Iago Falque: ragioni di bilancio o paura del turnover?

Premesso che le dinamiche interne le conoscono solo la società ed i giocatori, vorrei provare ad esporre il mio punto di vista sul “caso” Iago Falque che ieri, dopo la partita con la Roma, ha rilasciato un’intervista nella quale dichiarava di meritare maggior rispetto per quello che ha fatto in queste stagioni al Toro. 

I casi sono due, se la società ha deciso di mettere sul mercato il giocatore, per rientrare dalle spese del recente calciomercato, allora lo spagnolo ha titolo a lamentarsi ma, se i motivi sono legati alla possibilità di doversi giocare il posto da titolare con Zaza, allora le cose sarebbero completamente diverse e l’esternazione non sarebbe giustificabile.

In effetti se una squadra decide di fare il salto di qualità mettendo a disposizione del tecnico una rosa di qualità, allora i giocatori, specialmente quelli di maggiore livello e carisma, dovrebbero essere fieri di farne parte, lottando ancora di più per guadagnarsi il posto da titolare.

Mi auguro che la richiesta di rispetto non nasconda il timore di far parte del turnover come, per contro, mi auguro che la società non cerchi, per ragioni di bilancio, di liberarsi di un giocatore di grande livello che tanto ha dato al Toro in queste stagioni.

Iago Falque è troppo importante per perderlo, qualsiasi siano le ragioni!

Sandro Mellano

ABOUT THE AUTHOR: La Redazione

La Redazione di CuoreToro.it
  • asterix 20 Agosto 2018 at 13:15

    Questa mattina ho visto l’intervista. Parla di fattori esterni (stampa), scagionando tecnico e società, che non gli hanno mai fatto mancare la fiducia. Sicuramente l”arrivo di Zaza, pregiudica in parte la sua centralità nel progetto, ma se vogliamo crescere è necessario avere giocatori di classe, che si alternino nel turn over. Credo semplicemente ad uno sfogo momentaneo, rigettando l’ipotesi di forzatura da parte della società. Iago è un patrimonio del Toro e tale deve restare. #SFT

  • hamlet 20 Agosto 2018 at 13:59

    Non e´un mistero che Mazzarri voleva una seconda punta vera e gli hanno preso Zaza che non e´uno qualunque. Da qui penso il problema. Se poi Zaza ingrana nel Toro, Falque rischia la panchina fissa. Non avrei problemi a cederlo e se ricordo bene Siviglia e Valencia erano interessati. Facciamo cassa e puntiamo tutto su Zaza. Come vuole Mazzarri. Certo un po´mi dispiace. Falque e´stato un buon giocatore e un ottimo professionista. Mazzarri se ne assuma la responsabilita´. E´pagato anche per questo. FVCG.

  • granatoroale 20 Agosto 2018 at 15:01

    Jago non è da vendere, almeno per questo campionato, il Toro ha da anni un disperato bisogno di una panchina all’altezza. Ci sarà spazio per tutti.

  • Pietro 20 Agosto 2018 at 15:19

    Servono soldi e occorre ridurre il monte ingaggi. Traete voi le conseguenze.

  • onlybull 20 Agosto 2018 at 16:45

    Sicuramente uno o due fra Niang Jago e Lijaic dovrà essere ceduto, non è un problema di soldi , ma sarebbe difficile tenerli “felici”in panchina!

  • Pietro 20 Agosto 2018 at 16:53

    Spiegalo

  • Pietro 20 Agosto 2018 at 16:54

    Spiegalo tu a Cairo quando devono partire i bonifici che non è un problema di soldi.

  • fabio stuppiello 20 Agosto 2018 at 17:42

    Sebbene il monte ingaggi sia sproporzionato rispetto alle entrate fisse, parliamo di 65 ml totali, lui non parte, infatti Cairo ha deciso di aggredire le posizioni alte della classifica.

  • mauro.re 20 Agosto 2018 at 17:51

    Strano che il Presiniente abbia deciso così, dopo che per anni ad ogni cessione di rilievo ha sempre usato ………” Non potevo tarpargli le ali” o ” bisogna avere la volontà di rimanere” ………,….,,,,….

  • fabio stuppiello 20 Agosto 2018 at 18:37

    La smetta con questo errore ortografico sul sostantivo presidente, sig. Mauro Re, non fa ridere, e credo sia il momento meno opportuno per ironizzare, avendo un monte ingaggi che sfiora quello della Lazio.

  • fabio stuppiello 20 Agosto 2018 at 18:38

    Peccato che la Lazio ha entrate certe per 110 ml e il Toro è fermo a 70.
    Sugli abbonati stendo un velo di pietà

  • GrilloParlante 20 Agosto 2018 at 18:52

    Esimio sig. Stuppiello, la differenza delle entrate la fanno i risultati sportivi. Forse, ma forse, il suo padrone l’ha capito. Una rondine non fa primavera.

  • claudio sala 66 21 Agosto 2018 at 8:40

    Se e’ vero che la società ha scelto di aggredire le posizioni alte della classifica lo scopriremo molto presto, perché il 31 chiude il mercato in uscita, ma fino ad allora, come dicono Mauro e Grillo è più che lecito dubitarne, considerati i 13 anni precedenti. Se fosse vero, Mazzarri dovrà cambiare la fisionomia della squadra, giocando per fare la partita e mettendo 3 dei 4 in campo dal 1 minuto. Tutte cose ad oggi molto difficili da pronosticare. Vedremo.

  • BERTU62 21 Agosto 2018 at 12:07

    Ma perché si deve per forza fare il gioco al massacro della società? Ragazzi, guardate che alla fin fine una squadra di calcio è composta da UOMINI! Non sono solo i presidenti oppure gli allenatori o i DS ad essere uomini che non capiscono nulla di calcio, uomini che non sono tifosi della propria squadra, uomini interessati solo ai soldi! Alle volte (??) anche i calciatori sono uomini che mettono ALTRO al di sopra del club in cui giocano o per cui dovrebbero giocare, non dimentichiamolo….

    Adesso abbiamo Iago Falque, un nostro giocatore che non ha MAI detto nulla fuori luogo, anzi che non ha mai detto nulla SE NON richiesto che di punto un bianco se ne esce con delle affermazioni che hanno lasciato perplessi….Ma perplessi CHI? Perplessi COSA? Visto che ha espressamente escluso società (!!) e tifosi (e ci mancherebbe!!) rimangono chi? I GIORNALAI!! Coloro che pur di vendere (o far fare dei click in più) i proprio articoli montano delle farse gigantesche e completamente prive di logica e fondamento! Falque è stato ed è determinante per i risultati sportivi e per lo spogliatoio (leggasi non fa casini MAI…) E LO SA’ LUI, LO SAPPIAMO NOI (tifosi) LO SA LA SOCIETA’ (ribadito ancora ieri da Petrachi),  a differenza ad esempio di NIANG, anzi proprio ALL’OPPOSTO….Semplicemente ha voluto sottolineare ALLA STAMPA RIUNITA come non ci sia stato dal Suo punto di vista un trattamento equo neo suoi confronti visto l’arrivo di Zaza, descritto anzi SCRITTO IN TANTI ARTICOLI come Il Salvatore dell’attacco del Toro, come se quanto fatto finora da Lui non fosse mai esistito!

    Poi ci sta che in tanti si lascino prendere dalla sindrome dell’allenatore isterico e allora postino le proprie formazioni, il proprio modulo, ed è curioso che molti stanno proprio fra chi in passato accusava Sinisa di giocare troppo spegiudicato, troppo all’attacco, curioso che costoro vorrebbero Ljajic Falque Belotti e Zaza in campo tutti, con Edera e Parigini in panchina, e magari anche Butic…. MAZZARRI come allenatore??

     

  • Toro71(#PRIMAVERARESISTI) 21 Agosto 2018 at 13:47

    Bertu non c’è proprio nulla di curioso come sottolinei tu con il tuo solito sarcasmo malcelato: semplicemente si è passati da un allenatore iperoffensivista e poco curante della parte tattica ad un allenatore che all’opposto è troppo difensivista, è ciò non va bene con i 4 attaccanti che abbiamo.
    Quanto a Yago, sto dalla sua parte, l’unica cosa è che se ce l’aveva con i giornalisti, doveva dirlo chiaramente.

  • Maurizio Scarampi 21 Agosto 2018 at 13:57

    BERTU,

    Mazzarri giocava a 2 in mezzo con Acquah- Baselli e le 2 punte esterne rimanevano alte per supportare l’attacco…..

    NON POTEVA ANDARE !!!!!!

    Ora è completamente diverso perché WM potrebbe giocare con Meitè e/o Rincon e/o Soriano a centrocampo con ai lati Desi e Ansaldi e davanti schierare Belotti in mezzo con Iago o Zaza da una parte e Ljajic o Berenguer dall’altra (Niang via subito)……. insomma, un bel 3-4-3 e son sicuro che ieri l’avremmo vinta e comunque te la giochi con chiunque….

  • Maurizio Scarampi 21 Agosto 2018 at 14:00

    Insomma, hai un parco attaccanti come il ns e non lo valorizzi? Anzi, chiedi di cederne un paio ???????? Ma allora nn stai bene…..

  • Maurizio Scarampi 21 Agosto 2018 at 14:02

    Ricordate quando Conte si trovo’ in squadra Pirlo? Cambio’ subito lo schema dal 4-2-4 (442 mascherato) al 3-5-2 ….. perché nn può farlo WM?

  • BERTU62 21 Agosto 2018 at 16:17

    @maurizio, nel tuo primo post credo hai confuso Mazzarri con Sinisa 🙂 …

    Proseguendo, Mazzarri non torna a giocare a 4 dietro, non dopo questa mezza rivoluzione (che funziona, fra l’altro..) di centrali difensivi, quindi il modulo sarà comunque un 3 dietro con Sirigu ovviamente fra i pali, un centrocampo composto da gente “fisica” come Meité e Rincon e poi……Poi credo sia qui che entrano in gioco le “incognite”: potrebbe essere Soriano a giocare a come ulteriore centrale di centrocampo (74 partite, 9 gol e 7 assist) oppure schierarlo come esterno alto di sinistra (60 partite, 9 gol e 8 assist), e se fosse così, cioè messo alto a sx, lascerebbe 1 posto libero in mezzo, per chi? Baselli? Ljajic? Lukic?Eppoi, se metti Soriano a sx, a destra chi metti fra Ansaldi e Lollo? E Berenguer? E Edera? Poi davanti di sicuro metti Belotti, sempre, almeno finchè gli reggono gambe ed ha fiato 🙂 , e chi altro? Zaza? Oppure lasci Zaza in panca e metti Iago? Oppure li alterni?

    Al momento la rosa del Torino è composta da 5 punte centrali (Belotti Zaza Damascan Niang Butic), ben 4 esterni alti destri (Parigini Edera Aramu Falque), 2 esterni alti sx (Berenguer e Soriano), e sono 11 giocatori, PIU’ Ljajic, e così fanno 12….Qualcuno DEVE uscire, per forza, al di là del Pullman o non Pullman, visto che il calcio è fatto anche e soprattutto di equilibrio (Sinisa docet, nel 2016/17 con 76 reti fatte, record, e 66 reti prese, altro record…), starà a Mazzarri ed ai giocatori (con il Loro comportamento e con la volontà) individuare chi resta e chi andrà, di sicuro ci sono le parole del Mister a campionato ancora da iniziare: rosa compatta, fatta da calciatori con molta esperienza ed altri meno esperienza ma accomunati e mossi dagli stessi stimoli: spirito di sacrificio (che sta fuori lo fa in silenzio e senza fare casini…) e spirito di corpo (si gioca per la squadra, si sta fuori per la squadra e quando si gioca si da tutto per la squadra)….

    Io, personalmente, non solo condivido le parole ma le sottoscrivo, e se posso dirla tutta già nella partita dell’altro ieri ho visto proprio questo, anche se poi abbiamo perso, ma abbiamo visto come e perché, però la via è tracciata e la strada è quella giusta…..

    FV♥G!!!

  • claudio sala 66 21 Agosto 2018 at 16:27

    Concordo Maurizio, il problema ora è tutto di Mazzarri che non mi pare abbia reagito bene ( mi sfugge il senso delle affermazioni “Zaza faccia i test atletici”: perché poteva non superarli, oppure per dire vediamo a che punto sei per fare 50 metri ogni volta? Boh). Come sempre sarà il campo a dare i responsi e abbiamo subito l’Inter, così vediamo come affrontiamo quella definita come l’antigobba. Ljajic lo scorso anno, dopo avere fatto panchina fino a Verona (dove giocò gli ultimi 15 minuti), perché doveva essere ceduto in Russia, ma non accettò, gli ha risolto non poche partite a partire da quella di Cagliari ( venivamo da 4 sconfitte consecutive con un gioco orripilante). Iago è andato in doppia cifra per il 2 anno consecutivo . Insomma resto dell’idea che non riuscire a metterne in campo almeno 3 dei 4 denoti preoccupanti limiti mentali dell’allenatore, poi magari mi sbaglio e ne sarò molto felice.

  • Toro71(#PRIMAVERARESISTI) 21 Agosto 2018 at 17:11

    Claudio non posso che condividere in toto.( ed in Toro 🙂 )

  • mauro.re 21 Agosto 2018 at 19:04

    Non vedo novità, nel senso che questo è WM
    Gioca a 3 dietro ma saranno sempre 5 ….perche i 2 esterni devono in primis fare fase difensiva ,ha costruito una squadra molto fisica e meno tecnica che secondo me non può rinunciare alla fantasia e estro di Liaic , l unico che abbia il ” colpo”…….poi certo se vuol giocare come domenica , difesa a metà della NOSTRA metacampo con Fazio e Manolas che giocavano sulla linea di metacampo e i lanci del Gallo fatti da Rincon e Nku in quel caso Liaic non serve sarebbe sempre saltato
    Ci sono 2 filosofie di calcio c, chi gioca per segnare e chi gioca per difendersi , WM appartiene alla seconda ….se produrrà risultati lo vedremo in futuro ……

  • Maurizio Scarampi 21 Agosto 2018 at 20:31

    si, errore mio, volevo dire Sinisa ma ho scritto Mazzarri…..

    Però non ho mai scritto che WM giochi a 4 dietro infatti vorrei vedere il Toro schierato con il 3-4-3 o al limite col 3-4-1-2. Mi sembra che l’Atalanta giochi così e i risultati arrivano.

    Un centrocampo Meitè-Rincon-Soriano può supportare sia i tre davanti in linea (3-4-3) che il trequartista (3-4-1-2). Ovviamente il 3/4 sta è Ljaijc.

    Secondo me questa squadra ha solo ed esclusivamente bisogno di due cose fondamentali: una preparazione fisica da marines e l’elasticità mentale del mister nel cambiare modulo a seconda dei giocatori più in forma.

    Sarei pronto a scommettere che questo Toro in mano a Conte arriverebbe 4°.

  • BERTU62 21 Agosto 2018 at 22:00

    No problem @maurizio, l’avevo capito 🙂 , infatti l’ho detto… In effetti WM non gioca a 4 dietro, gioca con 3 centrali+2 esterni alti che però devono anche coprire, un po come dice @mauro.re…però anche qui c’è da capire un pochino come vorrebbe che “si coprisse”: credo che la miglior difesa sia l’attacco, come diceva il buon Rumsfeld. In questo e per questo WM vuole che i suoi esterni facciano meglio la fase di attacco, perché tutto sommato così facendo costringi l’avversario a stare coperto, nella sua metà campo, e perché così alle nostre punto arriverebbero più opportunità di segnare (a patto che vengano effettuati i cross/traversoni)….Se come penso le intenzioni o il modo di giocare di WM è questo al limite mi chiedo il perché della cessione di Barreca, visto che tutto sommato la fase difensiva dove in effetti era più carente con il suo gioco, questo gioco, avrebbe avuto un’importanza minore…Boh…

    Quanto alla partita di Domenica scorsa, si continua a non tenere conto dell’avversario che avevamo difronte….Sono stato il primo a dire che tutto sommato alcune BIG è meglio incontrarle ORA piuttosto che più avanti, solo ed esclusivamente per un discorso di preparazione atletica diversa, visto che avendo obbiettivi diversi (diciamocelo, dai: non sono gli stessi, i nostri e quelli della Roma, giusto?) per forza di cose DEVONO aver fatto una preparazione diversa, dosando le energie per affrontare gli impegni Europei, soprattutto: evidentemente, visto il risultato nostro e quello del Sassuolo contro l’Inter, abbiamo avuto “sfiga” (che strano..) nel pescare la BIG sbagliata!

    Battute a parte, nel primo tempo l’occasione migliore è capitata a noi con la traversa di Rincon a portiere battuto, meglio che i 2 pali esterni con Sirigu che controllava tranquillamente, visto che per come sono andati potevano tranquillamente finire direttamente sull’esterno della rete, e nel secondo tempo abbiamo ben presente vero le cose come sono andate, con quell’unica nostra sbavatura allo scadere (89′..) che ha visto Dzeko trovare la volée della Domenica (letteralmente..): bravo sì ma non solo…. Tornando a noi ed al modo di giocare di Mazzarri, non ci capiterà spesso di incontrare la Roma con una squadra ancora “in rodaggio” come siamo stati Domenica: Ansaldi avrebbe dovuto giocare dall’inizio mentre invece era squalificato, ok che Berenguer finora è il suo “sostituto” ma è evidente che ancora deve maturare in quel ruolo, ammesso che poi rimanga Lui ad interpretarlo, poi Lollo che si è fatto male (eufemismo visto che Kolarov ci ha messo MOLTO in cattiveria per fermarlo, un po’ per tutta la gara bisogna dire, come anche Florenzi ha usato il gomito in modo improprio, ma senza conseguenze disciplinari…) col relativo debutto di Ola AINA, arrivato appena 3gg prima ( e per quello che abbiamo visto, ottimo debutto…), ed infine l’infortunio di Izzo avvenuto verso fine partita ma che ha determinato così il secondo cambio forzato: chissà come sarebbe finita se avessimo avuto ancora tutti e 3 i cambi a disposizione all’80’??

    Insomma, io poi tutto questo Pullman parcheggiato davanti al nostro Sirigu non è che l’ho proprio visto! Certo che rispetto al calcio champagne di Sinisa, fatto di 4/5 attaccanti, quello di WM è un’altra cosa! Quello di Sinisa abbiamo visto dove ci ha portato, aspettiamo di vedere invece dove ci porterà quello di WM, ok? Tanto, oltretutto, non è che abbiamo tante altre scelte 🙂 …..

  • hamlet 21 Agosto 2018 at 22:16

    Leggo di partita difensiva da piu´parti e mi chiedo che partita avete visto. Primo tempo con predominanza a centrocampo della Roma ma l´occasione migliore l´abbiamo noi con la traversa di Rincon. Ripresa primi 20-25 minuti di nostro dominio. Siamo quasi sempre nella loro meta´campo e confezioniamo due conclusioni. Poi la Roma si rifa´sotto e la partita diventa equilibrata. loro colpiscono un paio di legni, noi un gol per un fuorigioco millimetrico. Per noi c´era pure un rigore, forse piccolo, ma sempre rigore era. Due infortuni, fuori Izzo migliore in difesa e De Silvestri. Ola Aina si perde Dzeko e becchiamo gol al 90. Con Izzo non sarebbe successo. Si giocava contro la Roma. Forse qualcuno voleva dominare 90 minuti e vincere 3-0? Per me tattica e partita ottima. E´mancata un po´di fortuna e l´arbitro. Il pari sarebbe stato piu´che meritato. Ma vedo che gli anti Mazzarri sono gia´schierati in batteria. Nostalgia del genio serbo? FVCG.

  • BERTU62 21 Agosto 2018 at 22:31

    Aggiungo ancora una mia sensazione di cessioni in Rosa: è evidente che l’unico reparto un pochino affollato sia quello davanti (i 12 elementi citati nel post più sotto), però mi sa tanto che Aramu e Butic andranno o in C e Damascan finirà in Primavera, Niang verrà ceduto all’esterno (Nizza o Marsiglia, anche prestito con riscatto, a sto punto…)… L’attacco potrebbe essere quindi composto da:

    • Belotti/Zaza come punte centrali, sa usarsi insieme oppure l’uno al posto dell’altro..
    • Falque/Edera come esterni alti dx
    • Berenguer/Ansaldi come esterni alti sx

    Ljajic e Soriano, pur essendo giocatori offensivi, li vedo rientrare più nel reparto di centrocampo… Piuttosto se così dovesse essere avremmo nuovamente Parigini in esubero, forse, a meno che non lo si voglia mettere al posto di Berenguer, però abbiamo visto come anche Domenica scorsa sia stato lo Spagnoletto ( 🙂 ) a giocare…..

  • mauro.re 22 Agosto 2018 at 1:24

    Hamlet……….non ti sembra troppi i SE………….??

    Se l’arbitro, se il palo, se Izzo, se DESI, se la partita fosse finita al 85, nel calcio vince chi fa gol……..

    e Sirigu (con Rincon) migliori in campo nel primo tempo…….poi ci sta pure di vincere lasciano gli altri per 70 minuti nella tua metacampo ma le possibilità di prendere go,aumentano a dismisura……….questa è solo sostanza…!!!!!!!!

    3 pali, la doppia parata  (strepitosa) su Dzeco-Florenzi….la paratona su Under……………sono cronaca…….!!!!

    Ma questo non toglie nulla alla buona prestazione….!!!!

  • mauro.re 22 Agosto 2018 at 1:25

    sembrano…………………fanc t9

  • claudio sala 66 22 Agosto 2018 at 1:44

    Probabilmente abbiamo visto un’altra partita, perché nel 1 tempo il Toro ha concluso una sola volta in porta da fuori area, con qualche volata di 50 metri che fai solo se riparti dalla tua 3/4, ossia dal pullman schierato nella tua metà campo, mentre la Roma oltre ai 2 pali colpiti da dentro l’area (sul secondo Sirigu non controlla un bel nulla, c’era lo spazio tra lui e il palo perché la palla potesse passare), trova con Florenzi un salvataggio di Nkoulu a portiere battuto (cambiato canale?) e un salvataggio di Izzo su Pastore a botta sicura quasi dal dischetto. C’è poi anche un palo di Dzeko nel 2 tempo, proprio a doverla dire tutta. Non ultimo è lo stesso Rincon a dichiarare di avere meritato il pareggio, sinonimo almeno per me di avere giocato prima a non prenderle. Bene, quando Rincon dichiarerà con squadre come la Roma di avere meritato la vittoria, allora mi riterrò soddisfatto aldilà del punteggio per il cambio di mentalità.

  • TORO1968 22 Agosto 2018 at 9:37

    Non capisco perchè un allenatore, che rischia di suo, deve giocare come dicono i tifosi e se non lo fa è scarso. Così come non ho capito perchè al Toro non ci può essere una rosa di punte da cui attingere, ma titolari e riserve. Compito di in calciatore, oltre che prendere l’ingaggio mensilmente, è quello di dare il massimo per la squadra in cui gioca e dimostrare all’allenatore di turno che merita di giocare la partita.

    La storia che Mazzarri è un difensivista e che il 352 ti fa difendere a 5, come se tutti gli altri calciatori fossero esentati dalla fase difensiva, è un refrain che leggo sempre tra i tifosi del Toro. Uno schema non è difensivista o offensivista, è uno schema. Sono le caratteristiche dei calciatori e l’interpretazione a renderlo efficace. La storia di Mazzarri non mi pare stabilisca che le sue squadre hanno fatto pochi gol. scegliere di giocare sull’errore degli altri, quando questi altri sono superiori tecnicamente è fisiologico. E comunque, per la cronaca, non mi sembra che la Roma abbia avuto questo strapotere di possesso palla ed efficacia delle giocate viste le statistiche ufficiali. Secondo me, o c’è un pregiudizio verso il 352 o non si conoscono bene i meccanismi.

    Per quanto riguarda Iago, ribadisco che secondo me ha sbagliato. Se sei bravo non pensi agli altri, se il problema è un giornale che ripete sempre che non sei adattato a fare la seconda punta, ignoralo. Se la Società vuole rinnovarti il contratto, il Mister ti reputa importante ed i tifosi ti adorano dov’è il problema?

  • hamlet 22 Agosto 2018 at 10:52

    Mi sembra di capire che si doveva vincere contro la Roma e anche dominando nella loro meta´campo. Ok. Punti di vista e aspettative diverse. Ma domenica con l´Inter cosa vi aspettate? Vittoria con dominio a centrocampo e occasioni a iosa? Io mi aspetto la stessa formazione e la stessa tattica usata contro la Roma. Altro significherebbe andare al macello. Dobbiamo essere consci delle nostre possibilita´ ma anche dei nostri limiti. Per non favorire gli avversari. Allora potremo forse sperare di fare un buon risultato. E se serve la difesa a 5 ben venga. Comunque con il 3-5-2di Mazzarri si difende in 5 ma si attacca anche in 5 a centrocampo. Cosa fin troppo ovvia. FVCG.

  • BERTU62 22 Agosto 2018 at 14:11

    @hamlet, fratello….come hai senz’altro capito, fra noi non ci sarà (quasi) mai uniformità di giudizi, di intenti e di emozioni! E’ un po la regola non scritta del manuale del tifoso, no? Quella che quasi mai si accetta i giudizio degli altri ma ci si convince che il proprio è quello giusto, anche se stonato! Hai letto vero come sembrerebbe che si sia vista una partita diversa anziché la stessa?

    “La Roma ha dominato e meritava di vincere comunque perché ha preso 3 pali e si è mangiata altri 4 gol” Questo il riassunto della partita vista da alcuni alcuni…Secondo altri ancora “La Roma ci ha schiacciato per quasi 70′ minuti, Mazzarri ha posteggiato il Pullman e poi solo lanci lunghi e sperare in Belotti/Falque che si inventassero qualcosa..“….Insomma trovare un equilibrio di giudizio è molto difficile, una totale sintonia poi è impossibile! Come i giudizi su Berenguer: si passa da un “Totalmente avulso dal gioco, dannoso addirittura…” a “Giocatore fondamentale per la svolta in positivo del Torino di quest’anno..” … Brò, non prendiamocela troppo, è così, noi tifosi siamo fatti così!

    FV♥G!! SEMPRE E COMUNQUE!!

  • hamlet 22 Agosto 2018 at 17:07

    @Bertu

    Esiste una realta´oggettiva e nel valutare la partita si deve tenere conto dell´avversario oltre che delle occasioni avute. Se giocassimo cosi´contro il Chievo non sarei soddisfatto, ma contro la Roma mi va´bene. Ovvio che la Roma ha avuto le sue occasioni, ma noi non siamo rimasti a guardare. Senza i due infortuni per me avremmo preso il punto e questo mi basta per dire che la squadra ha fatto una buona gara. Anche se ha perso. E che la tattica scelta da Mazzarri era quella giusta. Non ho visto un pulmann parcheggiato davanti alla porta e neanche il catenaccio. Chi lo pensa non ha visto la partita con occhi oggettivi. FVCG.

  • mauro.re 22 Agosto 2018 at 17:54

    Non ho letto da nessuno che abbiamo fatto una partita scarsa , tutt’ altro me compreso .
    Ma è un dato di fatto che abbiamo fatto una partita tutta difesa e ripartenza che non è oggettivo e reale .
    Rispondendo a Toro68 mi sembra l esatto contrario quando dice non esiste uno schema difensivo o offensivo , dalla mia esperienza 20nnale in campionati se vuoi dillentantistici tra promozione e interregionale e proprio uno schema che da atteggiamento alla squadra sei vuoi difendere o offendere …..poi sono punti di vista !
    E chiaro che se difendi e aggredisci sulla linea di metacampo le ripartenze sono più frequenti e sei a 40 metri dalla loro porta , se diventi 10 metri fuori dalla tua area la porta e a 70 metri e le ripartenze molto ma molto più rare se non con lanci lunghi , quello che poi è successo in tutto il primo tempo ,……poi e vero come dice Bertu ” siamo un Po tutti allenatori”

  • mauro.re 22 Agosto 2018 at 18:00

    Detto ciò ripeto ci sono 2 filosofie di calcio , non tantissime e sono in base agli schemi , ce chi imposta la squadra per segnare preoccupandosi meno di difendere e cercando di fate una rete in più dell’ avversario e chi invece parte dalla sostanza di….prima non far segnare poi pensiamo alla rete ………e questo è nella cultura del calcio italiano ……

  • Toro71(#PRIMAVERARESISTI) 22 Agosto 2018 at 18:00

    Al di là della visione della partita, quello che non mi piace nel tuo commento Hamlet è il dire “incontravano la Roma”…
    Questa mentalità da provinciale va demandata al più presto.
    Incontravamo la Roma. E allora? Oltretutto eravamo in casa ed alla prima giornata.
    No perché, se la mentalità è quella, allora facciamo che non incontrare neanche Merde, Milan, Inter e compagnia bella…

  • capitan ferrini 22 Agosto 2018 at 19:53

    io fossi mazzarri lascerei davanti zaza belotti e iago che sono 3 attaccanti che corrono lottano e rientrano proverei a cedere a tutti i costi niang e liajc continuerei a valorizzare edera poi quando hai partitacce  puoi giocare solamente con due attaccanti .pero’ caro iago stai al tuo posto per una squadra piu forte  è normale ci sia piu concorrenza,speriamo baselli non sia niente di grave……..

  • hamlet 22 Agosto 2018 at 21:29

    @toro71

    Io mi riferivo al fatto che affrontavamo una squadra sulla carta superiore a noi. Ovvio che non puoi pretendere di dominare la gara. Resta il fatto che nella ripresa abbiamo provato a vincerla e con il rigore dato forse ci saremmo riusciti.

  • mauro.re 22 Agosto 2018 at 21:47

    Cap Ferrini……..sono punti di vista…..

    per me se giochi con il Gallo e il Gobbo, dietro di loro non può che esserci Liaic…..è l’unico che ha l’estro e la tecnica di metterli in porta……….!!!

Lascia un commento