Torino-Chapecoense tra le nuvole

0
98

Sharing is caring!

Spesso volgo lo sguardo al cielo e mi domando: “dove saranno tutti loro?” C’è così tanto spazio oltre le nuvole che nessuno sa. Mi distolgo da quel pensiero, mi guardo attorno e comprendo quanto poco spazio invece ci sia qui. Sulla terra. Questo capita spesso nel mio quotidiano  e ancora una volta l’ho pensato questa sera alle 21,30 quando mi trovavo in uno stadio di calcio. Ma non era la stessa cosa. Ho visto uomini che giocavano al pallone su un prato verde con la testa tra le nuvole. Già, tra quelle nuvole dove lo spazio è tanto, è infinito. E giocavano con lo spirito rivolto ad altri uomini, quelli che vivono nel tempo, nello spazio vicino o più lontano proprio come i ricordi che non finiscono mai, anche i più remoti. Eravamo in quindicimila al Grande Torino, erano tanti davanti ad una TV ed erano tanti quelli che avrebbero voluto esserci. Ed eravamo tutti qui dove lo spazio è confine, è limite. Ed ancora una volta ho pensato:” ma dove saranno invece tutti loro?” – Ovunque voi siate ragazzi del Grande Torino e ragazzi della Chapecoense, noi continueremo a cercarvi tra le nuvole per trovare anche il nostro spazio, per respirare intensamente la vita a pieni polmoni, per viverla come voi, sempre con la testa e il cuore tra le nuvole. Ma questa sera me ne sono accorto…siete scesi al GrandeTorino per giocare al pallone, adoperando le gambe dei nostri campioni perché loro avevano la testa tra le nuvole pensando a voi e con il cuore anche a noi. Che bello vivere quando la vita ti spiega cos’è e ti indica dove puoi trovarla quando ne hai bisogno. Anche per sognare. Anche quando tutto si fa buio. Anche quando torna il sole.

Carlo Testa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui