La conferenza stampa di Mazzarri

Tre partite in una settimana: Chievo in trasferta, Milan in casa e Atalanta fuori. Verso un trittico che potrà dare risposte importanti per l’Europa (attualmente a -5), Walter Mazzarri presenta la sfida contro i clivensi in scena domani al Bentegodi.  Si comincia parlando dell’avversario, il Chievo. “I risultati ultimi del Chievo li conosciamo. La loro partita al San Paolo la dice lunga. E’ una squadra temibile, soprattutto sul loro campo, e lotta per la salvezza”.

Teme la rabbia del Chievo? “Rispetto tutte le squadre, sono tutte partite combattute. Gli episodi possono sempre fare la differenza. Incontriamo una squadra in uno stadio ostico, ricordiamo cosa sia successo contro il Verona. Dopo aver battuto l’Inter, se vogliamo fare il salto di qualità dobbiamo pensare al Chievo come una squadra di altissima classifica. Si sono vinte due partite difficili, contro Cagliari e Crotone. E poi abbiamo vinto bene contro l’Inter”.

Sulla rincorsa all’Europa? “I discorsi li porta via il vento. Per parlare di qualsiasi cosa, bisogna fare una grande prestazione contro il Chievo. Ci vuole continuità di rendimento. Guardate cosa è successo in Champions. Questo deve fare riflettere tutti. Sono queste (quella contro i veronesi, ndr), le gare da vincere per dimostrare di essere grandi”.

Su Ljajic: “Ha avuto un risentimento muscolare, le tre partite hanno portato a qualche acciacco. Domani lo valuterò, è uno di quelli che ha fatto meglio contro l’Inter (convocato, ndr)”.

Niang? “E’ reduce un piccolo stiramento, sta cercando di recuperare ma domani non sarà disponibile. Lyanco? Ho la sensazione che non rientri da qui alla fine della stagione”.

Fuori Ljajic, dentro Edera? “Per non cambiare troppo i circuiti, metterlo nella posizione di Ljajic mi sembra un po’ prematuro. Penso e spero di poter recuperare Adem. Se ci crede, Edera può fare il centravanti o la seconda punta”.

Verso Chievo, Milan e Atalanta? “Anche io quando do input alla squadra, dico che non possiamo permetterci di fare turnover. Magari in futuro, adesso no. E questa settimana non ho molta scelta”.

Bonifazi? “Ha grande prospettiva. I giovani vanno inseriti nel momento giusto, sono sicuro che ci sarà molto utile nelle ultime partite della stagione. Non ci dimentichiamo che l’ho fatto esordire io”.

Baselli trequartista? “Deve andare alla ricerca di se stesso. Può fare tanti gol”.

Il Var? “Ci vuole, e sono favorevole. Spero di vederlo presto in tutta Europa”.

Lo stato di forma. “Le prime due partite, eravamo in un momento negativo. Non siamo tantissimi in queste partite. Abbiamo preso la strada giusta. Dobbiamo pensare di settimana in settimana. Voglio aspettare per dare delle verifiche”. (tuttomercatoweb.com)

ABOUT THE AUTHOR: La Redazione

La Redazione di CuoreToro.it

Lascia un commento