Ciao Mondo

0
51

Sharing is caring!

Ieri ci siamo svegliati tutti con una bruttissima notizia che non avremmo mai voluto leggere: Emiliano Mondonico, dopo una dura e lunga battaglia, ci ha lasciati.
Durante tutta la giornata ci ha accompagnato una grande tristezza, un senso di vuoto e malinconia.
Emiliano Mondonico è stato non solo prima un giocatore e poi un grande allenatore ma, come detto giustamente dal presidente Cairo ieri in un sentito ricordo personale, Emiliano è stato un papà per il Torino.
Il suo ricordo rimarrà per sempre vivo nel cuore del popolo granata ma anche in quello di tutti gli amanti del calcio poiché, oltre ad essere stato un grande mister, è stata una persona genuina, vera e semplice. Oggi trovare persone così nel calcio è ancora possibile: era così anche Davide Astori. E penso sia proprio per questo che uomini come loro siano entrati nel cuore di tanta gente suscitando affetto e simpatia. Il Mondo con quella frase detta prima di un derby con la Juve: “Noi siamo gli indiani contro i cowboy e chissà che una volta gli indiani non vincano la loro battaglia” ha racchiuso il suo essere oltre a quello dello spirito del Toro. Emiliano è stato proprio questo: un guerriero che non ha mai smesso di lottare e sognare e perciò è una persona da cui prendere esempio.
Io ebbi la fortuna di conoscerlo e di scattare una foto con lui, dopo una partita al Grande Torino, mentre scendeva le scale dalla tribuna stampa con Gigi Lentini. Un incontro che mi rese molto contento e che conserverò sempre nel mio cuore.
Adesso mi piace immaginarlo in uno spogliatoio, il suo habitat naturale, e penso non ci sia posto più bello per lui, insieme a Capitan Valentino e al Grande Torino, sorridente e contento mentre parla del Toro con loro.
Ed è proprio vero come recitava quello striscione: “La sedia al cielo vale più di mille coppe…Grazie Mondo”. Grazie davvero di tutto e continua ad alzare la sedia da lassù. Un forte abbraccio va alla sua famiglia. Adesso il Toro ha un motivo in più per far bene. Buon viaggio Mondo…
Giovanni Goria

 

1 commento

  1. Lassù non ci sono ingiustizie, sicuramente la sedia non avrai più bisogno di alzarla, arrivederci grande Emiliano!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui