Terza giornata

0
62

Sharing is caring!

C’era una volta l’anti Juve. Recita così la terza giornata di campionato. L’inatteso crollo del Napoli (3-0) a Genova contro la Sampdoria lancia la compagine di Allegri.  La Juventus soffre ma passa al Tardini 2-1 grazie alle reti di Mandzukic, abile a sfruttare un pasticcio della retroguardia gialloblu, e di Matuidi. Di Gervinho la rete che spaventa i pluricampioni nazionali, ma appunto…spaventa solo. La Spal, altra ex-capolista di giornata, dopo un match lungo quasi 3 ore per la sospensione causa nubifragio al minuto numero 18, cade allo Stadio Olimpico Grande Torino dove uno stacco perfetto di Nkoulou porta in paradiso i granata a quota 4. Rimane a quota 4 invece la Roma che, orfana di molti elementi causa mercato (Strootman, Nainggolan e Allison) viene piegata dal Milan che passa a una manciata di secondi dal termine grazie a Patrick Cutrone, bravissimo a capitalizzare l’assist di Higuain.

Sorride anche l’altra Milano, a Bologna un Inter nient’altro che stupefacente schianta comunque 3-0 la compagine emiliana e sale a quota 4. Spettacolare 5-3 del Sassuolo (ora a 7 punti) contro il Genoa del talento Piatek, anche in questa giornata a segno, anzi…due volte a segno. Vitale il successo ottenuto dalla Lazio di Simone Inzaghi che, dopo le due sconfitte con Napoli e Juventus, lascia quota 0 vincendo contro il Frosinone di Longo grazie al goal del talento spagnolo Luis Alberto che al minuto numero 49 risolve una mischia in area e anche quello che si stava trasformando in un incubo per i biancocelesti. Nell’anticipo domenicale delle 18, smaltita la delusione Rossa in quel di Monza, la Fiorentina ha la meglio su un Udinese organizzata ma priva di idee offensive (1-0) e vede i piani alti della graduatoria. Decisivo il terzo goal in due partite di Marco Benassi.

Colpo sardo a Bergamo; contro una Dea arrugginita per le delusioni europee un goal del neo azzurro Barella lancia il Cagliari di Rolando Maran. Granitica del difensore isolano Filippo Romagna. Vedendo la gara tra Chievo e Empoli, Franco Califano avrebbe intonato “no, non ho detto gioia, ma noia, noia, noia”. Poche le emozioni dello 0-0 del Bentegodi, se non un goal annullato dalla VAR a Ciccio Caputo.

Adesso pausa per le nazionali, nella speranza che l’Italia si desti.

 

TABELLINO E MARCATORI

Milan – Roma 2-1 (40’ Kessie [M]; 59’ Fazio [R]; 95’ Cutrone [M]) migliore in campo: Kessie [M]

https://www.youtube.com/watch?v=4AjLz0aaLtk

Fiorentina – Udinese 1-0 (73’ Benassi) migliore in campo: Benassi [F]

Sampdoria – Napoli 3-0 (11’, 32’ Defrel; 75’ Quagliarella) migliore in campo: Quagliarella [S]

Lazio – Frosinone 1-0 (49’ Luis Alberto) migliore in campo: Lulic  [L]

Chievo – Empoli 0-0 migliore in campo: Sorrentino [C]

Torino – Spal 1-0 (52’ Nkoulou) migliore in campo: Falque [T]

Parma – Juventus 1-2 (2’ Mandzukic [J]; 33’ Gervinho [P]; 58’ Matuidi [J]) migliore in campo: Matuidi [J]

Sassuolo – Genoa 5-3 (27’ Piatek [G]; 34’ Boateng[S], 38’ Lirola [S] , 41’ Babacar[S], 45’ Spolli (aut)[G];  62’ Ferrari [S]; 70’ Pandev, 83’ Piatek [G]) migliore in campo: Babacar [S]

Bologna – Inter 0-3 (66’ Nainggolan, 82’ Candreva, 84’ Perisic) migliore in campo: Nainggolan [I]

Atalanta – Cagliari 0-1 (45’ Barella) migliore in campo: Romagna [C]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui