Le pagelle di Torino – Fiorentina

0
40

Sharing is caring!

HART 7: Bravo su Kalinic nel primo tempo, e su Borja Valero nella ripresa, risponde “presente” ogni qualvolta è chiamato in causa. Bravo anche con i piedi, dimostra di essere una sicurezza tra i pali.
ZAPPACOSTA 6,5: Inizia bene, con un bel cross e una conclusione da fuori area che sfiora l’incrocio dei pali. Nella ripresa si preoccupa maggiormente di controllare Milic e limita al minimo le sue avanzate.
ROSSETTINI 6: L’inizio è un po’ complicato, con Kalinic che lo porta spesso fuori zona e lo mette in difficoltà nell’uno contro uno. Poi con il trascorrere dei minuti, prende le misure e disputa una buona gara. Nel finale è sorpreso da Babacar che lo sovrasta nello stacco aereo, ma è tutta la linea difensiva che si muove male, lasciando due contro due i centrali granata contro le punte viola.
CASTAN 6: Primo tempo di grande sofferenza: appare distratto, impacciato, commette errori insoliti per lui, sia in marcatura che in fase di possesso palla. Nella ripresa sale decisamente di livello, e nel finale è certamente tra i migliori nell’impedire alle punte ospiti di avere palloni giocabili. Anche lui è coinvolto nell’errore che costa il gol di Babacar, ma la sua prova, seppur non a livello delle più recenti, è positiva.
BARRECA 6,5: Ha un cliente difficile come Bernardeschi, eppure gli concede davvero il minimo. Sorprende per il coraggio e la faccia tosta con cui gioca, non ha paura dell’uno contro uno, si spinge in avanti quando ha spazio senza mai esitare, sforna assist, va anche alla conclusione. Si conferma un talento di sicuro avvenire.
ACQUAH 6,5: Una delle migliori prestazioni in maglia granata: per una volta, non usa solo i muscoli, ma anche la testa, facendo pesare la sua forza fisica contro un centrocampo leggero come quello della Fiorentina. Recupera un sacco di palloni, li gestisce in maniera intelligente, è sempre pronto ad inserirsi in appoggio alle punte. Se riuscisse a giocare sempre con questa maturità, potrebbe diventare un’arma in più di questo Toro.
VALDIFIORI 6: Primo tempo veramente anonimo: poca copertura in fase difensiva, latitanza nell’impostazione del gioco, appare spesso lontano dal vivo del gioco e sbaglia banalmente alcuni passaggi piuttosto semplici. Va all’intervallo dopo qualche fischio e parecchi mugugni del popolo granata, ma nella ripresa appare decisamente un altro Valdifiori: più rapido nel giro palla, più reattivo e attento nella protezione della linea difensiva, bravo a chiudere centralmente ogni varco e a lanciare i compagni negli spazi.
BENASSI 7: Onora al meglio la fascia di capitano con una prova gagliarda a tutto campo. Attacca, difende, recupera: si esalta contro uno dei centrocampi migliori della serie A, e segna la sua prima rete stagionale con un bell’inserimento in area.
42′ s.t. BASELLI: s.v.
IAGO FALQUE 7: Il più “prezioso” del tridente offensivo, anche perchè quello che ha le maggiori attitudini al ripiego e al contenimento. Eppure, nonostante l’enorme lavoro che fa, mantiene una lucidità straordinaria quando ha il pallone tra i piedi, sapendo sempre fare la scelta migliore. Timbra il terzo gol in una settimana con una splendida azione personale, ed esce tra gli applausi del pubblico.
27′ s.t. MARTINEZ: s.v.
BELOTTI 6: Non una delle sue prestazioni migliori, perchè soprattutto nel primo tempo, fatica ad arrivare alla conclusione, se si esclude una girata di testa sul primo palo. Decisamente meglio nella ripresa, quando aiuta la squadra con ripiegamenti, sponde per i compagni e partecipa di più al gioco. Nel finale, con la fascia di capitano al braccio, strappa gli applausi per la generosità con cui va a guadagnare fallo nella posizione di terzino sinistro, dove era andato per coprire l’avanzata di Barreca: un vero “cuore Toro”.
BOYE’ 6: Ha una forza fisica impressionante, quando si mette in moto è quasi sempre inarrestabile. Si sacrifica tantissimo in copertura dalla sua parte, tanto da uscire sfinito, ma quando prende palla, i difensori viola non riescono a togliergliela quasi mai. Grande protezione della palla, gran dribbling: appena imparerà ad essere più cattivo sotto porta, diventerà un sicuro “crack” del campionato.
14′ s.t. LJAJIC 6: Ritrova il campo dopo più di un mese, e anche se la condizione non è ancora al massimo, gioca una buona mezz’ora, nella quale si mette in mostra per alcuni preziosismi, che aiutano a far trascorrere i minuti finali, a guadagnare punizioni e calci d’angolo. Ora avrà la sosta a disposizione per recuperare la miglior forma.
ALL. MIHAJLOVIC 6,5: Non sarà mai un Toro dal gioco spumeggiante e dominante, ma le conoscenze che il tecnico ha infuso alla squadra, sono quelle classiche del DNA granata: grande pressione sugli avversari, recupero palla alto, ripartenze veloci, ed in generale, un atteggiamento sempre molto aggressivo che piace al pubblico. E l’impressione, è che quando quei tre davanti saranno al massimo della condizione, questa squadra possa diventare pericolosa anche per tante “big” del campionato.
FIORENTINA (3-4-2-1):
Tatarusanu 6 – Tomovic 6 – Astori 5,5 – Salcedo 5,5 – Bernardeschi 6 (dal 23′ s.t. Babacar 6,5) – Sanchez 7 – Badelj 5,5 (dal 23′ s.t. Vecino s.v.) – Milic 6,5 – Ilicic 5 (dal 1′ s.t. Zarate 5,5) – Borja Valero 6 – Kalinic 5,5 – ALL. Paulo Sousa 6
ARBITRO, sig. CALVARESE 6,5: Atteso come una sciagura dal popolo granata, dirige invece bene, una gara sostanzialmente corretta. Sempre vicino all’azione, vede sempre bene in ogni situazione, ed è ben assistito dai propri collaboratori.

1 commento

  1. Contrariamente a Giorgio (autore delle pagelle) vedo un Toro con gioco spumeggiante come un buon prosecco, non solo in attacco e con le ripartenze, ma anche nelle rimesse in attacco (che giocate a fine gara per tener palla!!) e i difesa, una spuma grintosa!!! Ma quanto mi diverto!

  2. sono controcorrente, da Zappacosta pretenderei molto di piu’, a volte tecnicamente e’ imbarazzante, ok la prestazione in globale ma deve migliorare,

  3. Grande prestazione di Acquah, corsa posizione e persino una verticalizzazione vellutata per Belotti e nessuna ammonizione o vaccata : voto 7 come minimo!!

    Bravo Zappacosta, probabilmente la miglior partita del suo biennio granata, meglio lui dell’attuate De Silvestri.

    Belotti generoso ma ben marcato, utile come sempre, un 6,5 se lo merita.

    Falque: assist al bacio, oltre al gol e al grande sacrificio in difesa: almeno 7,5, migliore in campo!

  4. Belotti 7, un leone per tutta la partita

    Sinisa 7, la viola è + forte di noi e l’abbiamo battuta

    il gioco spumeggiante c’è eccome, proviamo sempre ad attaccare e non ci arrocchiamo mai in difesa nemmeno contro squadre come roma e fiorentina a noi superiori…

  5. a me nn convince acquah, zappa spero che migliori perchè questo zappa è mediocre. Ho notato barreca che va al tiro anche se in tribuna è un buonissimo segno

  6. l’importante è vedere cambiato l’atteggiamento in campo: si gioca per vincere e non per difendersi come tutto il campionato scorso

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui