Toro, perso l’ ultimo treno per l’ Europa

Con la brutta sconfitta di ieri a Bergamo contro l’ Atalanta per 2 a 1, per il Toro si è praticamente spento il sogno europeo. Una sconfitta meritata che lascia tanta rabbia e delusione e questo diventa l’ennesimo campionato mediocre dove non si è riusciti a raggiungere gli obiettivi prefissati a inizio stagione. Questa squadra, anche ieri, ha dimostrato di avere poche idee e poca grinta. È vero che c’erano molti assenti importanti, tanti che giocano numerose partite di seguito e di conseguenza si trovano troppi minuti sulle gambe, ma questa non deve essere una scusante. Bisogna fare un “mea culpa”, pensare a chiudere il più dignitosamente possibile questo campionato e progettare il prossimo con tanto lavoro da fare e tante cose da cambiare. C’è da fare un salto di qualità e sono fiducioso che possa arrivare con Mazzarri alla guida della squadra.
Come abbiamo scritto ieri sulla nostra pagina Facebook (cuoretoro.it), in un post che ha trovato tanti consensi da parte dei tifosi granata: “Le squadre che puntano all’Europa hanno presidenti ambiziosi e competenti e soprattutto ds preparati (Corvino, Osti, Pradé). C’è da cambiare e molto. Ci permettiamo di suggerire Sabatini, svincolato.” Sabatini è un nome che è già stato sondato dal presidente Cairo e già girato in orbita Toro. Sabatini potrebbe essere veramente l’uomo giusto che al Toro potrebbe fare molto bene, per la sua professionalità ed esperienza. La cosa sicura è che, Sabatini o no (e speriamo di sì),la società deve prefissare obiettivi e soprattutto realizzarli.
Quella di ieri è stata sicuramente la partita del Mondo, per il suo importante passato all’ Atalanta e al Toro. Speriamo che ci dia una mano e come aveva già fatto… continui a far sognare questa piazza.
Giovanni Goria

Lascia un commento