Le Casse del Toro sono in salute…ora tocca al mercato…

Su diversi quotidiani, da La Stampa a Tuttosport e anche la Gazzetta , si è dato risalto al fatto che il Toro ha raddoppiato il fatturato 2017 rispetto all’anno precedente.

Il Toro ha infatti registrato a Bilancio 2017  un Fatturato di 146 milioni di Euro. Quasi metà di esso generato  grazie alle plusvalenze.

Il tutto condito da margini e utili positivi , zero debiti con le banche e una situazione e salute finanziaria invidiabile.

Allora cosa possiamo aspettarci da questo mercato? E’ ovvio che dopo avere letto certi articoli, il tifoso granata ora si aspetti grandi cose da Cairo non solo nei bilanci ma anche nei fatti. Cairo il maestro dei risanamenti aziendali dal punto di vista finanziario ora dimostri di essere migliorato anche come Presidente di calcio. Perchè se si puo spendere si spenda. In campo vanno i giocatori non i soldi e neanche i bilanci.

E non serve cedere qualche Big.

Il Toro ha risalito la china 6 anni fa posizionandosi stabilmente in Serie A nella prima metà della classifica. E’ una cosa buona e giusta ma puo bastare questo a una tifoseria e a una piazza come quella granata ?

Certo che no.

Ora gli ultimi tre anni dovrebbero avere insegnato qualcosa ; se la coperta viene accorciata non c’è tecnico che possa far miracoli . In una stagione certe mancanze certi buchi nella rosa si pagano. Al termine del ciclo di Ventura mancava il centrocampo . Nel primo anno di Sinisa il Toro era completo in tutti i reparti tranne che in difesa. Quest’anno invece il Toro aveva rinforzato la difesa ma indeobilito la Rosa e non rinforzato le fasce. Mancavano alternative ai titolari.

Insomma mai una coperta completa.

Inoltre sono state fatte delle scelte sbagliate sul mercato , Niang e Sadiq purtroppo sono stati buchi nell’acqua cosi come Valdifiori l’anno prima. Ma questo puo accadere. Ciò che non puo più accadere è la mancanza di coraggio nell’investire, la mancanza di tempismo nel chiudere, la mancanza di conoscenza profonda dello stato di salute psicofisica di chi si compra.

Mi riferisco ad esempio ad Avelar che fu preso e si ruppe due volte; si sapeva che era a rischio recidiva sul ginocchio. Cosa che invece per Lyanco non si poteva credo prevedere cosi come per Bonifazi. Si poteva immaginare che Sadiq era troppo acerbo e fragile per caricarsi il ruolo di vice Belotti. Si poteva immaginare che investire ben 14 o 15 milioni su Niang era un rischio. Tali cifre vanno spese quando vai sul sicuro, tipo un Immobile , un Belotti, o ad oggi un Simeone o Zapata . Gente integra che ha già dimostrato serietà professionale e collocazione tattica certa. Niang è un giocatore atipico di non semplice collocazione.

Adesso si leggono nomi: Verissimo sembra buono, una sfiga come per Lyanco capita una volta ogni tanto mica sempre. Ma si decida ad affondare il colpo non voglio vedere altri Ghoulam Ilicic o Donsah. In difesa poi serve anche altro stante la salute di Lyanco e la non affidabiità totale di Bonifazi. Uno tipo Tonelli per esempio.

Si leggono nomi per l’attacco , ma dove il Toro ha urgenza di rinforzarsi è a centrocampo. E’ vero rientra Lukic ma non sara lui a poter risolvere tutti i problemi. Inoltre potrebbe partire Acquah oltre a Valdifiori  mentre Obi resta un po una spada di damocle con i suoi muscoli fragili. E Rincon è calato molto negli ultimi mesi. Servono quantità e qualità. E non esiste solo Donsah. Penso a Bouma Sarr per esempio o Imbula gente con esperienza e qualità. Anche Grassi non è male se totalmente guarito dall’infortunio mentre non conosco Barkok dell’Eintracht.

Perchè non provare a prendere Jankto dall’Udinese?

Le fasce. Via Molinaro abbiamo Barreca Ansaldi Berenguer e De Silvestri. Barreca è un po un rebus. Starà bene? E’ adatto al modulo di Mazzarri? Berenguer puo giostrare a tutto campo nel 352 come ha dimostrato nelle ultime partite e come giocava in Spagna , ma ha limiti difensivi. De Silvestri è un grandissimo, non si ferma mai, ha grinta e segna ma tecnicamente non è eccelso.

Quindi se è vero come scrivono i quotidiani che le casse del Toro sono in salute, mi aseptto un mercato in salute anch’esso per vedere una squadra sempre più in salute e in grado di fare quel piccolo salto di qualità

Perchè questo serve, non un salto in lungo da guinness. Basta un salto di alcuni cm in più.

Se pensiamo che il Toro quest’anno rischia di essere fuori dall’Eruopa per soli tre punti , nel caso il Milan venisse estromesso, si capisce come sarebbe bastato poco, pochissimo come spesa per avere una Rosa più coperta, per poter tappare le falle nei momenti del bisogno come avvenuto da Ottobre a Marzo causa infortuni ripetuti o causa impossibilità di far rifiatare alcuni giocatori.

Sarebbe bastato poco per evitare il pareggio del Verona o la vittoria della Fiorentina a Torino. O il pareggio del Chievo.

Questi errori non devono essere ripetuti. Le casse del Toro sono sane? Benissimo lo si dimostri sul mercato per raggiungere finalmente un obiettivo con le proprie forze senza asepttare i guai altrui come avvenne nel 2015.

E per cortesia si faccia una squadra in grado di reggere degnamente un Derby o un match contro il Napoli o contro la Roma. Insomma che si riesca a fare qualche punto in più anche con le tre prime della classe, specie nel Derby , partita che quest anno ha provocato sconquassi nel morale di giocatori e tifosi sia all’andata che al ritorno. Sconquassi pagati in termini di punti persi.

Non pretendiamo lo scudetto ma una squadra di cui andare orgogliosi sempre, e non a intermittenza , sì.

Quest’anno si puo , l’ho detto anche tante altre volte e sono stato smentito.

Vediamo cosa accadrà stavolta.

Forza Toro

 

 

 

ABOUT THE AUTHOR: Djordy64#Forza Ragazzi vogliamo l'Europa#

Sono granata dal 1972
  • fabio stuppiello 31 Maggio 2018 at 6:01

    Il Torino deve correttamente come sostieni fare grossi acquisti a centrocampo.
    Quanto al bilancio teniamo conto che nel 2017 sono cadute 72 ml di plusvalenze; ora togliete al 2018 questo importo confermando i 92 ml di costi che restano. Abbiamo infine da riscattare Niang Rincon Ansaldi Nkolou tutti nel 2018 e pensate che il bilancio al momento va male.

  • fabio stuppiello 31 Maggio 2018 at 6:02

    Fate questo calcolo a cui vanno aggiunti pure gli acquisti; di sicuro faremo comunque un gran mercato.

  • GrilloParlante 31 Maggio 2018 at 6:29

    La storia si ripete (e si ripetera’). Tutti a dire che l’attacco va bene cosi’ e che serve investire a centrocampo ed in difesa, tutti a sognare e dare nuovo credito al Gran Bugiardo. Ricordatevi che quando abbiamo avuto gente buona e con mercato si e’ venduto per andare all’incasso (Darmian? Bruno Peres? Glik? Zappacosta? Immobile? Cerci?) accampando sempre le stesse scuse: non era convinto di restare, voleva andare, non e’ colpa nostra… Belotti e’ rimasto perche’ nessuno ha aperto i cordoni della borsa, Liajic perche’ nessuno ha voluto rischiare il suo acquisto, Baselli e’ bello caldo sulla rampa di lancio (con vista piazza mercato). Non illudetevi, questa estate qualcuno sara’ venduto a dispetto dell’attivo di bilancio (il monte ingaggi in rialzo, i costi fissi, l’inflazione, i seggiolini del Fila, le cavallette, etc. etc.) e se incasseremo 100 si investira’ 50 come e’ sempre stato. Farispenti fara’ incetta di mezze calzette e per il prossimo campionato avremo ancora una rosa da meta’ classifica: come sempre. Dopo tredici (13) anni lunghi e grigi dovremmo aver capito ma non e’ cosi’. A settembre qualcuno ancora dira’: in fondo la rosa non e’ male…eh ma se non c’e’ lui…per fortuna che ci ha comprato…. Non dobbiamo essere rassegnati alla mediocrita’ in cui ci vuole il Mandrogno: la sua maschera e’ gia’ caduta da molto ma non si vuole guardare in faccia la realta’. E’ ora che si decida a vendere, il Toro merita un presidente vero, il Toro merita di tornare in alto. FVCG.

  • dalla mutta 31 Maggio 2018 at 10:51

    Il max delle vostre ambizioni ė raggiungere un preliminare di EL….be avete il presidente perfetto…ogni 10 anni vi regalerå questo orgasmo

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 31 Maggio 2018 at 15:53

    @Fabio Stuppiello: No i conti non vanno male . Se leggi i gironali i conti vanno alla grande. Nioente piu debiti , Fatturato doppio Bliancio positivo. I margini per un mercato ottimo ci sono tutti . Su un giornale credo Tuttosport si ipotizzava 40 milioni di possibili spese

    Le uscite di cui parli non sono da conteggiare perchè vanno è vero nel bilancio 2018 che verrà ufficializzato il prox anno ma devi conteggiare allora anche le entrate come quella di Zappa pagata quest’anno e credo pure Benassi . Sono 30 milioni contro i 20 dei riscatti di cui parli

    Tu parli di costi ma non parli di introiti. Ci saranno altri introiti che vanno a bilancio.

    Le casse sono in salute bravo Cairo ma ora tocca al campo . Non sono i bilanci che segnano o fanno vincere sul campo ma i giocatori . Servono rinforzi a centrocampo difesa ma anche attacco e fasce.

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 31 Maggio 2018 at 16:00

    @Grillo: condivido molto di quel che dice ma non tutto

    Non sono solo brocchi quelli che vengono presi e non dimenticare una delle ricchezze fondamentali per una società come il toro cioè i giovani e il vivaio.

    Il vivaio è ormai tornato ai vertici , ora deve produrre frutti per la prima squadra . Per ora abbiamo solo Edera e Barreca che hann fatto cose di livello in A. Bonifazi deve dimostrarlo. Ma la primavera attuale , a prescindere di come finira oggi con la viola è di grande livello

    E di buon livello sono alcuni giocatori presi negli utlimi anni. Nkoulou, Sirigu, Falque, Ansaldi , Liaijc e io ci metto pure Berenguer sono gente di ottima qualità. E aspetto Lyanco e Lukic ( Boye ormai temo di no)

    Per il resto anch’io vorrei si investisse di più nella squadra perchè mi sono rotto le palle di stare a meta classifica come un Udiense Genoa o Bologna qualsiasi . Noi siamo il Toro

    L’ho già scritto in passato . Gli step da fare erano e sono tre: Settore giovanile, Europa e stadio di proprietà. Ad oggi ha fatto solo il primo ma non basta

    Se non si riesce a fare il resto , ovvero consolidare nelle prime 6 e avere Stadio di proprietà meglio cedere sono d’accordo . Ma a qualcuno con piu soldi idee e voglia. Se no mi tengo Cairo

     

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 31 Maggio 2018 at 16:01

    @Dalla : a chi ti stai rivolgendo? A me non credo …nel caso rileggi

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 31 Maggio 2018 at 16:04

    @Grillo : dimenticavo Belotti Baselli e Obi . Senza infortuni sono tutti e tre di ottima qualità.

    Spero non venga ceduto nessun big , nel caso deve essere reinvestito tutto. Non come avvenuto di recente con Zappa o anni fa con Cerci.

  • GrilloParlante 31 Maggio 2018 at 17:02

    @DJ: aspetta e spera, io non ci credo.

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 31 Maggio 2018 at 18:07

    @ Grillo : alle prime 6 posizioni ci credo piu che altro voglio crederci
    Allo stadio di proprieta no visto quanto ha spiluccato sul Fila che di prprieta sarebbe costato un ottavo dello Stadio
    Poi c e sta ipoteca di 38 milioni ……figurati …

  • GrilloParlante 31 Maggio 2018 at 18:12

    @DJ : Per lo stadio non ha di certo voglia di investire (ma quandomai!) e starà in affitto agevolato per i prossimi 20 anni. La classifica senza un progetto non si migliora. L’unico progetto che vedo è galleggiare a metà classifica.

  • granatoroale 31 Maggio 2018 at 21:42

    Anche quest’anno prevedo degli arrivi bilanciati da altrettante partenze, per cui la coperta del Toro rimarrà irrimediabilmente corta. E se le partenze si chiamassero Belotti, Baselli e Ljiaic (nel caso facesse un ottimo mondiale) per i rinforzi si creeranno difficoltà piuttosto serie. Non c’è volontà di rischiare, ma solo quella di chiudere pareggiando i conti con ampio margine per dormire tra due guanciali, lasciando il Toro appeso tra la dx e la sx della classifica, ovvero l’aurea mediocritas che non è mai stata da Toro. Per quel che mi riguarda poi, arbitri, segnalinee o VAR ne ho le palle piene di perdere derby a iosa: BASTA!!!

  • topotoschi45 1 Giugno 2018 at 13:49

    per lo stadio ha avuto la possibilita’ di avere amplissime agevolazioni,ma non gli frega niente e le ha rigettate.

    per il robaldo,non e’ solo colpa comunale,lui vuole uno sconto,o qualcosa di simile,sull’iva.

    mi avevan spiegato sto fatto,ma non ricordo tutto.

    uno che ci tiene avrebbe chiesto a gran voce un presidente fondazione Filadelfia.

    e’ solo un cinico speculatore,bugiardo e falso

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 2 Giugno 2018 at 16:41

    @Ganatoroale: Concordo, anch’io sono sutfo di stare appeso tra 9 o 10 posto è ora di salire la china.

    Non credo e non posso credere che vengano ceduti tutti e 3 . Forse solo Baselli parte, Gallo e Adem mi auguro davvero di no. Specie Adem Liaijc sarebbe impossibile da sostituire con  un pari livello perchè per sostituire uno cosi dovresti spendere almeno 40 – 50 milioni. Che non abbiamo.

    Belotti credo rimanga con quella clausola .

    Baselli invece potrebbe partire ma come al solito eve essere sostituito con un pari livello magari piu giovane se non meglio tenerlo.

    Se non facciamo come i gamberi un altra volta

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 2 Giugno 2018 at 16:44

    @Topo: vero ricordo la proposta che gli fece il gobbo Fassino. Gli propose di eliminare le ipoteche o gli promise di farlo e in cambio chiese una proposta di offerta.

    Arrivo solo la proposta di pagamento dell’affitto….come per il Fila.

    Purtroppo fa i suoi interessi. E se gli interessi suoi e quelli del Toro coincidino bene se no non si cresce.

     

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 2 Giugno 2018 at 16:47

    @Grillo: purtorppo anch’io tempo che lo stadio con lui sara sempre solo in affitto come il Fila.

    Per la squadra invece confido in Mazzarri e nei nuovi arrivi, al 6 posto ci voglio credere  . A patto che non vengano ceduti i migliori o alcuni di essi ( Liaic, Iago, Nkoulou, Sirigu, Belotti, Ansaldi, Baselli, Obi, Edera )

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 2 Giugno 2018 at 16:47

    Temo non tempo

  • roberto79 2 Giugno 2018 at 22:38

    Djordy64 in un calcio malato fondato sull’apparenza, avidità.. come può Il Toro fondato su altri valori come solidarietà e etica del lavoro tornare  a competere in pianta stabile per le prime 5 posizioni e vincere qualcosa?

  • roberto79 2 Giugno 2018 at 22:44

    Sull’ipoteca da 38 milioni di € dell’Olimpico è da rivolgere ai politici di ogni schieramento.

     

  • Fabry C 3 Giugno 2018 at 14:51

    Be fidarsi di uno come Fassino……quello del dito medio….quello che non ne azzecca una da molti anni…
    O tolgono prima le ipoteche….altrimenti non si puo’ fare nulla….ma forse, non le tolgono apposta.
    Intanto il tempo passa, le merde crescono e hanno sempre i soliti favori dalle istituzioni……loro.

  • granatoroale 3 Giugno 2018 at 21:48

    Un Toro competitivo spaccherebbe estremamente le balle delgi striati che oltre che crederesi padroni di Torino oggi si sente padrona d’Italia e basta così perchè deve rendersi conto padrona d’europa non lo sarà mai. Lo “smacco” del 1976 dove furono rosicchiati i famosi 7 punti di distacco non ha mai smesso di bruciare e la pagò cara Orfeo Pianelli che fu portato al fallimento per aver “osato” troppo. Da allora non ci è più stato permesso emergere ed alla nostra presidenza si sono succeduti personaggi davvero “originali”(eufemismo). Oggi per vincere qualcosina ci volgiono una barca di soldi(che non abbiamo) o una valanga di c..lo(che non abbiamo mai avuto) ma non per questo ci rassegnamo a far da comparse: la maglia del Toro deve diventare, per chi la indossa un’armatura da gladiatore che combatte senza nessuna tregua, lascio l’esempio tre nomi che mi piace citare: Ferrini, Cereser, Agroppi tre fenomeni non di stile e non di tecnica, ma di carattere. Che le nuove promesse ne seguano l’esempio. FORZA TORO!

  • PupiGol57#CairoVattene 4 Giugno 2018 at 0:08

    credo che l’obiettivo di cairo insieme alla dirigenza gobba sia proprio quella di spaccare la nostra tifoseria cambiandole identità, cosi da disperdere i vecchi valori e i tifosi di sangue.

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 4 Giugno 2018 at 23:18

    @Roberto79 : concordo in pieno.Ma il calcio è bello proprio perchè a volte è imprevedibile.

    Anche in un calcio malato e superificale come oggi puo emergere una volta un Leicester o una volta il Kaiserslautern o un Lipsia andare in Cahmpions o un Hoffenheim andare in Europa.

    Un Nizza tornare in Cahmpions dopo secoli , Un Valencia giocarsi la Cahampions dopo anni di nulla eccecc

    Perchè non puo capitare anche al Toro?

    Qualcuno giustamente puo dire: nessuna delle squadre citate convive con una multinazionale mangiasoldi e mangiascudetti corrotta e mafiosa come invece siamo costretti noi.

    Ma io confido ancora nello sport e nel DNA granata che anche se ce lo hanno quqai estirpato è ancora vivo

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 4 Giugno 2018 at 23:23

    @Fabry: in effetti fidarsi di Fassino il gobbo di sx non è il caso , però è l’unico che certi passi aveva tentat di muoverli. Gli altri se ne sono sbattuti le balle

    Sul fatto di non toglierle apposta questo è certo. Chissà che un giorno non arrivi finalmente un sindaco che antepogna gli interssi granata a quelli di potere ….Babbo Natale forse ancora esiste ….

    Credo che l’unica alternativa è che arrivi uno sceicco che voglia investire sul calcio italiano

    A quel punto il Toro +è oggi il piu grande affare in tutta la SerieA come rapporto costi-benefici-stato di salute finanziaria-valore -appeal -tifosi- vivaio -margini di crescita.

  • Djordy64#Balotelli vieni al Toro!# 4 Giugno 2018 at 23:34

    @Granatoroale : applaudo al tuo commento. E’ tutto vero diamo fastidio agli strisciati per varie ragioni. Credo che ormai ci sabotino anche da ben prima di Pianelli.

    Per inciso nel 76 recuperammo 5 punti in 3 partite non 7 ma poco importa .

    Pianelli è stato costretto a lsciara, Tanzi fu consigliato a non prendere il Toro, Rossi fu spinto a vendere dopo pochi anni, Borsano fu portato al fallimento della propria azienda trascinando anche il Toro, Giribaldi fu obbligato a rinunicare lasciandoci nelle mani del solo Calleri che ci distrusse, Cimminelli fu spinto a prndere il Toro con una cordata ma rimase solo, come successe a Calleri , con le conseguenze che sappiamo di saliscendi conintui dalla A alla B fino al fallimento.

    Il fallimento fu pilotato anche dagli stadi. I gobbi vennero aiutati e incentivati a costruirsi lo stadio proprio che oggi rappresenta una grande fetta del loro fatturato. Il Toro fu obbligato a stare da solo nel vecchio comunale e pagarsi l’affitto e manutenzione da solo. Cimminelli spese troppo nel rifacimeto dello stadio e anche questo lo portò alle famose fideiussioni e poi al fallimento Ergom dopo il Toro. Cairo fu osteggiato nel periodo della prima e unica retrocessione con lui ; il toro venne danneggiato dagli arbitri e sospinto in B e poi danneggiato per restarci. Qualcuno era convnto che Cairo fallisse o mollassse invece non falli e non mollo.

    Il Toro tornò nel 2012 in posti piu consoni con la sua storia , ma sempre restando piu o meno tra il 9 e 11 esimo posto , con l’eccezione dell’anno del fallimento Parma

    Tutto questo conferma quanto hai detto

     

Lascia un commento