Riprovaci ancora Milinkovic!

0
36

Sharing is caring!

Riprovaci ancora Milinkovic!

 

 

La cosa più bella della partita col Carpi l’ha fatta Milinkovic Savic, lasciando la porta e andando a tirare la punizione al 91 esimo, un paio di metri fuori dall’area avversaria. Una bomba che si è schiantata sulla traversa tra lo stupore generale. Stupore non per chi va abitualmente a vedere gli allenamenti al Filadelfia, Milinkovic ci prova spesso e ha un tiro pregevole, almeno così si dice. Per il resto passaggio del turno agevole contro il Carpi, ben disposto in mezzo al campo ma troppo leggero davanti. Ha ritrovato il gol il Gallo, che ne ha sbagliati altri tre ma ha dimostrato di aver ritrovato gamba e spunto, ora manca un po’ di freddezza e meno bramosia sotto porta. Mi sono piaciuti i due centrali, Bonifazi e Lyanco, fatta la tara dell’avversario hanno mostrato personalità. Lyanco ora andrebbe provato in campionato. Più loro di Valdifiori, che vedo sempre in apnea fisica, e Acquah che fa e disfa anche contro un avversario di categoria inferiore. E per una volta sono pure d’accordo con Mister Mihajlovic, udite udite: oggi e solo oggi ingiusti i fischi a Niang, che ci ha provato, ha fatto cose buone, vedi il passaggio al Gallo, e qualche fesseria delle sue, che poteva costarci cara. Ma oggi si è impegnato. Certo la strada è ancora molto lunga, ma fischiarlo a prescindere non serve. Si sono visti ottimi sprazzi di Edera, e il solito Boye, per cui sono uscito da questo match con una domanda: ma non c’è qualcuno che possa insegnare a questo argentino a giocare a calcio? Ha numeri e potenzialità che si vedono a occhio nudo, ma fa sempre dico sempre la scelta sbagliata. E’ un circense di talento ma deve trasformarsi in un calciatore. La linea verde supera l’ostacolo di Coppa e ora attende un difficile turno contro la Roma. Prima però la partita di sabato sera con l’Atalanta, inutile dire che dobbiamo giocare solo per i tre punti. Un avversario da sempre ostico, un allenatore mai troppo amato in panchina. Giocheremo con la maglia verde per onorare i caduti della Chapecoense, come è giusto che sia da chi porta nel cuore la tragedia di Superga. Giocheremo con il lutto per ricordare Beppe Bonetto, scomparso pochi giorni fa, uno che di acquisti ne sbagliava pochi e di giovani se ne intendeva. Un grande manager che insieme a Pianelli pezzo dopo pezzo fece l’impresa. Una parte straordinaria della nostra storia, che oggi i ragazzi della Primavera di Coppitelli hanno onorato battendo la Juventus negli ottavi di Coppa Italia, seconda volta in stagione per la precisione.

1 commento

  1. Ottimo @diego, hai detto tutto! Dall’analisi della partita di ieri sera al lutto che ha colpito il mondo Granata alla vittoria nel derby della Primavera in casa Loro!!! Ehehehehe…… Ho letto comunque le dichiarazioni di Sinisa nel post partita, e devo dire che mentre su alcune concordo su altre un po meno, ma così è il mondo e la vita! Mica possiamo anzi DOBBIAMO essere sempre d’accordo su tutto, no? Sai che NOIA!! Però il fatto che alcune scelte di giocatori sia state fatte O da Lui O da Lui comunque avallate ancora non mi va giù! SADIQ potrebbe fare il magazziniere ad Edera, tanto per dire, e per prenderlo e non mandarlo più neanche in tribuna allo tanto valeva tenere Parigini, no? Inoltre Niang sarebbe stato da inserire in Prima Squadra ADESSO che ha un minimo (si badi bene, UN MINIMO!!!!…) di forma fisico-atletica ed affiatamento coi compagni E NON fin da subito col risultato di farci giocare in 10 contro 11! Berenguer ma soprattutto Boye poi sembra che anziché migliorare/progredire facciano come i gamberi: 2 passi avanti e 4 indietro! Il primo se al Suo debutto sembrava ABBASTANZA buono si è via via andato sperdendo, Boye poi anzichè migliorare sotto l’aspetto del gioco di squadra rispetto al dribbling ed alla velocità che aveva come uniche doti VISTE l’anno scorso quest’anno ha perso PURE QUELLE!…..Mah, e meno male che lo STAFF di Sinisa consta (e COSTA, di conseguenza…..) di BEN 10 COLLABORATORI! Misteri del calcio, forse :-o) ?????

    FV♥G !!! SEMPRE !!!

  2. Applausi per l’articolo e per il commento.

    Bisogna dire che indubbiamente ci sono stati degli errori come BERTU62 sottilineava, a certi errori però bisogna porre correzione mentre io continuo a vedere che si ripetono e qualcuno dovrà pur pagare per questo.

    errare humanvm est, perseverare autem diabolicvm

     

  3. Il quesito della settimana. Mi accodo a CapitanFerrante che continua a piacermi sempre di più           ( non montarti la testa neh!) confermando il giudizio che ha reso e approfitto del fatto che Bertu sia presente per esprimere un mio parere il quale coinvolge anche un altro personaggio che stimo per il suo equilibrio come stimo  voi due. Come avrete notato, le rare volte che intervengo non trancio stuppiellate o peggio, faccio domande al fine di ottenere risposte che mi chiariscano i dubbi che mi assillano. Allora, mio caro Toro67  metto dentro anche te, ti piaccia o no. :-). Siamo tutti impazienti di vincere “qualcosa”. Sono anni che aspettiamo e la attuale presidenza non ha ancora esaudito i nostri desideri. Secondo qualcuno lesina, secondo altri ci marcia su e secondo altri ancora sta facendo del meglio che può. Così, ormai da troppo tempo, il peana ” Cairo vattene” irrompe nei nostri siti creando disagi in tutti noi. Confesso la mia ignoranza: sono tra color che son sospesi. Però ci rimugino su, così domando a voi:-Se se ne va,: chi lo sostituirà? Il busillis, è questo amici miei, non vedo all’orizzonte qualcuno disposto a comprare, ammesso che lui sia disposto a vendere. Quindi?

     

  4. Piero, scusa eh, ma se lui non dichiara di voler vendere o eventualmente spara cifre assurde per vendere, è chiaro che nessuno comprerà mai il Toro.
    E comunque se qualcuno c’è non lo vediamo di certo nè io nè te.
    Cmq tranquillo, se lui volesse vendere ed a condizioni non da straordinario, i compratori ci sarebbero ed anche seri, non ho dubbi in proposito.
    Chiaramente noi saremmo gli ultimi a saperlo.:-)
    Ehm, chi è Toro 67? Un ibrido nato dalla fusione tra il sottoscritto e Pupi 67?:-))))))) Ahahahah, si scherza eh:-)

  5. Pupi è 57, lo hai ringiovanito di un decennio.

    A proposito….sapete tutti le guerre furibonde tra me e lui in passato, però averlo bannato definitivamente è stato assai crudele, anche perché ultimamente (con qualche ricaduta) si era dato comunque  una bella calmata, usando toni molto più pacati. Pupi su questo sito ci stazionava mattina e sera fin dagli albori del sito stesso.

    Mi auguro per lui che stia trombando come un assatanato.

  6. Sì l’omaggio a Bonetto andava fatto, ma siamo ancora in tempo domenica. Da parte di Boye Njiang e Bonifazi ho ancora visto una caterva di errori, di dribbling persi, di passaggi sbagliati e/o rischiosi: devono ancora mangiare tante pagnotte mentre Molinaro può andare a fare compagnia a Vives (che tecnicamente è ancora indiscutibile).

  7. Toro71(#PRIMAVERARESISTI) 30 novembre 2017 at 21:13
    Ecco: queste sono le conseguenze dell’arteriosclerosi incipiente. Scusami. Comunque mi sono sbagliato solo di quattro…

     
    Rispondi

  8. Toro71(#PRIMAVERARESISTI) 30 novembre 2017 at 21:13
    Ecco: queste sono le conseguenze dell’arteriosclerosi incipiente. Scusami. Comunque mi sono sbagliato solo di quattro. 🙂

     

     

  9. Ciao @Piero…

    Scusa se rispondo solo adesso ma non sto più così tanto tempo sul forum come prima! Però hai formulato  LA MADRE di tutte le domande!! Ahahahha!!! 🙂 !!! E la risposta temo che non sarà né semplice, né facile né tantomeno esaustiva ed ESATTA! Guarda, IO personalmente sono convinto che Cairo resterà al Toro fino a tempo indeterminato, e per alcuni motivi….Il primo di questi è che aveva tempo e modo e motivi per farlo nel lontano Dicembre 2009, e non lo ha fatto….In considerazione del fatto che la situazione, TUTTA la situazione era ben diversa, sia per classifica che per malumori della tifoseria (situazioni collegate, fra l’altro….) non vedo perché dovrebbe farlo ora….Il secondo motivo è che ha investito tanto, sia in termini economici che di tempo, anche se per quanto riguarda il lato economico potrebbe essere rientrato, del secondo (purtroppo…) non c’è possibilità di rientrare: il tempo speso non si può recuperare, su questo siamo tutti d’accordo spero, tuttavia c’è da dire che non è stato speso inutilmente! Checché se ne dica in giro, il Toro in questi 13 anni è passato da un ruolo di “comprimario” ad uno di “quasi protagonista”, e questo si può dire che sia in effetti l’investimento migliore di Cairo, e per completare e raggiungere l’obiettivo in effetti manca poco, e la prova è stata la spesa che Cairo ha sostenuto quest’estate: e qui il buon @stuppiello ne sa’ a pacchi più di parecchi di noi, quindi non mi ci metto neppure a fare di conti, tuttavia se mettiamo insieme il costo di Niang + quello di Berenguer + quello del “Donnarumma Serbo” (a proposito: CHE CANNONATA la punizione!!!) + il fatto di aver “ritoccato” gli ingaggi ai vari Belotti Baselli ed anche a altri allora abbiamo un quadro abbastanza preciso di quanto sia intenzionato Cairo a fare meglio degli anni passati, per lo meno sul piano degli investimenti “puramente economici”…..Resta tuttavia un grosso, grosso interrogativo: come può un uomo come Lui, un Imprenditore con i “contro-fiocchi” che ha creato dal nulla la CAIROCOMM, cha ha preso e sanato La7 e che è arrivato a controllare la RCS come può dicevo non accorgersi che qualcosina a livello di calciomercato NON FUNZIONA? Come può ancora pensare di andare avanti (proprio nel senso di “proseguire” il cammino….) con un DS che non ne azzecca mezza e che viaggia “a fari spenti” sperando di “centrare” il colpo da Jackpot?

    Guarda Piero, sono francamente convinto che Cairo NON MOLLERA’ il colpo, anzi! Vedrai che a Giugno 2018, alla scadenza dei contratti di Sinisa e Petrachi, indipendentemente dalla classifica finale, ci SORPENDERA’ con un paio di NEW ENTRY! Un nuovo Mister ed un nuovo DS! Scommettiamo 😮 ?? FV♥G!!! SEMPRE !!!

  10. Scrissi tempo fa’ che se inviasse dei segnali di cambiamento, di vero cambiamento io ma penso molti altri cambieremmo l opinione di questo imprenditore, ma come si fa’ a non ricordare che con 50 cucuzze in cassa anche quest anno sia ripartito con enormi lacune di rosa, panchina imbarazzante e senza una punta centrale come vice Belotti (cosa inaudita, mai vista e ne stiamo pagando ancora adesso le conseguenze ), per non dimenticare il quasi disinteresse sull investimento Filadelfia (a proposito ma i seggiolini? neanche quelli), e’ chiaro che non vendera’ mai la sua gallinella dalle uova d’ oro, anche perche’ se trovasse l acquirente faremmo prima a vedere ultimato il ponte sullo stretto di Messina prima che si concluda la trattativa della cessione del Toro. Comunque se iniziasse a trovare dei validi collaboratori che capiscano di calcio, se investisse i soldi in cassa per tentare di entrare nel calcio che conta sarei il primo a elogiarlo continuamente modello il dipendente della Cairo Com che scrive su questo blog

  11. Buonasera a tutti, a parer mio Cairo non vendo in primis perché il Toro è una Cash Cow in altre parole una mucca da mungere, e si mungono soldi! Ovviamente ne investe come abbiamo visto quest’estate ma sono soldi entrati dalle vendite! Bisogna inoltre considerare l’apporto pubblicitario che il Toro fornisce alla Cairo Corporation (non per niente è stato insignito di numerosi premi come imprenditore anche grazie alla pubblicità che il Toro porta). Ovviamente è un grande Imprenditore e come tutti gli imprenditori non vende una cosa che in primis rende e secondo lo intrattiene! A lui il Toro piace e negli anni si è impegnato per portato su questi livelli. Non l’ha fatto sborsando soldi e in 2 stagioni ma ne lungo periodo con investimenti OCULATI! Non voleva di certo perderci! Ad oggi il problema è (come credo sostengano in molti in questo sito) il salto di qualità per il quale ci vorrebbero investimenti più alti con rischi maggiori. Di persone interessate purtroppo io non idee… ma mi ha sempre affascitato l’ipotesi Ferrero varie volte accostato al Toro

  12. Cairo è molto più attento al bilancio che all’EL, e come imprenditore il discorso è ineccepibile, come tifoso il discorso non regge. Peccato non capisca che rischiando un tantino in più nelle spese potrebbe anche “rischiare” un ritorno economico e d’immagine certamente superiore a quello attuale. Però potrebbe essere un obiettivo a lungo termine ma con un minimo di ossatura di buona squadra quale potenzialmente abbiamo adesso (con 4 inserimenti come si deve, cioè scelti con competenza, saremmo in champions) è un peccato non approffittarne subito perchè la crisi del calcio Italiano è anche la crisi del campionato, perchè non approffitarne?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui