Il Toro che vogliamo

0
57

Sharing is caring!

Dopo le ultime tutt’altro che esaltanti prestazioni del Toro, la partita contro l’Inter si presenta molto problematica, sia perché i nerazzurri stanno attraversando un eccellente periodo di forma,  sia perché sono fortemente motivati a raggiungere una posizione in classifica che valga la qualificazione alla prossima Champions League. I granata invece non hanno più nulla da chiedere al campionato perché tutti gli obiettivi della stagione sono sfumati, ma debbono offrire una prova d’orgoglio.

Il Mister parte come sempre con il 4-3-3 e schiera in porta Joe Hart, Zappacosta e Molinaro sulle fasce, Rossettini e Moretti centrali. A centrocampo si rivede dal 1° minuto Afriyie Acquah con Baselli e Lukic. In attacco Iturbe, il Gallo Belotti e Ljajic. I granata sfoderano una prestazione entusiasmante, tanto da far ricordare il Toro d’inizio stagione che ci aveva illusi e poi disillusi, in conseguenza di partite perse malamente, ed infine rammaricati perché se il Toro avesse giocato sempre come contro l’Inter la sua posizione in classifica sarebbe senz’altro migliore, molto probabilmente sentirebbe odore d’Europa.

La partita è vibrante e molto sentita in campo e sugli spalti (l’Olimpico Grande Torino offre un bellissimo colpo d’occhio), ma è l’Inter a passare in vantaggio con quel Kondogbia che già l’anno scorso aveva segnato contro i granata regalando la vittoria ai nerazzurri. La rete interista nasce da una distrazione della difesa, più che altro da una papera di Hart che non riesce a trattenere la palla calciata senza forza eccessiva. Il portiere inglese si era dimostrato incerto in due precedenti occasioni quando, anziché bloccare la palla, aveva respinto con i pugni creando un pericolo sventato dai suoi difensori, che sono stati bravi a mantenere la calma nonostante l’incertezza del numero uno. Nell’arco di cinque minuti su un corner calciato da Ljajic, Moretti deviava di testa la palla in direzione dello smarcato Baselli che non aveva problemi ad insaccarla: 1 – 1.

Alla ripresa del gioco il Toro ritornava in campo con gli undici del 1° tempo, nonostante Mihajlovic avesse fatto scaldare Boyé in predicato di sostituire un Ljajic che non seguiva le direttive dell’allenatore, e che aveva avuto uno screzio con il medesimo.

Al 14° i granata andavano in vantaggio; Il Gallo Belotti appoggiava per Iturbe che a sua volta serviva Acquah che al volo lasciava partire un tiro bellissimo e imparabile. Ma dopo tre minuti i nerazzurri conseguivano il pareggio, ancora una volta in conseguenza di una papera del portiere inglese che usciva a vuoto su un traversone dalla sinistra di Ansaldi, consentendo così a Candreva d’insaccare.

Al 40° Mihajlovic passava al 4-2-4 inserendo Maxi Lopez al posto di Baselli, ma la mossa del tecnico non sembrava opportuna perché l’Inter con Perisic aveva la possibilità di segnare e molto probabilmente tornare a casa con una vittoria, tanto importante per la sua corsa ad un piazzamento per la Champions, ma il calciatore croato sprecava malamente due  buone occasioni.

Dei granata scesi in campo contro l’Inter solo due non hanno meritato la piena sufficienza: Hart per le due parere incredibili, perché i due interventi da fuoriclasse del nazionale inglese non sono sufficienti per cambiare il giudizio sulla sua prestazione, e il solito Ljajic che proprio non riesce a calarsi nella realtà granata, tanto da chiederci se è il caso di confermarlo. Iturbe è partito alla grande facendo vedere gli scatti di quand’era al Verona, ma è andato via via spegnendosi lasciando il suo posto a Iago Falque, che nei 25 minuti giocati non è mai entrato nel vivo del gioco.

Per contro tutto il resto della squadra ha giocato alla grande; si è visto finalmente un ottimo Baselli, al di là del gol segnato; Acquah, oltre al tiro della domenica, ha sviluppato un gran gioco come Lukic, che è destinato a diventare un perno del centrocampo granata. I ”senatori” Moretti e Molinaro, alla loro grande esperienza hanno fatto seguire una prestazione eccellente. Zappacosta ha spinto sulla sua fascia di competenza con continuità e determinazione e il Gallo Belotti ha corso, ha lottato, ha cercato palloni da smistare ai compagni, come nell’occasione del gol di Acquah, e ne ha prese tante, ma il Direttore di gara, il signor Banti di Livorno, ha lasciato che i nerazzurri proseguissero nella loro aggressività senza estrarre cartellini gialli.

Anche Rossettini e Boyé meritano una citazione; il primo ha giocato una buonissima partita, e il secondo ha fatto paura ad Handanovic, appena dopo essere entrato al posto di Ljaijc, ma la sua conclusione è stata stoppata da Kondogbia.

E Mister Mihajlovic? Forse si intestardisce troppo nel voler vincere le partite a tutti i costi, perché rischia, come è successo contro l’Inter, di perdere una partita che la sua squadra aveva giocato alla grande.

1 commento

  1. Ma dove sono stati  giocatori nelle ultime settimane, negli ultimi mesi? Booohhh!!! E pensare che non ce n’era uno dico uno che fosse arrivato nel mercato di Gennaio! Tutti presenti e già disponibili da Giugno scorso! E allora? Allora cos’è cambiato in alcuni di loro (dico alcuni perché altri, come Ljajic, NIENTE è cambiato, purtroppo, ma lo vediamo meglio nell’altro articolo….)? Mah…..Questo, anzi, ANCHE questo è il bello del calcio, no? Giocatori che sembrava finiti e che invece tirano fuori prestazioni eccellenti….. Giocatori che sembravano in preda ad una involuzione che invece improvvisamente si riprendono e ti tirano fuori una prestazione eccellente! Ma siamo davvero sicuri che sia così? O piuttosto non sia stato UN CASO la prestazione di Sabato? Eh, dura stabilirlo ESATTAMENTE! Eppoi dai, si sa che tanto ci sarà sempre chi dirà una cosa e chi invece dirà l’opposto, chi darà i meriti a questo e chi invece a quello…… Alla fine resta solo la prestazione, la gioia per aver visto finalmente una partita di calcio giocata anche dai nostri, ed un po di rammarico per non averle viste di partite così per troppo tempo! Quello che si è sempre detto, almeno io ed altri, è che ciò che davvero si vuole è vedere un Toro che giochi da TORO, sempre, sia in casa che fuori, sia che sia contro l’ultima oppure contro la prima! Un Toro CON GLI ATTRIBUTI, SENZA PAURA, ma che anzi METTA PAURA!!! Forse per questo mi è piaciuto subito Sinisa, perché ha fatto sue ripetendole ad ogni intervista proprio queste parole! E forse, dico forse, SE e QUANDO riuscirà a trasmetterle, a trasferirle nel DNA dei sui/nostri giocatori, allora SI‘ che vedremo IL TORO DA PAURA, il TORO CHE METTE PAURA agli avversari, quello che quando entrerà un’altra punta sarà PER VINCERE DAVVERO le partite! Ed allora avremo, forse, anche noi quel segnale che nel Grande Torino di Capitan Valentino Mazzola fece il giro del mondo, che lo fece diventare TREMENDISMO GRANATA: il mitico trombettiere del Fila, Oreste Bolmida, che suonava “la sveglia” e Valentino Mazzola si tirava su le maniche…..Era il segnale che NON CE N’ERA PIÙ PER NESSUNO! Ho un sogno….Il sogno di avere anche noi, che quegli anni e quella squadra e quei gesti non abbiamo potuto vederli e conoscerli dal vivo, un segnale, un gesto che dica al mondo ECCO! ATTENZIONE CHE DA ADESSO NON CE N’E’ PIÙ PER NESSUNO! E se quel gesto fosse far entrare un’altra punta gli ultimi 15minuti? 🙂 ….. 

    FVCG! SS! E COMUNQUE!!

  2. Grande Bertu !!!!Nonntorneranno più gli anni di Oreste Bolmida o delle Leggende. Ma sono sicuro che almeno annate come 84/85 oppure 91/92 o 92/93 almeno quelle torneranno con un Toro capace di spaventare chiunque e divertire. Ci siam molto vicini grazie a Sinisa e ai giocatori. Già ora spaventiamo almeno in casa tutti gobbi inclusi. Se a Giugno Cairo non fa minchiatr e rinforza la difesa senza cedere nessuno sarà Sinisa a portare la mentalità a giocarsela anche fuori casa. E su Liaic non sarei tanto negativo visto che lo zampino nei gol lo mette molto spesso anche con L Inter L ha fatto Forza ragazzi !!!

  3. Applausi a scena aperta al mitico Acquah e al grande Moretti e X una volta applaudo anche Molinaro oltre che L ottimo Lukic di questi tempi

  4. Scusate REDAZIONE ma lo scopo di questa analisi…?? la Partita la abbiamo vista tutti……!!! Sotto sotto sembra fatta apposta per tirare fuori le solite critiche al Mister che arrivano puntualmente ad ogni vostra pagella settimanale.!!!! la Colpa sarebbe aver cercato di vincere la partita??? forse era meglio quel “mister” dei 1000 passaggi indietro e dei 2 tiri in porta a partita???? Perderla o vincerla non ci cambiava la classifica di tanto visto che oramai siamo senza obbiettivi allora perché non rischiare ??? Mi sembra che oramai anche voi siete nel limbo di dove ci ha portato questo presidente…..nella mediocrita di una qualsiasi provinciale…!!!! e vi ripeto la domanda…….. a quando una bella analisi su questa società e su questo presidente…?? una società SERIA….dopo il trattamento del GALLO durante la Partita almeno dovrebbe farsi sentire e proteggere un proprio giocatore invece ci facciamo come al solito prendere per il culo…!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. bravo djordy…sottolineiamo bene questo lukic…

    sta prendendo sempre più coraggio con ottime giocate…fa qualche errore ma per me è già un titolarissimo..corre, picchia, suda e interpreta bene il suo ruole…IL REGISTA FINALMENTE!!!

  6. io voglio un TORO SENZA PETRACHI.

    avelar 8 presenze, 343 minuti……2,5 milioni al cagliari. 500 mila netti a lui x 2 anni, con le tasse sono 1,8 lordi.

    totale 2,5+1,8 = 4,3 milioni x 343 minuti.

    barreto e larrondo. 1,3 + 3,55 milioni x i cartellini. ingaggi 700mila x 2 anni larry, 800 x 2 barry. al lordo sono 2,52 + 2,88.

    totale 10,25 milioni. X avere 2 anni larry e barry.

    Ma ci rendiamo conto che questi errori pesano sui risultati e pesano sui conti ?

    ma che raccomandazione ha sto petrachi ?

    possibile non ci sia un diesse che vada da cairo e gli dica: ascolta piglia me che faccio meglio di quel tizio ?

     

     

  7. Il fatto è che poi esce sempre fuori questa storia di Belotti comprato a 8,5 mln un anno mezzo fa. Eccola la raccomandazione! Novantunomilionicinquecentomilaeuro di plusvalenza in 18 mesi su un solo giocatore, bastano e avanzano perché Cairo si faccia una bella risata su di te e il tuo aspirante Diesse.

  8. Grande impresa per chi si accontenta di gestire un pollaio di allevamento per grandi squadre. Da 25 anni aspettiamo una finale di EL e da 41 uno scudetto, per una squadra che soparannominavano “gli invincibili” è davvero troppo poco e i suoi tifosi non lo meritano, cotruiamo qualcosa di decente, mezza squadra c’è, pensiamo all’altra metà, le plusvalenze arriveranno dopo, e ancora più consistenti.

  9. Mi sfugge dove sia la grande impresa fatta non da 1 ma da tutte le socieà di calcio negli ultimi…..Hummm.. quanti sono? 6 anni?? Da 6 anni lo scudetto lo vince la GGIUVE, l’ultima coppa Uefa/Europa-League  l’ha vinta il Parma (quello di Tanzi, scandalo PARMALAT per intenderci…)  nel 1999, l’ultima coppa Campioni invece l’Inter del triplete…… Se poi invece parliamo di Coppa Italia, allora vediamo che nelle ultime 15 edizioni l’ha vinta O chi ha poi vinto anche lo scudetto (I Gobbi maledetti…) oppure gli eterni secondi o terzi o quarti nel campionato, cioè Inter Lazio Napoli Roma…..ALLORA, di cosa stiamo parlando? Di squadre comprimarie? Beh se è così ce ne sono quante, in un campionato a 20 squadre dove A VINCERE davvero qualcosa sono SEMPRE SOLO le stesse 4,5? La gestione di un allevamento di polli a ben vedere lo fanno poi TUTTI i club, perché non mi risulta che sia consuetudine per i giocatori indossare SEMPRE E SOLO UNA MAGLIA fino alla fine dei loro giorni!!! Credo anzi che ci sia stata un po di tempo fa addirittura una sentenza della Corte di Giustizia Europea  Tribunale a proposito del contrario, cioè la possibilità che ogni calciatore in scadenza di contratto potesse gratuitamente trasferirsi in un altro club a sua scelta! Quindi è ovvio (per chi lo vuol vedere…) che è anche nell’interesse dei club monetizzare il passaggio prima che venga comunque fatto a costo zero!!!     Il peccato sta negli occhi di chi guarda con malizia...Questo (ed altro…) si diceva una volta, quando c’era chi, prima di parlare, rifletteva…..

    FVCG!!

    SEMPRE!!

    E COMUNQUE!!!

  10. a marco corti rispondo che petrachi non li voleva pagare gli 8,5 milioni x belotti in quanto erano troppi. E’ stato ventura che è andato da cairo a convincerlo sennò se dipendeva da petrachi il gallo non sarebbe mai venuto al TORO.

    Ma a parte questo le plusvalenze di (1 volta nella storia ) questo tipo van bene alla società e al presidente.

    Al torino, se vogliamo andare in europa, ci vogliono i risultati sportivi caro kamillo, e quelli li ottieni non sbagliando 4 operazioni di mercato su 5 come fa petrachi. http://torinotransfers.blogspot.it/2016/12/gianluca-petrachi-plus-minus.html

    Un nome ?

    Uno qualsiasi che sta in A.

    Petrachi è il peggiore: ha entrate da 8 posto e il toro non è mai arrivato 8 in 12 anni tranne che nel 2014. Una qualche responsabilità l’avrà dico io. O è colpa amia ?

  11. mi ricordo quando al TORO arrivò maurizio casasco come direttore generale (che il 90% del forum neppure sa chi sia).

    Lo conoscevano in pochi.

    Fu un grande uomo che lavorò per il toro a 360° gradi e faceva anche il mercato oltre che gestire il Toro.

    Voglio dire che non è obbligatorio prendere uno che abbia fatto il ds.

    Puoi anche andare a prendere uno che si sia distinto in altra attività professionale, che sappia le lingue e che sappia gestire una trattativa. Del resto se il ds lo ha fatto petrachi che viene dalla C, lo può fare pure un neolaureato coi massimi dei voti in qualche prestigiosa università. Ma lo devi pagare. Non è che lavora gratis per gli occhi belli di cairo.

  12. Marjanovic, la plusvalenza Belotti è la più clamorosa, ma ce ne sono altre belle sostanziose. I nomi sono quelli che conosciamo tutti (Glik, Maksimovic, Darmian, D’Ambrosio,Peres, persino Martinez, senza considerare qualcun altro ancora in forza da noi). Se può essere vero che ne azzecca 1 su 5, ti dimentichi sempre che quell’1 su 5 ha finito per creare il famoso tesoretto nelle casse della società. Ovvero, i soldi guadagnati superano di gran lunga quelli persi. Dunque, se Cairo è un fottuto taccagno approfittatore, Petrachi sarà pure il suo degno compare, ma il suo lavoro lo sa fare eccome per quello che vuole il nano. Poi possiamo discutere, al solito, sul fatto che noi desideriamo risultati sportivi e non plusvalenze, discutendo sempre sul fatto che i risultati ottenuti non ci bastano ma sono i migliori degli ultimi 25 anni, ed anche sul fatto che in mezzo a tanti brocchi e mezzi giocatori abbiamo visto pure un sostanzioso numero di nazionali che una volta neanche se ne parlava.

  13. Ma perchè, a Voi risulta che Cairo abbia bisogno di un Direttore Sportivo? E da quando? Nelle aziende si trovano gli yes man, persone pronte a negare il proprio padre e la propria madre per rispondere pienamente agli ordini impartiti dal supremo capo. Il Direttore Sportivo, invece, è funzionale ai fini e ai progetti di una società calcistica. E la squadra di Cairo è lontana anni luce dall’essserlo.

    Nella e con la speranza di vederti andare via dal Toro: Cairo vatteneeeeeee!!!.

    SSFT

     

  14. marco corti se non capisci che da un punto di vista SPORTIVO (LEGGI I RISULTATI) la gestione petrachi non ti porta ai primi 7 posti non so che farci. Io i disegnini non li so fare.

    Tu insisti con plusvalenze e risultati economici ma non di solo quello si vive: contano, certo, c’è il  FFP (financial fair play) ma servono anche i risultati sportivi. E in quelli facciamo pena (un 7° posto record e 9 volte dopo il 10° posto)

  15. Marjanovic, i disegnini non li sai fare, ma pure a leggere i post altrui non te la cavi tanto bene.

    Ho scritto: discutiamo se vuoi dei risultati sportivi, è assolutamente lecito che questi non ti vadano bene, (“facciamo pena” è discutibile, però è un punto di vista come un altro) ma visto che insisti sul fatto che Petrachi ha solo buttato via i soldi, io ti rispondo che non è così, che ciò che sostieni è facilmente smontabile leggendo le cifre.

  16. larrondo e barreto 10 miliioni tra ingaggio e cartellini non è buttare via i soldi ?

    sanchezmino comprato a 3,2 e venduto a 1,2 non è buttare via i soldi ?

    farnerud comprato a 1,8 e andato via a 0€ non è buttare via i soldi ?

    bascha comprato 1,15 e andato via a 0 non è buttare via i soldi ?

    gillet comprato a 2 e venduto a 0,2 non è buttare via i soldi ?

    meggiorini comprato a 1,92 e andato a 0€ non è buttare via i soldi ?

    bellomo comprato a 1,8n e venduto a 0,8 non è buttare via i soldi ?

    i prestiti pagati di migliorini, menga, santana, ruben perez, elkaddouri, immobile non è buttare via i soldi ?

    mi arrendo

  17. Premesso che con diversi dei giocatori da te menzionati i risultati sportivi si sono ottenuti eccome, dalla promozione in serie A al raggiungimento dell’Europa League, resta il discorso che si possono sbagliare delle operazioni come le sbagliano tutti, che questi sbagli possono essere tanti, ma sono abbondantemente compensati dalle operazioni riuscite, testimonianza ne è l’attivo delle casse societarie. Abbiamo avuto diversi DS molto più celebrati di Petrachi che con noi hanno combinato assai meno, sia a livello di risultati sportivi che economici.

  18. Siamo sempre alle solite, chi gioisce per le vittorie sul campo, chi sulle plusvalenze, se i 100 per il Gallo fossero gestiti da competenti sarebbe l occasione per fare il salto di qualita’,  ma poi lo vogliono veramente???? Iturbe in prestito con riscatto a un prezzo pazzesco per una mezza cartuccia e Carlao in un mercato di riparazione dove serviva una svolta fanno capire che anche i prossimi anni saranno contenti solo quelli che si esaltano nel vedere incrementare la refurtiva

  19. Stiamo trattando Goldaniga…………incredibile….io prenderei anche Gonzalez…Morganella,,,Cionek e come portiere Posavec,,,,,,, difesa gia’ affiatata e collaudata………………crescita continua e inesorabile

  20. Il fatto è che ciascuno evidenzia ciò che fa più comodo al proprio discorso, tralasciando o minimizzando quello che invece lo contraddice. Ad esempio, Farnerud al suo primo campionato non ha fatto male per niente, risultando utile anche al raggiungimento dell’EL con 4 gol e diversi assist. Di Larrondo nessuno dice che si è rotto un piede in uno scontro di gioco, che il suo unico gol (in 5 partite giocate) alla Fiorentina  ci è valso la qualificazione proprio all’EL, e che attualmente gioca nel River Plate, l’anno scorso 10 gol in 16 partite col Rosario Central. El kaddouri sono stati soldi buttati? E Immobile? (Li hai fatti tu questi nomi).

  21. marco corti

    dici che gli sbagli  sono abbondantemente compensati dalle operazioni riuscite, testimonianza ne è l’attivo delle casse societarie.

    Economicamente sarà come dici tu.

    Ma sportivamente è come dico io:  a fronte di un fatturato da 7-8° posto costante quando siamo stati in A, soltanto un 7° posto e 10 piazzamenti oltre il 10° posto.

    Sportivamente petrachi non è in grado di farci arrivare in zona europa come il nostro fatturato imporrebbe.

  22. babbeo, conosco l’ammortamento.

    ma so che 4 giocatori su 5 presi da petrachi poi vengono venduti a un prezzo + basso.

    Se ti sembra un successo….

     

  23. se replichi in questo modo mi sa che non lo sai assolutamente cosa siano le quote di ammortamento…..e poi babbeo sarai tu….. ignorante.

  24. ma a me mihajlovic sta bene..ma non è che che ci dobbiamo prendere anche tutti i giocatori che finiscono in IC..per non parlare dei tifosi che finiscono in IC..se parlassero di lattuga e/o barba di frate sarebbero più competenti che parlare di gestione societaria..

  25. Quindi le ennesime innumerevoli inesattezze. Petrachi, inizialmente affiancato a Rino Foschi, diventa Ds a tutti gli effetti nel gennaio 2010, quindi sono 7 le sue stagioni e non 11. Alla sua prima sessione di mercato in serie B, il Toro passa dalla zona retrocessione alla finale playoff, direi che se l’è cavata bene. Sbaglia il secondo anno nella stagione di Lerda. Il terzo anno siamo promossi in A, quindi direi che è stato bravo. Primo anno di A, solo salvezza, compra Cerci ma ci salviamo a stento, quindi sono 2 stagioni sbagliate. L’anno dopo è EL, Immobile capocannoniere, 7° posto. L’anno dopo ancora arriviamo agli ottavi in EL, e finiamo 9° a 2 punti dalla Samp che va (ed esce subito) in Europa. Non mi pare sotto il 10° posto. L’anno scorso prende tra gli altri Belotti, Baselli e Zappacosta, finiamo 12°. Diciamo 3 stagioni sbagliate ma sul suo operato ci sarebbe da discutere eccome. Infine quest’anno, tu dai per scontato che arriviamo sotto il decimo posto, ha preso Hart, Ljajic, Falque, Castan, Iturbe, Lukic e tutti quegli altri che non puoi vedere. Dandotela per buona, non sono 10 fallimenti, al massimo 4 su 8. Al 22/3/2017 ti ritrovi in squadra 8 nazionali, non li vedevi da una vita. Ma è scandaloso.

  26. E il fatturato da 7°/8° posto COSTANTE, ma quando? non certo i primi quattro anni della sua gestione. Solo quest’anno, per fatturato, siamo decimi dietro la Samp, come l’anno scorso del resto. In sintesi, Marjanovic, dici cose non vere.

  27. 2005-06 – 3º in Serie B. Promosso in Serie A.
    2006-07 – 16º in Serie A.
    2007-08 – 15º in Serie A.
    2008-09 – 18º in Serie A. Retrocesso in Serie B.

    entra il grande petrachi:
    2009-10 – 5º in Serie B. Perde la finale dei play-off contro il Brescia.
    2010-11 – 8º in Serie B.
    2011-12 – 2º in Serie B. Promosso in Serie A.
    2012-13 – 16° in Serie A.
    2013-14 – 7° in Serie A.
    2014-15 – 9° in Serie A.
    2015-16 – 12° in Serie A.

    madoi che risultatoni !

    scommettiamo che via dal Toro il signor petrachi chiude la sua prestigiosa carriera e non trova un posto neanche alla juventina lecce ?

  28. quagliarella

    comprato a 3,5….contratto di 4 anni. …. venduto dopo 1 anno e 1/2 a 2,7

    dopo 1 anno e mezzo era stato ammortato 1,31 dei 3,5 milioni e quindi essendo il valore del cartellino di 2,19 milioni e avendolo venduto a 2,7 è stata realizzata una plusvalenza di ben 0,510 mila euro.

    contento ?

    per come la vedo io invece abbiam venduto un giocatore a un prezzo inferiore a quello di acquisto.

  29. Soprattutto con molti che scrivono dopo aver lucidato coppe coppette coppe del nonno e trofei trofeucci trofeini e taghe targhette e tragone…..o tardone 🙂 ????

    Muahhahahahahah … (come ride qualcuno…) …. Eheheheh

    FVCG! SEMPRE! E COMUNQUE!!!

  30. ma sei del 62 allora ti devi ricordare del titolo del secondo posto a 50 punti, di un secondo posto dietro il Verona, di diversi piazzamenti decorosi, di una coppa italia e una finale europea , quindi o sei un tardone rincoglionito o sei gobbo…….penso il primo

  31. Per me uno che parla così dei trofei vinti dalla sua (presunta) squadra, che considera gli scudetti e le coppe vinte dal Toro “coppette coppe del nonno trofei trofeucci” è davvero vergognoso e in questo forum non ci dovrebbe neanche stare

    • Ovviamente non hai capito un cazzo e rispondi a minchia, in tono appunto con quanto capito! Era uno CHIARO riferimento a CHI su questo forum si è vantato di aver vinto centiaia di trofei e targhe al volante della Sua macchinina…..Ma tu appunto, non avendo capito, hai risposto PENSANDO CHE…….Siccome pensare non è una dote che è evidente ti non abbia proprio, EVITA di farlo, soprattutto CON ME!!! Quanto meno per evitare BRUTTE FIGURE !!! 🙂 ….

      FVCG!! SEMPRE!! E COMUNQUE!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui