Le pagelle di Juventus – Torino 4-0

0
181

Sharing is caring!

TORINO: (4-2-3-1):

SIRIGU 7: Nel tracollo granata, è uno dei pochi a non avere colpe, se non quella di limitare il numero di reti della formazione bianconera. Nel secondo tempo compie degli interventi prodigiosi.

DE SILVESTRI 5: Letteralmente “piallato” dalla coppia Alex Sandro – Douglas Costa. Sempre in affanno, fatica a contenere in fase difensiva e non passa mai la metacampo.

N’KOULOU 5: In gara fino al raddoppio juventino, poi sparisce anche lui dal campo. Nella ripresa ne azzecca poche e centralmente lascia varchi inquietanti.

LYANCO 6,5: Forse l’unica nota lieta della serata: attento, roccioso, fisicamente imponente, nel primo tempo non fa quasi toccar palla a Mandzukic. Dimostra di poter avere un grande futuro.

ANSALDI 5,5: Soffre la velocità di Cuadrado, ma pur concedendo qualcosa, non perde mai la testa e sbroglia più di una situazione complicata. Anche nella ripresa è uno dei pochi che lotta sempre, che ragiona e compie un paio di interventi sulla linea che evitano un passivo maggiore.

RINCON 5: Perde in maniera banale il pallone da cui nasce il primo gol di Dybala. Il resto della partita è tutto un arrancare dietro ai suoi ex compagni, senza mai raggiungerli.

30′ st GUSTAFSON: s.v.

BASELLI 4: Due follie in pochi minuti, che gli costano l’espulsione e pesano in maniera determinante sull’esito del derby.

IAGO FALQUE 6: Ha una buona occasione ad inizio partita in area bianconera, quando si sposta il pallone sul sinistro e viene murato. Poi dopo l’espulsione di Baselli, viene “sacrificato” per esigenze tattiche, anche se appare molto più dinamico e voglioso dell’apatico Niang.

30′ pt ACQUAH 5: Buttato in campo in condizioni non perfette, appare molto meno potente e dinamico del solito. Cerca di rincorrere gli avversari fin quando ha fiato, ma nel finale le gambe non lo sorreggono più, e si aprono praterie nella metacampo granata.

LJAJIC 5,5: Parte bene, ispirato, in continuo movimento, va alla conclusione. Per 40 minuti è l’uomo in più del Toro, mettendosi anche a rincorrere gli avversari dopo aver perso un pallone. Poi si innervosisce, scalcia un pallone e si becca un’ammonizione che lo porta “mentalmente” fuori partita.

NIANG 4: Non combina nulla, nè da attaccante esterno, nè da seconda punta. Mihajlovic lo lascia in campo, preferendo levare Iago Falque, mossa che risulta incomprensibile.

25′ st BOYE’: s.v.

BELOTTI 5,5: Spirito indomabile, è uno dei pochi a lottare sempre su ogni pallone, anche quando è un tentativo disperato. Abbandonato presto dai compagni nella morsa Chiellini – Benatia, cerca di dare una mano anche in difesa, ma non tira mai in porta, se non le finale con un tiro velleitario e senza pretese.

ALL. MIHAJLOVIC 5: Gli 11 punti in 5 giornate devono avergli fatto credere di poter giocare alla pari con la squadra più forte del campionato. Il ritorno alla realtà avviene dopo 12 minuti, poi ci si mette Baselli con l’espulsione a rovinare definitivamente la serata. Gara preparata male dal punto di vista mentale, equilibrio tattico inesistente e che di fronte ai primi avversari di valore, mostra tutte le sue pecche e debolezze. Più dell’unico punto fatto contro squadre della parte sinistra della classifica affrontate finora (Samp e Juve), preoccupano le difficoltà di giocatori scelti personalmente dal tecnico (De Silvestri e Niang) e l’assenza di “piani B”: il 4-2-3-1 contro avversari di caratura decisamente superiore, appare troppo leggero e vulnerabile.

 

JUVENTUS (4-2-3-1):

Buffon s.v. – Lichtsteiner 6,5 – Benatia 7 – Chiellini 7 – Alex Sandro 7 – Matuidi 7 (27′ st Bentancur s.v.) – Pjanic 7 – Cuadrado 6,5 (17′ st Bernardeschi 6) – Dybala 7 – Douglas Costa 6,5 – Mandzukic 7 (35′ st Higuain s.v.) – ALL. Allegri 7

 

ARBITRO, sig. GIACOMELLI 6,5: Che il Toro non sia “fortunato” allo Juventus Stadium è un dato di fatto: questa volta però bisogna riconoscere che non ci sono particolari discussioni sull’espulsione di Baselli. Resta la solita sensazione di “due pesi e due misure” (se da regolamento il fallo del mediano granata su Dybala è da giallo, lo è anche quello di Pjanic su Belotti), ma ma la direzione appare altamente positiva.

1 commento

  1. Certo che sei il ” solito fenomeno” difficile da capire ……..USA 2 pesi e 2 misure e dai 6.5 a quella merda di Giacomelli ….se ne espelleva altri 2 gli davi 8 ??? Complimenti per la analisi !!!!!

  2. Giacomelli 6,5 è assurdo . Ha indirizzato male la gara ammonendo troppo presto Baselli per un fallo identico a quello commesso da Pianic su Belotti non sanzionato.

    Poi la minchiata di Baselli con il secondo giallo è veramente una pazzia che non trvoa spiegazioni se non una stanchezza mentale che gli ha bruciato il cervello.

    Ci vorra tempo per dimenticare questa batosta inattesa nelle proporzioni e che non sarebbe mai arrivata in 11 contro 11…molto tempo. Io ancora oggi rivivo come in un incubo il 5-0 subito negli anni 90 ad opera di Vialli Ravanelli e Del Piero … …o il 4-0 subito da Di Vaio e Del Piero….o il 4-0 di coppa italia

    Lo scroso anno nella riprea abbiamo retto meglio in 10 perchè loro erano piu stanchi. Stavolta gli stanchi eravamo noi e il risultato si è visto

    Questa è una delle sconfitte che piu mi ha fatto male perchè quelle del passato non erano purtroppo inattese visto il divario, oggi questo divario non c’è e devo ora sopportare gli sfotto delle merde quando torno in ufficio…..mavaffanculo

  3. Dimenticavo Giacomelli voto 3 , perchè un arbitro non condiziona la partita solo con rigori o gol annullati a cazzo ma anche con i certellini, e con Baselli nessuna pietà mentre Pianic no problem….la prima ammonizione di Baselli troppo severa ha poi indirizzato la partita sui canali gobbi .

  4. Va bene ragazzi, una partita stradominata da loro sotto ogni punto di vista fin dall’ inizio in 11 contro 11, è stata condizionata ( e quindi decisa) da un giallo dato a noi e non a loro ( quindi la follia successiva di Baselli diventa ininfluente, giusto?
    Avevo scritto che non volevo ricominciare a leggere mischiare sugli arbitri, quindi prima d’ incazzarmi è meglio se vado a dormire.Notte.

  5. A chi crede che in undici si sarebbe vista un’altra partita io domando  come sono andati i primi minuti che abbiamo giocato alla pari. Sul campo non c’era il Toro, c’erano 8 poveri cristi ( salvo Sirigu, Belotti e Lyanco) che non sapevano che pesci pigliare. Ora si dice che dobbiamo sgombrare la testa di tutto quanto per pensare al Verona. Vero. Però chissa se Jago Falque riuscirà a farlo visto che al momento del cambio si è preferito tenere in campo Niang e mandare fuori lui. Queste cose peseranno parecchio, nello spogliatoio.Infine dico l’ultima eppoi mi taccio: noi non abbiamo l’organico per poter adottare il 4231.Il mister deve prendere atto che con la rosa che si ritrova non potrà mai fare suo questo modulo. Tutte le partite giocate fino a oggi lo hanno dimostrato in modo inoppugnabile, voler ad ogni costo continuare per questa strada è indice di cocciuta ottusità.

     

  6. Sono ancora qua e plaudo a Piero, concordo con il tuo discorso è ne approfitto per complimentarmi con te: se hai 88 anni e scrivi su un forum granata al computer, tanto di cappello: è proprio vero, tenere la mente giovane aiuta a restare giovani!

  7. Una notte di merda, mi succede sempre quando perdo il derby, ma non parlatemi di arbitri e di 11 contro 11. Abbiamo fatto capire a tutti che se ci pressano alto andiamo in ansia perché non riusciamo a saltare l’uomo e facciamo falli di frustrazione che derivano dall’impotenza. Giocare con un centrocampo a 2 ha completato l’opera. Baselli si è scusato? E a me cosa importa? I giocatori vanno e vengono, i tifosi come me restano e ricorderanno sempre l’infamia di questa partita. Tra qualche anno loro saranno altrove, allenatore compreso, e ricorderanno a malapena questa partita. Io no, non dimenticherò mai il disonore che hanno provocato a questa maglia.

  8. bello vedere i youtube di nkulo, o sperare che uno col soprannome “Generale” possa fare la differenza, acquah è scarso come pochi ne abbiamo avuti, obi rotto a vita ma neanche lo metterei titolare, gustaf e berengher forse qualche partita da titolari all’entella la giocherebbero, nijang non diventerà mai un calciatore, desilvestri puo giocare nel dopolavoro ferroviario insieme a boyè, falque una fighetta che gioca bene solo con le neopromosse, l’acquisto piu azzeccato è ansaldi TUTTO DETTO che l’hanno pigliato tanto per prendere un sostituto qualsiasi di zappa, lyanco sarà venduto a 10/12 mln buona plusvalenza, obi un fallito per via del fisico, acquah un fallito per via dei suoi piedi e per l’intelligenza di un facocero. Molinaro e desilvestri si possono tranquillamente ritirare, uno perchè è alla frutta l’altro perchè ha sbagliato mestiere. Vedete che cazzo di squadra, anche se si prova con tutto l’ottimismo possibile, se togli liaic e il gallo nn vinci manco con beneventoi poche palle!

    Salvo Sirigu, Belotti e in parte Liaic il resto è monnezza, l’allenatore che si chiami ventura, sinisa o ferguson o mou col braccino dietro le spalle come la scimmia, fallirebbe clamorosamente, questa è la mia valutazione ed è impossibile ch’io cambi idea anche se vedo il rugbista desilvestri fare un gol di tacco con rovesciata carpiata a 2 piedi.

  9. Pupi , cosa dici ? il ds più bravo d’Italia ha toppato tutti questi acquisti ?? ma cosa dici …

    il presiniente che ci ha salvati non ha fatto uno squadrone che può lottare per la Champions ??? ma dai …

    ottimismo , Pupone , se lo prendi in continuazione nel culo (anzi in Nkoulou) , usa la vaselina , sai mai che alla fine ti piaccia !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui