Analizziamo il calciomercato del Torino: Zaza la ciliegina sulla torta

 

Il Toro ha chiuso il suo mercato con un grande colpo Simone Zaza, un giocatore che la società granata seguiva da molto tempo ma che alla fine si è rivelata una mossa a sorpresa. Ieri mattina sembrava ormai fatta per l’approdo dell’attaccante italiano alla Sampdoria. Poi nel pomeriggio c’è stato un inserimento della squadra granata e infine è stata determinante la volontà del giocatore che voleva solo il Toro.
Quello di Zaza è stato un colpo che ha ridato tanto entusiasmo alla piazza. Una prova è il fatto che, già poche ore dopo la notizia, il Granatastore stampava le prime maglie con scritto dietro: Zaza.

nuovo_zaza
Un altro ottimo acquisto del Toro è arrivato l’altro ieri. Un altro italiano che, come l’attaccante che arriva dal Valencia, riabbraccia la serie A. Parliamo ovviamente di Soriano, una garanzia è una sicurezza a centrocampo. Con questi inserimenti il Torino ha ha rinforzato ogni reparto, a partire dalla porta con l’arrivo di Rosati, fino all’ attacco con gli arrivi di Damascan e Zaza. Tanti giocatori sono delle scommesse che in granata dovranno dimostrare tutto il loro valore per avere una crescita esponenziale nella loro carriera. Dovranno calarsi al meglio nell’ambiente granata e più in generale in Italia e in Serie A: Djidji, Bremer ,Aina, Damascan e Meite. Quest’ultimo è un giocatore che più degli altri è conosciuto in Europa e che sembra un ottimo professionista.
Dal Melià tanti agenti, giornalisti, direttori sportivi e altri operatori di mercato parlavano molto bene del calciomercato del Toro. L’ altro ieri ho avuto l’onore e il piacere di intervistare lo You tuber Sickwolf e ieri i giornalisti Michele Criscitiello e Giammarco Menga rispettivamente di Sportitalia e Mediaset. Tutti e tre concordano che questo Toro può realmente lottare per un piazzamento europeo anche grazie al condottiero della squadra, che sarà Mazzarri. Un allenatore esperto e navigato con tanta voglia di far bene adesso ancora di più con una squadra così competitiva.

mazzarri_4
La sensazione che arriva sul Toro è che la società si è mossa bene: molte delle cessioni fatte erano necessarie, chi per far spazio ai nuovi arrivi e chi perché al Toro non aveva più niente da dare. È probabile che qualche esubero come Niang possa ancora partire dato che all’estero il mercato è ancora aperto e la destinazione dovrebbe essere Nizza o meno probabilmente Siviglia. Alla fine sono rimasti Edera che pareva molto vicino al Parma, Parigini e Aramu che dovranno dimostrare di essere giocatori da Toro, avvantaggiati dal fatto di essere cresciuti nelle giovanili granata e di aver sempre sognato di indossare quella maglia in prima squadra. Mazzarri gli darà sicuramente delle occasioni per mettersi in mostra e loro dovranno essere bravi a coglierle.
Il Toro che si dimostra ancora una volta una società molto attenta ai giovani, Molte squadre delle giovanili, in primis la Primavera, grazie al lavoro di Bava e del suo staff hanno fatto degli ottimi acquisti, giovani di cui si parla molto bene. Infatti per le giovanili sono stati raggiunti ben 21 innesti. Aspetto da non sottovalutare perchè ricordiamo che Mazzarri punterà molto sul collante prima squadra-giovanili.

bava
E anche quest’anno anche alcuni giovani verranno mandati in prestito a giocare e farsi le ossa altrove, come Buongiorno o il gigante Milinkovic-Savic, per fare due esempi. Passaggio fondamentale che in passato si è rivelato determinante per la crescita dentro e fuori dal campo come per i vari Barreca, Aramu, Parigini.

Ieri ai microfoni di Toro Channel un soddisfatto presidente Cairo. Chiamato in diretta telefonica per commentare il calciomercato del Toro, ha parlato di un aspetto molto importante: la COMPATTEZZA della squadra. Qualità che sarà fondamentale anche tra i tifosi che, finalmente, ritrovato l’entusiasmo. Quella compattezza che potrà spingere questo Toro in Europa poiché non gli manca niente. Giocatori con grinta, carattere e da Toro ce ne sono (i due nuovi acquisti Zaza e Izzo), giocatori con esperienza altrettanti ( i vari Moretti, Soriano, Rosati). E infine tanti giovani(Damascan, Edera, Parigini …).La squadra c’è ma, come sempre, l’ultima parola spetta al campo.
Noi siamo pronti per una stagione da Toro.
Giovanni Goria

  • hamlet 18 Agosto 2018 at 10:08

    Il mercato e´stato discreto ma a mio avviso manchiamo di un esterno di classe superiore e di un centrocampista in piu´. Alla lunga queste cose si rischia di pagarle. Infine l´arrivo di Zaza e Soriano da un lato aumenta la classe in seno alla squadra, dall´altro manda in panchina giocatori del calibro di Lijajc e Falque. Che sono comunque ancora vendibili, visto che il mercato in Spagna e Francia, chiude il 31 agosto. Con Zaza e Soriano si accontenta Mazzarri mi sembra di capire. Ora il tecnico si dovra´prendere la responsabilita´del successo o meno della squadra. Che dovra´almeno lottare sino alla fine per il settimo posto. Ma alla fine era quello che tutti chiedevamo. Mi sembra gia´un passo in avanti. FVCG.

  • Karmagranata 18 Agosto 2018 at 10:16

    Si può (e si deve) fare sempre meglio. Ma ora, Forza Toro!

  • fabio00ari 18 Agosto 2018 at 10:44

    Secondo me non si manda in panca nessuno. Il campionato è lunghissimo, le partite durano 90 minuti. I giocatori servono. Erano anomali gli altri anni dove non avevi mai un rincalzo. L’unico reparto un Po scoperto potrebbero essere le fasce. Speriamo che Lollo e Ansaldi siano resistenti, che Ola Aina di dimostri un crack, e che Berenguer/Parigini si destreggino bene quando chiamati in causa.

  • Marco Corti 18 Agosto 2018 at 12:33

    A me conforta il fatto che molti utenti di questo forum da sempre iper critici in maniera feroce, oggi dichiarino la loro soddisfazione per l’esito del calcio-mercato. Non mi illudo che questo momento di pace duri a lungo, però in effetti i due ultimi colpi in extremis hanno fatto la differenza tra un mercato ancora incompleto ed uno finalmente soddisfacente. Non voglio neanche entrare in polemica con chi si scandalizza per l’acquisto di Zaza, augurandomi che lo stesso giocatore ci convinca tutti sul campo circa la bontà del suo arrivo. Ci sono le premesse per un campionato migliore rispetto agli anni scorsi e per una volta voglio spezzare una lancia in favore del bistrattatissimo Stuppiello e del suo tormentone “Faremo bene”.

    Hanno fatto bene, in effetti. Ora, pur sapendo che qualcuno là davanti dovrà fisiologicamente partire da qui al 31, per favore, niente colpi bassi! Che non venga sciupato questo fragile momento di ritrovata armonia.

  • Luca ovvero Granat....iere di Sardegna 18 Agosto 2018 at 12:41

    Io sono tra quelli che tu citi ma non posso obiettare nulla. Il presidente ha fatto ciò di cui mi ero sempre lamentato: investito tutte le risorse possibili, salvaguardando gli equilibri di bilancio, per rinforzare la squadra. Spero solo non rovini nulla con cessioni dolorose come falque o liaijc mentre niang può anche andare via, anche per un discorso di equilibri nello spogliatoio. La squadra è completa in ogni reparto. A centrocampo può giocare anche ansaldi e lo stesso liaijc con mazzarri ha giocato mezzala. Forse in difesa c’è qualche scommessa ma ci sono anche garanzie come izzo, n’koulu e moretti. Quanto al fatto che Zaza è un ex gobbo beh lo era anche Bruno ed anche altri lo sono stati. Ora è del Toro e tanto basta, bisogna dare a tutti la possibilità di redimersi.

  • PULICICLONE 18 Agosto 2018 at 13:15

    SORIANO ZAZA…

    …E TUTTI I CONTESTATORI… MUTI ! ! !

  • Pietro 18 Agosto 2018 at 15:06

    Mercato sorprendente non c”è che dire. Organico complicato ma il tecnico potrà trovare le soluzioni se potrà contare sulla disponibilità dei giocatori. Aspetto la fine del mercato e almeno il mese di settembre per dare un giudizio sulle prospettive, visto il ritardato arrivo di alcuni importanti giocatori. Su Zaza ho già detto e per me ieri è stata una brutta giornata. Se ce ne saranno i presupposti sarò felice di ricredermi.

  • lucerina69 18 Agosto 2018 at 15:22

    Ho già dato il mio voto al mercato (7+ di media) sicuramente il migliore degli ultimi anni anche e soprattutto per come sono stati chiusi i colpi soriano( x me il miglior acquisto di tutti) e dell ex villareal..ci siamo avvicinati, anzi direi che sulla carta siamo meglio della viola e della atalanta ma lontanissime, come giusto che sia, dalle big solo il ripetersi di mercati simili ci farebbe avvicinare almeno alla lazio e forse al milan…vedremo nei prossimi anni..comunque già il fatto che abbiamo raggiunto(sempre sulla carta) alcune squadre mi fa ben sperare…sempre che il 31 agosto nn succede un cataclisma.Oggi mazzarri ha detto chiaro chiaro…tondo tondo che 9 per 2 posti sono tantissimi e almeno 4/5 devono partire, secondo me i candidati sono niang(Francia), aramu e butic lega pro e uno tra adem e iago(speriamo di no), se mazzarri ha fatto questa dichiarazione vuol dire che punterà sul 352 anche se con l enorme potenziale che abbiamo il 3412 o il 343 sarebbero l’ideale eviteremmo anche qualche sacrifico…comunque dai abbiamo fatto le cose x bene.

Lascia un commento