Carlao è sempre ko ma fa lo stesso gol: sul passaporto

Volendo, in futuro, potrebbe convocarlo anche Ventura: per la Nazionale italiana, visto che in carriera non ha mai giocato col Brasile. Al di là delle battute, viene a galla un retroscena destinato a rendere decisamente più interessante la posizione (contrattuale) di Carlao. Il 31enne difensore diventerà italiano, a meno di inopinati intoppi a tavolino. L’iter burocratico è in corso, il Toro attende una risposta favorevole. Le istituzioni pubbliche renderanno più affascinante il giocatore, proprietà privata (di Cairo: che spese 500 mila euro, a gennaio, per portarlo via dall’Apoel di Nicosia, Cipro). Ma come è possibile?

La moglie è di origine italiana: questa la chiave che permetterà ai coniugi di condividere la doppia nazionalità. Non proprio come Amauri, ma quasi come Amauri (che diventò italiano dopo che la signora, anche lei brasiliana, aveva ottenuto la nostra nazionalità per aver lavorato in Italia per più lustri).

(tuttosport)

ABOUT THE AUTHOR: La Redazione

La Redazione di CuoreToro.it

Lascia un commento