Mi sono di nuovo innamorato!

Non vi nascondo che negli ultimi mesi ero un po’ indifferente a quello che capitava nel mondo del calcio e, ahimè, anche al mio Toro. Campionato anonimo, partite senza più interesse, giocatori rappresentativi già con la valigia in mano e tifosi, come da troppo tempo accade, pronti a insultarsi per le cose più banali.

Poi capita che sali, come sempre, a Superga per il 4 maggio, in una giornata di pioggia e di freddo e aspetti sotto il diluvio l’arrivo della squadra alla lapide, la bronchite mi è testimone. Intorno a me tante ragazze e ragazzi che non erano lì solo per vedere i loro idoli, ma erano lì a rendere omaggio agli “invincibili” e , credo che le scritte ignobili del giorno prima non abbiano fatto altro che aumentare l’amore per quella squadra e per i colori granata. Poi senti il Gallo Belotti che legge i nomi dei caduti con una forza e una consapevolezza che non può che farti provare l’ennesima grande emozione.

A concludere la settimana arriva il derby e, questa volta, confesso di averlo atteso senza particolare emozione e quasi con rassegnazione, insomma niente tachicardia e niente, come diceva Fantozzi, salivazione a zero.

Poi, come sempre accade nella storia del Toro, scatta qualcosa che ti porta ad amare incondizionatamente quei colori e, ebbene si, chi li indossa. Partita grintosa come ai vecchi tempi, tutti uniti per affrontare l’avversario tanto blasonato e tanto osannato dal sistema. Andiamo in vantaggio con un gioiello di Ljajic, giocatore che è la sintesi di quello che sto provando, ti fa incazzare tante volte per come gioca con sufficienza, ma poi ti regala giocate straordinarie che ti fanno pensare che di giocatori come lui non puoi fare a meno. Dopo pochi minuti, inevitabile come da troppi derby accade, ecco la “svista” arbitrale a favore di chi? Ma dei blasonati, osannati e pluri indagati cuginetti, che diamine! Acquah viene espulso per un fallo non commesso, dopo che già la prima ammonizione non era da assegnare per chiara simulazione di Tania Cagnotto Dybala.

Il Toro resiste con una prova di grande sacrificio fino ai minuti di recupero, quando un gol di Higuain ci fa provare una grande amarezza, ma non cancella la prova dei ragazzi. Anzi!

Ma è il dopo partita a regalarci altre forti emozioni, protagonista il nostro allenatore Sinisa Mihajlovic che, espulso dopo l’ingiusta espulsione di Acquah, intervistato da Sky riesce a sputtanare quel gran lecca… di Vialli vergognosamente schierato a favore dei “gobbi”, unico sul pianeta a sostenere che il fallo di Acquah c’era. Come ci si riduce per compiacere i potenti!

Già, Sinisa Mihajlovic, un allenatore che ha riportato lo spirito Toro, che ci ha fatto giocare due derby senza sudditanza, col coltello fra i denti e senza più vedere le deplorevoli scene degli scorsi anni, con i giocatori delle due squadre che si scambiavano battute e magliette, le nostre non tanto sudate. Ora prenderà una pesante squalifica, in fondo solo un certo Allegri può dare impunemente del testa di ca.. al quarto uomo. Non importa, lo aspettiamo in panchina il nuovo anno, con una squadra, vero Presidente?, più forte e pronta a conquistare l’Europa. Se lo merita lui e ce lo meritiamo noi.

Je suis Sinisa!

P.S. ancora una volta ringrazio mio nonno e mio papà per avermi fatto crescere del Toro, come si dice: grazie a Dio non sono juventino!

Sandro Mellano

ABOUT THE AUTHOR: La Redazione

La Redazione di CuoreToro.it
  • Marco Corti 7 Maggio 2017 at 11:49

    Sinisa ieri ha conquistato tutti. Le stimmate del granatismo più puro erano visibili in lui e nei ragazzi in campo, gli angeli di Superga sono tornati a volare sopra il campo da gioco nella PARTITA per eccellenza. Dall’altra parte il solito schifo che tutta Italia ha imparato ad odiare da che esiste il calcio.

  • Maurizio Scarampi 7 Maggio 2017 at 12:03

    E’ IL FILA !!!!!! Raga, da quando sta rinascendo “il campo” sta rinascendo il Toro !!!!!

  • lucerina69 7 Maggio 2017 at 12:12

    La reincarnazione di Gustavo Giagnoni…..quando tempo è passato adesso andiamo a costruire una squadra degna di questi colori…le merde stanno a rosicare solo x il fatto che esistiamo…nn possono competere con noi, loro sempre a giustificare ogni cosa..cosi nn si può vivere…che pena mi fanno, si sentono colpevoli sempre e cercano mille scuse e nel panorama attuale siamo una ex grande che sta cercando di ritornare tale…immagino un presidente che nn abbia paura di loro dove ci porterebbe…….Il Fila in centro..il Grande Torino in centro…Superga ci appartiene…Torino sarà sempre granata…

  • Pupi57 7 Maggio 2017 at 12:32

    Per quanto mi riguarda non ho mai messo in discussione sinisa e l ho sempre difeso dai filo-cairoti.

  • Marco Corti 7 Maggio 2017 at 12:36

    Stronzate! Rileggiti i post del derby di andata, e non solo quelli.

  • Ater64 7 Maggio 2017 at 17:16

    Eccomeno ….. perchè non ha usato lo stesso metro col nanerottolo con la R moscia dopo che gli ha regalato Carlao ?  La chiamo incoerenza no ? A proposito il porco che fine ha fatto ?  Sparito come una pisciata giù pel cesso visto che non si è vinto ?

  • Pupi57 7 Maggio 2017 at 17:54

    si sta scrivendo il discorso

  • ToroAmoreVero 7 Maggio 2017 at 18:49

    Grande Sinisa.
    Incarni lo spirito Toro.

  • capitan ferrini 7 Maggio 2017 at 21:47

    condivido in toto l’articolo,io ho provato le stesse emozioni ti sei dimenticato di dire solo che sinisa a fine partita è andato dentro e ha attaccato qualcuno al muro per il gol subito nel finale….. ossia mai accontentarsi sopratutto con i gobbi!

  • Toro71 7 Maggio 2017 at 23:01

    Croc alla DS

  • dalla mutta 8 Maggio 2017 at 21:11

    Complimenti per l articolo….condivido dallo stato d animo di questo fine campionato alla richiesta al presidente di fare per una volta le cose fatte bene…bene sinisa ma non ho neanche io digerito ancora il silenzio post mercato di riparazione…

  • dalla mutta 8 Maggio 2017 at 21:13

    Complimenti per l articolo….condivido dallo stato d animo di questo fine campionato alla richiesta al presidente di fare per una volta le cose fatte bene…bene sinisa ma non ho neanche io digerito ancora il silenzio post mercato di riparazione…e certe sconfitte come quelle del derby di andata della serie tutti avanti all arrembaggio…

  • kurtz 10 Maggio 2017 at 13:54

    E’ufficiale, il comandante Sinisa è UNO DI NOI.

    l’immagine di Miha a muso duro contro il quarto uomo gobbo la inserisco dopo Giagnoni che prende a pugni causio e la sedia alzata di Mondo.

    E’ una reazione coraggiosa e virile contro l’ingiustizia ed il marcio del sistema di potere gobbo.

    Erano anni che non vedevo qualcuno dei nostri fare QUALCOSA DI GRANATA; grazie condottiero per averlo fatto, ed anche per aver mandato affanculo a sky quel venduto gobbo-doriano di vialli.

    a proposito di gobbi-doriani: c’è chi in un recentissimo passato sorrideva ai giocatori gobbi dopo un deby perso 0-4, c’è chi si è incazzato come una biscia per aver solo pareggiato e i gobbi li ha mandati a stendere….

    diciamo che i gestacci, del tagliagole o meno, li ha mandati dalla parte giusta….

    Grande Sinisa!

  • Marco Corti 10 Maggio 2017 at 14:01

    Condivido l’innamoramento per Sinisa, l’ho spesso criticato (da un punto di vista tattico, a torto o a ragione) però Sabato sera gli abbiamo voluto tutti un gran bene, ed anche tatticamente, pur senza rinnegare la sua propensione al gioco d’attacco e sparagnino, ha finalmente cercato e trovato una soluzione ad alcuni problemi sul campo, dove poi ci vanno i giocatori che ha a disposizione.

    Sempre Juve merda bastardi ladri schifosi, massima fiducia in Cristiano Ronaldo.

Lascia un commento