Ma quanto ci costerà Mazzarri? E ne varrà la pena?

Più passa il tempo e più si potrebbero avverare le previsioni di chi lasciava intendere che ci potesse essere una mezza-rivoluzione in casa nostra…..Il “modulo” che l’attuale allenatore predilige (3-5-2) porterebbe appunto ad un semi-stravolgimento dell’attuale rosa, e se questo da una parte potrebbe significare l’allontanamento (finalmente..) di alcuni calciatori che non hanno dato l’apporto previsto/sperato, dall’altra invece potrebbero lasciarci quelli che invece hanno dato (oppure in previsione lo potrebbero…) davvero tanto….E’ di queste ore infatti il rumors relativo a Iago Falque, giocatore che ha sempre “fatto il suo” là davanti, risultando addirittura il miglior bomber della passata stagione con 12 reti, senza contare le sue prestazioni in Coppa Italia, meritevoli di nota anch’esse!

Mazzarri non ha mai fatto mistero di voler “una rosa più snella” ed anche “4 giocatori d’attacco in tutto” facendo rientrare Ljajic nel conteggio…alla luce di queste considerazioni quindi fra gli attuali Belotti Niang Falque Ljajic Edera e Berenguer possiamo affermare che tolto il Gallo, per il quale è possibile la cessione solamente nel caso del pagamento della somma rescissoria oppure di una cifra comunque significativa, tutti gli altri sono “sul mercato”…. Bisogna a questo punto distinguere fra mercato e mercato: c’è chi come Edera e Berenguer potrebbero avere “mercato” come prestiti e chi invece come Niang e Ljajic potrebbero avere mercato come cessioni a titolo definitivo soprattutto nel caso disputassero un buon Mondiale…..Il buon Falque invece il Mondiale non lo farà, però per Lui parla già il campo: 35 presenze l’anno scorso, 37 quest’anno….12 reti in campionato l’anno scorso, 12 reti quest’anno + 2 in Coppa Italia, 8 assist l’anno scorso in campionato, 8 assist quest’anno, mai espulso, 2 ammonizioni l’anno scorso ed altrettante quest’anno: numeri che stanno ad indicare A CHIUNQUE che fa della costanza di rendimento la SUA FORZA: una presenza magari silenziosa e poco appariscente in campo, ma che alla fine PESA, sempre….  Questo il giocatore che rischiamo di perdere, oltretutto considerato da moltissimi “uno scarto della Roma” visto che abbiamo la pessima abitudine di prendere con eventuale riscatto giocatori che altrove non si sono trovati bene….. Quindi la domanda che mi viene sempre più spesso in mente è questa: cessioni “eccellenti” ed anche un po’ troppo frettolose, magari, siamo poi davvero sicuri che saranno il giusto prezzo da pagare per arrivare là, dove arriveremo? Ma soprattutto, DOVE arriveremo? QUANDO? A QUALE PREZZO?

ABOUT THE AUTHOR: BERTU62

Autore della rubrica "Se non lo ami quando perde..."
  • PupiGol57#CairoVattene 13 Giugno 2018 at 23:00

    anche: a pensar male si fa peccato ma….. massì dai ormai siamo abituati, ma nn dite che non eravate al corrente o che non avreste mai immaginato.

  • Piero 14 Giugno 2018 at 19:23

    Non sono un fan di Mazzarri e non ne ho mai fatto mistero, ma questo non mi induce a pensare che egli se ne debba andare.Proviamolo, magari  le mie sono prevenzioni ingiustificate. Però, diciamocelo:- Non è che le sue gesta abbiano lasciato segni indelebili nella storia del calcio nostrano se poi si guarda all’Inghilterra è stato una meteora.Ma dalle nostre parti, quando non si hanno disponibilità sufficienti si dice che non si ha lardo da dare ai gatti e in tutta sincerità, vista l’avarizia che si coltiva dalle nostre parti, la disponibilità del lardo per gatti è minima. Quindi si può dare una chance anche a Mazzarri. Certo che come si muove mi fa paura.Vedremo.

     

    • BERTU62 14 Giugno 2018 at 21:58

      Ciao @Piero! Devo confessare che un pochino di quello che ho scritto è anche provocatorio 🙂 , però mi è servito per porre l’accento sulla domanda vera: “Il rischio VALE la candela?”….Voglio dire, l’anno scorso abbiamo “immolato” sull’altare delle “esigenze di modulo/reparti” calciatori come Benassi Lopez Zappacosta perché il Mister di turno (Sinisa Mihajlovic) aveva dato queste indicazioni (forse…), eppoi abbiamo visto com’è finita la vicenda della panchina….Ora è la volta di Mazzarri di sedersi in panchina, nuovo modulo (ma si sapeva, no?) e nuove indicazioni (“..rosa ristretta, massimo 4 attaccanti…ecc…ecc…”) con all’orizzonte cessioni “eccellenti”, oltretutto in un reparto che è stato l’eccellenza (per noi) della scorsa stagione: sarà così? E se SI’, ne varrà la pena veder andar via uno Iago, uno Ljajic, un Edera, un Berenguer? Certo certo, so bene che sono domande stupide, che è inutile farsele perché…..Già, perché?
      Alcuni risponderanno “..Perché tanto saremo sempre lì, fra l’8° ed il 10° posto, e nulla sarà cambiato!” ed altri magari “.. Perché tanto a fronte di queste (o anche ALTRE…) partenze “eccellenti” chiunque arriverà NON SARA’ all’altezza bensì l’ennesima scommessa persa!” e forse avranno anche ragione…Da qualche parte ed in qualche momento si dovrà ben cominciare ‘sto benedetto PERCORSO DI CRESCITA, no? E allora perché proprio non quest’anno con Mazzarri? Come direbbe il fratello granata @djordy “quest’anno faremo uno squadrone!”…..Ma questo Lui lo dice ogni anno….E a forza di dirlo comincia anche Lui a crederci sempre meno….

Lascia un commento