Zeca, un nuovo terzino brasiliano per il Toro del futuro

Il campionato non è ancora finito ma il Torino sta già cominciando a muoversi sul mercato in vista della prossima stagione. Uno dei giocatori finiti nel mirino della dirigenza granata è il 23enne brasiliano Zeca, terzino/esterno del Santos, nonché campione olimpico nel 2016 con la nazionale brasiliana (competizione giocata da protagonista con 6 gare su 6 da titolare, impiegato come terzino sulla corsia di destra).

Il suo piede di calcio è il destro, ma può giocare su entrambe le fasce (spesso gioca sulla sinistra), e contrariamente al prototipo del classico terzino brasiliano, solitamente più abile a spingere che a coprire, Zeca si disimpegna bene in entrambe le fasi di gioco. E’ dotato di un’ottima tecnica di base, i suoi piedi sono più da centrocampista che da difensore, e spesso nel Santos è proprio lui a far partire l’azione, grazie ad una eccellente visione di gioco. Un po’ Lahm, un po’ Bruno Peres (peraltro anch’egli arrivò dal Santos), ma anche un po’ Ansaldi. Infatti, come il terzino granata, anche lui gioca sulla sinistra rientrando sovente sul destro per calciare o crossare.

Sul giocatore verdeoro ci sono diversi club, ma la situazione è alquanto intricata: tra Zeca e il Santos c’è una causa legale in corso, relativa al mancato pagamento degli stipendi. Il giocatore ha provato a svincolarsi, salvo poi trovare un accordo per la corresponsione degli arretrati, ma la frattura con il club paulista ormai sembra insanabile e la società sta valutando le offerte (al ribasso): sul giocatore, in passato seguito anche da top club europei come PSG e Atletico Madrid, ci sono anche il Corinthians, il Gremio e l’Internacional, ma le prime offerte non sembrano soddisfare il Santos. Entro un mese dovrebbero arrivare anche delle risposte dal punto di vista legale e il Toro potrebbe aspettare per poi provare il colpaccio. Ma si sa, così facendo, la concorrenza rischia di aumentare. Il giocatore è sicuramente un profilo di assoluto rilievo, e una proposta di poco superiore ai 3,5-4 milioni potrebbe invogliare il Santos ad incassare dei soldi senza rischiare di perderlo a zero.

ABOUT THE AUTHOR: MatteoPedrosi

Ho collaborato con Corriere dello Sport, Sportitalia, Premium Sport, Supereva. Football scout. Grande tifoso del Toro.
  • PupiGol57#CairoVattene 3 Aprile 2018 at 13:12

    se nn ci sono casini in mezzo non li vogliono.

  • granatoroale 3 Aprile 2018 at 17:13

    Anche Benassi era capitano della nazionale under………

  • Maurizio Scarampi 4 Aprile 2018 at 13:29

    Zeca forse, un domani…… la zecca ce l’abbiamo già da 13 anni…..

Lascia un commento