Le pagelle di Torino – Crotone 1-1

0
17

Sharing is caring!

TORINO (4-3-1-2):

HART 5.5: Chiamato in causa due volte in 90 minuti: attento ad inizio partita su Trotta, va a vuoto nel finale, permettendo al Crotone di pareggiare.

ZAPPACOSTA 6.5: Spinge tanto, arriva spesso al cross, ma un po’ per imprecisione, un po’ per la pigrizia dei compagni, non arriva mai la giocata determinante. Nella ripresa allora prova a concludere in prima persona, ma sbatte contro il muro di Cordaz.

ROSSETTINI 5,5: Il Toro attacca per quasi tutta la gara e lui è poco impegnato. Nonostante questo, spende un giallo evitabile nel primo tempo e si fa anticipare da Simy in occasione del pareggio ospite.

CARLAO 6: Premio “simulazione” della giornata, quando si accascia al suolo facendo pensare ad un infortunio gravissimo. Invece rientra dopo un minuto e disputa una gara giudiziosa, senza grandi interventi, ma anche senza errori.

BARRECA 6: Ritrova la maglia da titolare ma non sfrutta l’occasione. Non corre rischi in fase difensiva, perchè gli avversari sono poca cosa e non spingono quasi mai dalla sua parte. Eppure appare timido, raramente si affaccia nella metacampo avversaria, e non partecipa alla manovra offensiva della squadra.

IAGO FALQUE 6: Ad inizio ripresa anche lui imbatte nella strepitosa giornata di Cordaz. Prima e dopo una prova altalenante, in cui fatica a trovare posizione e va a sprazzi. Ha doti tecniche da centrocampista, ma non ne ha i tempi di gioco, diventando troppo prevedibile.

VALDIFIORI 6: Ritorna dopo un periodo di assenza e per un’ora disputa una gara su buoni ritmi, precisa, con tanti palloni giocati. Riesce a dare una certa velocità alla manovra ed è attento in fase di copertura.

st 31′ LUKIC: s.v.

BASELLI 6: Nel primo tempo ha due ottimi occasioni con due inserimenti centrali, che spreca con conclusioni imprecise. Si muove molto, è sempre presente nel vivo dell’azione, recupera anche diversi palloni. Mezzo punto in meno perchè in occasione del pareggio ospite. non tenta nemmeno di ostacolare  Nalini che appoggia a Simy la palla per il pareggio crotonese.

st 39′ BENASSI: s.v.

LJAJIC 6,5: I difensori del Crotone usano le maniere forti, ma a differenza del passato, non si fa intimidire ed è sempre presente. Tutte le azioni migliori nascono dai suoi piedi: nel primo tempo l’assist per Maxi Lopez e il tiro che Cordaz toglie dall’incrocio sul finire del tempo. Nella ripresa si sacrifica anche in copertura, va a cercarsi il pallone, cerca di inventare, calcia qualche punizione, ma senza fortuna.

BELOTTI 7: Ennesima prova di grande efficacia e di grande energia: conclude più volte verso la porta calabrese, ma un po’ per imprecisione, e un po’ per i meriti del portiere ospite, non riesce a trovare il gol. Nella ripresa si procura da solo il rigore che poi trasforma senza titubanze. Nel finale serve anche un assist perfetto per Boyè che viene anticipato. Un gol che porta solo un punto, e non gli permette di staccare Dzeko in classifica marcatori.

MAXI LOPEZ 5; Tocca 5 palloni, ne perde 4. Toglie spazio a Belotti, non riesce a fare sponde per i compagni, e quando finalmente ha una palla comoda, solo da spingere in rete, riesce a “centrare” Cordaz.

st 1′ BOYE’ 6: Buono l’impatto con la partita: qualche spunto, qualche dribbling, un tentativo a rete che esce per millimetri. Nel finale sembra finalmente arrivato il momento del gol, ma è anticipato di un soffio da Nalini a pochi centimetri dalla porta.

ALL. MIHAJLOVIC 5,5: Vara un Toro a due punte con il trequartista, ma la pessima giornata di Maxi Lopez ne vanifica i tentativi. Nella ripresa prova a cambiare, il Toro crea tanto e sbaglia tantissimo, poi una volta in vantaggio, la squadra “si siede” e regala il pari agli ospiti. Gli ennesimi punti persi di una stagione piena di rimpianti.

 

CROTONE (4-4-2):

Cordaz 7,5 – Rosi 6 – Ceccherini 5.5 – Ferrari 6.5 – Martella 5.5 (st 31′ Nwankwo 7) – Rodhen 5 (st 10′ Sampirisi 6) – Crisetig 6 – Barberis 5.5 – Stoian 6.5 – Trotta 5.5 (st 22′ Nalini 7) – Falcinelli 6 – ALL. NICOLA 7

ARBITRO, sig. DOVERI 7,5: Bravo in occasione del rigore a vedere il contatto tra il piede sinistro di Ceccherini e il piede destro di Belotti. Dirige bene una gara sostanzialmente corretta nonostante la posta in palio per i calabresi, e gestisce bene i cartellini. Ben coadiuvato dagli assistenti, che sbagliano solo su un fuorigioco di Falcinelli nel finale, ma Hart arriva comunque prima sul pallone.

1 commento

  1. Cioè fammi capire……il toro crea 20 occasioni da gol le sbaglia e il 5 va a miha………….è da inizio stagione che ti sta sul cazzo e si vede…!!!!!!!!

    flaque 4 mai in partita.

    valdifiori 4…..sembra un bradipo

    boye 5………tanto fumo …..poi il nulla…

    lialic 7…….il migliore…

    rossettini…….? megliolasciare perdere…!!!

  2. Hart e Rossettini 5,5 ???? ABBIAMO PAREGGIATO SOLO PER COLPA LORO … 4 a entrambi

    Doveri 7,5 ? e tutti i falli non fischiati a favore del Toro ???

    nemmeno l’ippica è il tuo sport Giorgio , datti al curling …

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui