Lettera a Giorgio Ferrini

0
73

Sharing is caring!

Risultati immagini per giorgio ferrini

Ciao Giorgio.
Ciao Giorgio, dimenticarti è impossibile, raccontarti anche. Non faccio parte della tua famiglia ma ho sempre cercato di tenere vivo il ricordo da semplice tifoso anche e soprattutto quanto per molto tempo di te si è sempre parlato troppo poco forse anche in virtù della tua splendida famiglia molto riservata. Eri e sei l’esempio, ti ho sempre cercato ovunque ma con discrezione perché non ho mai amato essere invadente e ti ho seguito in tutto il percorso Granata perché eri e sei il mio Idolo indiscusso. Non ho mai osato chiederti la maglia perché in fondo ero troppo timido e come te non amavo le ingiustizie che tu, anche in campo, non accettavi facilmente. I ricordi sono tanti Capitano di mille battaglie, uno su tutti in quel di Genova contro la Sampdoria dove Barbaresco convalidò e annullo quel famoso gol che poteva valere lo scudetto. In mezzo a quel fango lottavi come un leone ed io ero lì aggrappato alla rete sotto la tribuna in linea con quella porta maledetta. Ti avvicinasti alla rete e sorridendo verso il sottoscritto con la bandiera Granata in mano dicesti “questo ci sta prendendo in giro…” non proprio così ? ma il senso era questo. Ti avvicinasti all’arbitro è già immaginavo che gli avresti ripetuto la stessa frase. Fu proprio così e colpito dalla tua verità, a quel piccolo uomo non rimase altro che estrarre il cartellino rosso. Ho pianto per te Giorgio, ma in quel frangente compresi, se ancora ce ne fosse stato bisogno, chi era Giorgio Ferrini. E tornai a casa umanamente più carico nonostante la sconfitta. Il 75/76 anno dello scudetto fu la gioia e fu soprattutto il grande dolore. Oggi finalmente tutti parleranno di te ed io sarò lì ad ascoltare e a gioire perché finalmente Giorgio è tornato nel cuore della sua gente. Per chi non ti ha conosciuto, garantisco io, eri speciale e rifiutasti ingaggi importanti pur di non svestire la maglia Granata. Mai più uno come te. No, non l’ho più trovato, se non negli occhi dei tuoi figli, in quelli dei tuoi nipoti e nella dolcezza della tua Mariuccia. Sono parole di un Granata innamorato, nulla più.
Ciao Giorgio TVB.
Carlo

1 commento

  1. Di Giorgio ricordo un takle con benetti pauroso, ma lo strisciato volò in alto dietro la schiena di ferrini senza fallo solo takle, il rumore dell’impatto sembrava quasi un raudo, palla che corre rasoterra loro due sparati verso la palla sono arrivati nello stesso secondo caricando la gamba al massimo, un botto e  benetti fuori un quarto d’ora.

  2. Semplicemente il Capitano, l’unico assieme a Pupi ad esprimere al 1000% l’essenza del Toro.
    Peccato non poterlo aver conosciuto e vissuto.

  3. Grandissimo Giorgio , ero al mare quando la malattia Ti colpì la prima volta e non ci volevo credere ; poi la speranza di rivederTi riprendere , fino al secondo attacco , quello fatale , oltretutto proprio a pochi giorni dal mio compleanno …

    Ero solo un ragazzino , ma mi ricordo come se fosse oggi quante emozioni provai , fino a piangere ; il mio idolo era Pupi , ma subito dopo venivi Tu , che incarnavi il vero spirito del Toro e che avresTi meritato almeno di vivere un’altra stagione in campo , per poter dire che anche Tu avevi vinto in campo quello storico settimo scudetto !

    Però il destino ha voluto altrimenti , quello stesso bastardo destino che solo Noi del Toro sappiamo quanto può essere crudele ; e , non contento di averTi privato di quella gioia , Ti ha anche colpito nel modo più vile , alle spalle , per toglierti all’affetto dei Tuoi cari e di tutti quelli che Ti volevano bene …

    Da quarantun anni sei lassù , con Gigi e con gli Invincibili , ma da quarantun anni sei anche nei miei ricordi … e in quelli di chi come me sa cosa vuol dire DAVVERO tifare Toro !!!

  4. Dal mio canto ero ancora un ragazzino..ricordo che l’ultima di campionato contro il Cesena (quando vincemmo lo scudetto) tutto lo stadio si mise ad urlare “Ferrini Ferrini” invocandolo a giocare qualche minuto quella partita..ma lui purtroppo rifiuto’ perche’ non se la sentiva..questo è il ricordo piu’ bello che ho sul capitano..gente cosi’ servirebbe ancora oggi..lo spirito granata da infondere a queste femminucce senza palle..i gobbi discendenti di Sivori da prendere a calci nel culo..io piu’ che un giocatore l’ho sempre visto come uno di noi un tifoso uno innamorato pazzo del Toro e se mio figlio si chiama Giorgio è solo grazie a lui..Ciao fratello e Capitano..

  5. Beppe..e ti dico anche un’altra cosa..in quei periodi dove non cerano finti professori che urlavano piu’ forte degli altri credendo di avere ragione e di essere ascoltati..dove non c’erano forumisti che insultavano tifosi del Toro come loro..dove non c’erano redazioni e forum venduti ai presidenti..o curve infestate da personaggi senza il minimo spirito granata..la gente usciva nelle strade parlava con i giocatori..spiegava a quest’ultimi cosa significava per un tifoso il colore granata..quale onore avevano ad indossare la maglia che una squadra leggendaria ha indossato prima di loro..una squadra che si scatenava al suono di una tromba che qualcuno ha inzozzato toccandola e suonandola..cosa significava il Filadelfia (quello vero non questa patetica imitazione creata a scopo di lucro)..io come te mi rispecchio in quegli antichi valori..e neanche il peggior presidente della storia potra’ mai cancellarmeli..

  6. Purtroppo non ero più ragazzino e Giorgio me lo ricordo benissimo, ma non ci ha lasciato è semplicemente andato avanti per proteggere Meroni che in campo tra le nuvole fa ammattire tutti e spesso viene toccato duro. Giorgio e Gigi oggi sono in squadra con gli Invincibili e stanno inanellando una serie infinita di scudetti nella L.I.U. (Lega Interstellare Universale dove giocano solo i campioni veri). Grazie davvero per l’articolo.

  7. Avete scritto tutto VOI…………..non aggiungo altro…….!!!!! e come c’e scritto su una mia mitica maglietta granata………….ESSERE DEL TORO NON è DA TUTTI!!!!!!!!!!!

  8. Grande immenso Capitano…..per spiegare i principi morali alla squadra servirebbe lui….. anche mia figlia si chiama Giorgia ed è nata l’8 novembre

  9. kamillo,condivido ben poco di quello che scrivi,abbiam posizioni opposte,cio’ non toglie che auguro di cuore a tua figlia di avere un po’ della tempra del Capitano,visto le analogie..la figliola avrebbe un bel passo in piu’.M’intristisce solo leggere pochi commenti,su una figura di si grande spessore.Strano che i vari conti&c non facciano un commento.Difendono un farlocco,e non una parola su Giorgio.Va bin,anduma avant istess

  10. a messa, al monte dei Cappuccini, spesse volte c’era anche Morini, e spesse volte l’atmosfera era piuttosto pesante, soprattutto nei giorni vicini al derby….con parecchi “urti casuali ” sul sagrato . Anzi adesso ….tra istagram e fb fanno schifo al cazzo certe connessioni . Eterno riposo a Giorgio

  11. Vero..adesso si scambia le maglie si fanno gli in bocca al lupo l’un l’altro..vanno a cena insieme..vanno a vedere le partite negli stadi avversari..fair play di merda

  12. Topo , non pretendere che i cairesi si sprechino anche su questi articolucci ; a loro basta osannare la MERDA sempre e comunque … a proposito , Djordy dove cazzo sei ?

    Del resto anche dal loro capo non ho sentito nessuna dichiarazione , sennò tranquillo che stupazzo & c. si sarebbero subito dannati l’anima a glorificare il suo spirito granata … CHE SCHIFO !

  13. Topo…. non mi importa di essere condiviso dalla fazione anti squadra…. perché io tifo Toro…. il Toro di oggi …. con tutti i suoi limiti…. di Cairo & company non me ne frega niente. E poi secondo te io mi posso mettere a commentare le idiozie di ater e beppe

  14. kamillo , spiegami quale idiozia avrei scritto a proposito di questo articolo !

    E  poi , continuare a parlare di “fazione anti squadra” dimostra una volta di più che sei un povero idiota , perché tutti (dico TUTTI) i contestatori del nano sono tifosi del Toro … la società invece possono sostenerla solo i falsi tifosi ed i prezzolati come te .

  15. E niente …. hanno tutti la coda di paglia . Parli di scimmie urlatrici e pensano si parli di loro .  Egocentrici ahahhahahhahaa

  16. Vita scimmia urlatrice sarai tu… beppe parlavo delle idiozie che scrivi in generale non del tuo intervento su questo articolo……poi lo ripeto per l’ennesima volta a me della società no me ne frega niente io sostengo la squadra cosa che non fai tu dato che prendi in giro tutti i giocatori costantemente.

  17. se sono SOMARI (gattosilvestro , vasodifiori e Molinaro per fare dei nomi) mi viene normale ; ad esempio , ricordo che lo scorso anno c’era chi criticava costantemente Baselli , mentre io lo difendevo , ma per questo mica pensavo che quelli che criticavano non “sostenevano la squadra” …

    Santiddio , Ajeti era un campione solo perché vestiva granata ? ma dai , siamo seri , o meglio , cerchiamo di essere intelligenti !!

  18. Kurtz grande! Altri Uomini, altri Tempi, altri Valori e altri Tifosi, adesso dichiarano di tifare il toro di adesso, il passato per loro purtroppo è sconosciuto.

  19. che poi uno dice,tifo la maglia,il resto che mi frega..boh,in 40 e passi,di giocatori contestati ne ho sentiti miriadi,da cereser/agroppi in poi,ma cambieranno i tempi.mi ricordo,ai tempi di giagnoni,rampanti massacrato dal pubblico,solo x dire.la disperazione quando crivelli sostituiva sala,ma..si vede che gli ultimi 13 anni han modificato le menti,non tutte x fortuna,ma alcune sicuro.e che dire delle critiche ai vari maltagliati,galante,beruatto,comi(uno dei giocatori piu’invisi)?fatemi capire…

  20. Come sempre Topo i tuoi interventi sono inappuntabili, adesso sembra che contestare o prendere in giro i giocatori della propria squadra sia un fenomeno da debosciati, finto-tifosi,ecc, incredibile lo shock che il fallimento ha portato a molti tifosi, i quali sembrano aver dimenticato-rimosso cos’era PRIMA IL Toro, la Società, la Squadra, il comportamento ed il modo di agire dei tifosi.
    Sembra che per molti il Calcio non esistesse prima del 2005, PAZZESCO!

  21. topo confonde, sta dietro i tempi. Adesso un avance ad una donna nello spettacolo, diventa una molestia, si confonde un corteggiamento con una molestia, tanto per mettere merda in cascina e far notizia o chiacchiera.

  22. @Ater : Eccomi fratellone !!!! Non accedo da diversi giorni a causa di problemi lavorativi prima e casini personali poi. Ma tranquillo sto tornando

    A un bell’articolo come questo non si puo replicare alla cazzo e lo si deve leggere per intero.

    Applaudo Carlo per la dedica e per una volta Beppe per i suoi commenti. Sotto certi nomi siamo tutti uniti e ci mancherebbe il contrario. Applaudo anche Vita per il ricordo della partita , Toro Cesena dove il Capitano  non potè giocare c’ero anch’io in Maratona. Avevo 12 anni e ovviamente non  posso ricordare tutto. Ho solo vaghi ricordi di Ferrini e Agroppi in campo assieme anni prima  ….mamma che coppia…e con loro C Sala e Pupi che nella prima partita della mia vita allo stadio Comunale , segnarono una doppietta ciascuno contro l’Inter …4-0….Giagnoni in panchina . Non era ancora un Toro scintillante , perdeva spesso in trasferta , ma proprio i Ferrini e gli Agroppi formarono quel gruppo che poi avrebbe vinto lo scudetto e quella partita….vista a soli 8 anni di età e quei giocatori mi fecero, insieme ai racconti di Sauro Tomà, diventare granata

    Mi sarebbe piaciuto fare una dedica al Capitano , ma non sarebbe giusto e non potrei farla migliore di Carlo . Io purtroppo non l’ho vissuto in pieno Giorgio Ferrini, ero troppo giovane , lui si ritirò nel 1975 , gioco l’ultima a Napoli , però ho il triste ricordo di quando venne comunicata alla radio la sua scomparsa , giovanissimo l’8 Novembre del 76 anno dello scudetto . A soli 37 anni….

    Fece in tempo a vivere la vittoria del Campionato , almeno questo, ma avrebbe meritato di campare 100 anni …

    Non mi spiacerebbe invece dedicare un articolo a Sauro Tomà , lui che aveva giocato e vissuto con le Leggende ed è sopravvissuto per raccontarlo a ragazzi come me….l’ho già fatto una volta , sono finito su un libro tanti anni fa , una raccolta di storie granata non ricordo piu di chi credo Ermanno Eandi , e non mi spiacerebbe recplicare questo articolo questo racconto qui sul web

     

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui