezzone di Baselli.
EMPOLI (3-5-2):

Skorupski 6.5 – Laurini 5.5 – Bellusci 6.5 – Costa 6 (44′ Barba 6.5) – Pasqual 6 – Tello 5.5 – Mauri 6 (56′ Diousse 6) – Croce 6 – Saponara 6 (75′ Krunić 6) – Gilardino 5.5 – Pucciarelli 5.5 -ALL: Martusciello 6

 

ARBITRO, sig. CHIFFI 6: Direzione nervosa, a volte troppo fiscale, spezzetta molto il gioco, ma vede bene in tutte le situazioni più importanti, e non lascia spazio per recriminazioni.

 

1 commento

  1. Ma il cambio Falque-Zappacosta chi l’ha fatto? Se l’ha fatto Sinisa è da crisi schizofrenica (esattamente la scelta opposta dei match in trasferta con Milan e Atalanta), se l’ha fatto Lombardo, stasera Miha lo picchia.

  2. presumo che ci sia un caos tale che nn ci capisce neanche lui. Mi domando a cosa servono i ritiri oltre che al fisico e se esiste qualcuno dello staff che sappia quali giocatori prendere e a che gioco giocare, sembra che si pigliano giocatori a muzzu che poi non hanno ricambi e manco compatibilità col gioco, si prende per far numero.

  3. io inizio a dubitare in senisa, e’ presto ma fino a oggi ……non legge mai la partita nei cambi, grande carisma, indiscutibile, vediamo una squadra con piu’ voglia ma hai ragione Corti anche a Bergamo va’ bene straosare ma se perdi a 10 min dalla fine, oggi Falque magari anche solo per una punizione o per una giocata estrosa con la pochezza dell attacco attuale non lo puoi sostituire

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui