Cairo sul mercato: ‘Lavoriamo sottotraccia, non servono molti colpi’

Il presidente del Torino, Urbano Cairo, era presente quest’oggi a Superga alla commemorazione del Grande Torino da parte delle formazioni del settore giovanile. Dopo la consueta celebrazione religiosa, ufficiata da Don Riccardo Robella, il presidente granata ha parlato del mercato del Torino.

“Non voglio parlare di singoli e fare nomi, dobbiamo lavorare sotto traccia, sappiamo cosa fare, abbiamo parlato col mister e con Petrachi, vediamo quello che si può fare, e lo faremo”. Poi su Baselli: “Lo stimo, è un ragazzo in gamba, di qualità ma in questa fase meglio non parlare dei singoli o parli dei soliti”. Sulle entrate:”Appena avremo novità le comunicheremo, meglio lavorare sotto traccia, perché altrimenti perdi l’obiettivi, non voglio fare troppi proclami o poi ti scappano i giocatori”. Sulle operazioni in entrata: “Non dobbiamo fare chissà quanti colpi, faremo una cosa per volta”.

(fonte calciomercato.com)

ABOUT THE AUTHOR: La Redazione

La Redazione di CuoreToro.it
  • GrilloParlante 31 Maggio 2018 at 10:10

    lavora sottotraccia, sbuca in Cina e sparisci.

  • lucerina69 31 Maggio 2018 at 10:33

    I pentacampioni del bilancio anche quest anno lotteranno x l ambito ottavo posto….ma sparisci una volta x tutte..pezzo di ….

  • dalla mutta 31 Maggio 2018 at 10:43

    Pochi colpi…uno ma secco.. ahaha

  • fabio stuppiello 31 Maggio 2018 at 13:34

    Giusto giusto, non servono più di tre acquisti, la squadra c’è ed è estremamente importante, per cui bene, sono bastevoli tre interventi, come da piano societario.

  • lucerina69 31 Maggio 2018 at 13:35

    Dalla, sto ridendo da mezz’ora..ahahahahahhhhhhhhhahahahhh

  • fabio stuppiello 31 Maggio 2018 at 13:36

    Poi oltre ai tre acquisti, ovvio che non mancheranno grossi acquisti per le giovanili, e qualcosina per la panchina come il secondo portiere

  • lucerina69 31 Maggio 2018 at 13:39

    Quindi stuppi ti credi che obi,valdifiori,acquah,molinaro,rincon,niang e mettiamoci i ritorni si boye,lukuc,gustfanson, giocatori perennemente infortunati come binifazi,barreca,lyanco siano giocatori che ti diano una giusta affidabilità x fare un torneo da europa..xche i tifosi veri vogliono l europa e del bilancio ci interessa poco..ah ho dimenticato niang…x arrivare decimi puo tranquillamente confermare tt…tanto il suo.scudetto è il bilancio

  • fabio stuppiello 31 Maggio 2018 at 15:09

    Ma no, l’idea è quella di fare bene, meglio del campionato scorso e dopodichè va tenuto un profilo basso, per non eccedere in aspettative controproducenti.
    Ma come detto l’organico è importante anche per gli ingaggi erogati, pari a 55 ml, e poi 72 ml di plusvalenze vanno tolte nel 2018 e quindi…

  • dalla mutta 31 Maggio 2018 at 15:27

    e quindi TACI …per sempre…….un altro colpo secco e via

  • Marco Corti 31 Maggio 2018 at 15:48

    Sto seguendo le prove di Parigini in questo ciclo di amichevoli della nuova Under 21, chissà se Mazzarri giungerà a diverse conclusioni rispetto ai mister che lo hanno preceduto…

    Edera, Bonifazi, Barreca, Adopo, Koné….e Parigini, io li terrei tutti. Pure Ljanco.

  • fabio stuppiello 31 Maggio 2018 at 16:39

    Dalla Mutta non essere riluttante, questa società ha risollevato un cadavere, il Toro era un cadavere facendolo vivere nel lusso della serie A, zona sinistra dove raramente è stato nel suo passato.

  • dalla mutta 31 Maggio 2018 at 17:12

    Qui purtroppo i cadaveri scrivono

  • GrilloParlante 31 Maggio 2018 at 17:51

    Questo è un gobbo vergognoso che si permette di scrivere, impunito, le peggiori nefandezze. Bannatelo.

  • fabio stuppiello 31 Maggio 2018 at 18:23

    Rammentata la realtà degli ultimi 30 anni, poi su epoche remote non ho fatto riferimento.

  • GrilloParlante 31 Maggio 2018 at 18:59

    Tu rammenta la triste realtà degli ultimi 13. Negli ultimi 30 abbiamo (noi, non tu) una finale UEFA, quarti coppa delle coppe, una coppa Italia che per la cairese, non per il Torino, sono fantascienza. Rintanati nel tuo buco.

  • fabio stuppiello 31 Maggio 2018 at 19:16

    Questo Torino che nulla ha da spartire col precedente per stile e calciatori di fama internazionale che vanno pure al mondiale paga lo scotto di essere rinato da una fogna, da cui si è usciti senza neppure le cannottiere; le vittorie dei trofei ci mancano per aver dovuto rifare tutto dal niente.

  • GrilloParlante 31 Maggio 2018 at 19:31

    Dalla fogna sei uscito tu, mentitore seriale, pasdaran del braccio mozzo. Sparisci.

  • fabio stuppiello 31 Maggio 2018 at 20:08

    Quindi lei sostiene che Urbano Cairo ha ereditato un Toro forte da come parla? Magari ha raccolto un Toro già in Europa?
    Bene, mi fermo e non proseguo, lei è troppo accecato dal tifo per capire.

  • GrilloParlante 31 Maggio 2018 at 20:17

    Certo, la cairese partecipa abitualmente alla Champions League. Pupazzo.

  • granatoroale 31 Maggio 2018 at 21:26

    Parte dx o sx della classifica non cambiano un Toro che di certo negli ultimi 5 anni è fortemente demotivato  ( in particolare nei derby) e perennemente ad ogni fine campionato privato dei pezzi migliori che gli avrebbero permesso  oggi come oggi un salto di qualità notevole che addirittura nel campionato scorso avrebbe potuto portarci in champions. Non appena ci rendiamo conto di avere in squadra un elemento di valore puntualmente viene messo sul mercato al miglior offerente. Non faremo mai tanta strada in queste condizioni e non c’è volontà di fare meglio, avere sempre e soltanto un bilancio positivo non può essere la sola aspirazione di una squadra di calcio.

Lascia un commento