Quarta giornata: VA(R) O NON VA(R)?

0
66

Sharing is caring!

Al posto del celebre “Essere o non Essere”, Amleto, osservando la giornata appena conclusa avrebbe esclamato “VA(R) O NON VA(R)”. Gentili lettori attenti alle parentesi. Clamorosa la direzione del signor Paolo Valeri che, durante Udinese – Torino, deruba i granata. Annullato nel primo tempo un goal regolare di Berenguer per presunta posizione di offside (l’arbitro internazionale fischia ancor prima che la palla entri in porta, vanificando un eventuale intervento del VAR), non sanziona la spinta ai danni di Meitè in occasione del goal friuliano di De Paul e infine, ma solo in ordine di dicitura, l’assistenza tecnologica non interviene in occasione di una spinta in area di rigore ai danni del “Gallo” Belotti. Il match termina 1-1. E pensare che Valeri fu stato designato ai mondiali come “esperto VAR”. Non VA e non VAR l’Inter di Luciano Spalletti che nell’anticipo delle 15 del Sabato perde in casa di un ben più determinato Parma. Protagonista Di Marco che al minuto numero 79 decide di trasformarsi nel nuovo Roberto Carlos non lasciando scampo ad Handanovic. Durante il match, la VAR non assegna un penalty ai nerazzurri per tocco di mano dello stesso terzino ducale. A dir la verità, un episodio positivo accade in Juventus – Sassuolo, dove la Video Assistence Reference aiuta l’arbitro Chiffi ad espellere Douglas Costa, che nel finale decide di trasformarsi in un lama e sputare addosso a Di Francesco JR. Ah stavo dimenticando…ha segnato Ronaldo, anzi ne ha fatti 2. Risultato 2-1. NON VA invece il Milan che, al cospetto di un ottimo Cagliari, non va oltre il pareggio (1-1). Di Joao Pedro (al rientro dopo la squalifica) e Higuain le reti. NON va la Roma, che manca di personalità e voglia e, dopo essere stata avanti due volte, si fa recuperare in casa dal Chievo con un gran goal di Birsa e la rete di Stepinski. VA il Napoli di Ancelotti che, pur non senza patemi, ha la meglio sulla Fiorentina grazie alla prima marcatura stagionale di “Lorenziello” Insigne e si porta a 9 punti rimanendo in scia alla Juventus. Ciclone Sampdoria all’esordio del Benito Stirpe in Seria A. Blucerchiati che non hanno pietà del Frosinone e gonfiano la rete 5 volte: Defrel (2), Quagliarella (già, ancora lui), Kownacki e Caprari.  Ancora Piatek, sempre Piatek, immenso Piatek. Nel caso non sia chiaro la vittoria del Genoa sul Bologna porta la firma del terribile centravanti polacco. Notte fonda per i felsinei, incapaci di imbastire azioni offensive degne di cronaca. Soffre ma espugna il Castellani di Empoli la Lazio che grazie a un inserimento di Marco Parolo si regala tre punti importanti salendo a quota 6. Ottima comunque la prestazione dei toscani. Ma quindi, cari lettori, chi è l’anti-Juve? La Spal. Per adesso è la Spal. Dopo 4 giornate e lì, a quota 9 a braccetto con il Napoli. Gli estensi, nel Monday Night, annichiliscono un’Atalanta irriconoscibile grazie alla doppietta di Petagna. Chiudiamo con 2 domande per voi: il Var serve o non serve? Chi è la vera anti-Juve? A voi l’ardua sentenza.

TABELLINO E MARCATORI

Cagliari – Milan 1-1 (4′ Joao Pedro [C]; 55′ Higuain [M])migliore in campo: Higuain [M]

Udinese – Torino 1-1 (28’D e Paul [U], 49 Meitè [T])  migliore in campo: Meitè [T]

Frosinone – Sampdoria 0-5 (10’ Quagliarella,  47’ Caprari, 54’ e 86’ Defrel, 83’ Kownacki (R))

 migliore in campo: Quagliarella [S]

Empoli – Lazio 0-1 (47’ Parolo [L]) migliore in campo: Strakosha [L]

Juventus – Sassuolo 2-1 (50’, 65’ Ronaldo [J], 90+1’ Babacar [S])  migliore in campo: Ronaldo [J]

Spal – Atalanta  2-0 (50’, 56’ Petagna [S]) migliori in campo: Cionek, Petagna [S]

Inter – Parma 0-1 (79’ Di Marco [P]) migliore in campo: Inglese [P]

Genoa – Bologna 1-0 (69’ Piatek [G]) migliore in campo: Piatek [G]

Napoli – Fiorentina 1-0 (79’ Insigne [N])  migliore in campo: Insigne [N]

Roma – Chievo 2-2 (10’ El Shaarawy [R], 30’ Cristante [R], 52’ Birsa [C], 83’ Stepinski [C])

migliore in campo: Sorrentino [C]

1 commento

  1. Ottima rubrica Redazione, soprattutto se Settimanale! E d’accordissimo nella gestione della stessa da parte di Davide nostro 🙂 …..

    Venendo alle domande poste appunto da Davide:

    • Sull’utilità della VAR o meno, direi che è più che retorica, è come chiedere se i telefoni cellulari sono utili o meno! In generale tutta la tecnologia è utile ma spesso si confonde l’utilità con l’utilizzatore: il cellulare è utile ma se viene utilizzato per esempio mentre si guida un’auto oppure per farsi un selfie mentre si cammina sul tetto di un palazzo, beh…… E’ quindi IL MODO in cui viene utilizzata la tecnologia che fa la differenza fra l’utile ed il dannoso, e la VAR non scappa a questa logica: a sbagliare, infatti, non è stata la tecnologia ma l’arbitro che avrebbe dovuto utilizzarla, punto.
    • Sul ruolo di Anti-Juve di quest’anno, personalmente non ho dubbi: è la Juventus stessa. Troppo grosso il GAP che la divide da tutte le altre squadre, dalle Milanesi alle Romane passando per il Napoli, hanno cambiato tutte chi più e chi meno chi in campo e chi in panchina ma NESSUNA ha effettuato dei cambiamenti migliorativi, anzi….L’unica che si è ancora, ulteriormente e inutilmente (per quanto riguarda una nuova vittoria del Campionato Italiano di Serie A…) è sempre la Juventus, che mai come quest’anno punta decisamente e spudoratamente alla vittoria della CL! L’acquisto di CR7 infatti è sicuramente da interpretarsi in quest’ottica, certamente NON per rafforzarsi in campo Nazionale dato che anche senza di Lui ha un organico tale da poter tranquillamente schierare 2 formazioni ugualmente competitive contemporaneamente, non c’è storia….. Piuttosto c’è da chiedersi e da chiedere ad AA, in caso di nuovo fallimento Champions, se per Loro avere un campionato così piatto non sia controproducente: sapere già in partenza che lo vincerai di nuovo Tu e che in un modo o in un altro le partite le porti comunque a casa probabilmente non è poi così stimolante…..Ma forse è per questo che vogliono fare la SuperLeague

    FV♥G!!! SEMPRE !!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui