Il pareggio di Bergamo accontenta solo qualcuno

0
35

Sharing is caring!

 

Il pareggio ottenuto ieri sera a Bergamo, stando alle parole del mister e dei giocatori che a fine partita sono intervenuti ai microfoni dei giornalisti, ha soddisfatto la squadra e soprattutto mister Mazzarri. Numerosi tifosi invece hanno sfogato la loro rabbia sui social per commentare una partita che si doveva vincere. Io penso di posizionarmi nel “giusto e quieto mezzo”. È vera la sensazione che la partita fosse stata preparata proprio per pareggiarla e questo sinceramente mi irrita molto perché, secondo me, una squadra deve sempre scendere in campo per vincere. Soprattutto nel caso in cui si arrivi da una partita persa malamente. Mi aspettavo una grinta più incisiva da parte della squadra anche se bisogna dire che una reazione c’è stata e questa è una delle cose più importanti. Il Toro si trova a 6 punti dopo 6 partite ma bisogna ricordare che avversari ha dovuto affrontare: Roma, Inter, Udinese, Spal, Napoli e ieri l’Atalanta a Bergamo. Quest’ultimo un avversario ostico, in un campo molto difficile dove non è mai semplice giocare. Anzi, possiamo dire anche che in questi ultimi anni è diventato ancora più faticoso per il processo di crescita che ha avuto l’Atalanta, seguita sempre da un tifo numeroso e caldo.
È anche vero che praticamente non abbiamo fatto un tiro in porta così come neanche l’Atalanta si è resa mai particolarmente pericolosa, a parte alcune volte con Gomez.
Come ha detto giustamente El General Rincon dopo la partita è stato un match equilibrato e il risultato è giusto.
Adesso la squadra avrà solo due gironi per preparare un’altra trasferta e non ci sono giustificazioni, bisognerà assolutamente vincere, non ce n’è.
Ora per il Toro arrivano due partite, Chievo Verona e Frosinone in casa, dove non saranno concessi errori o passi falsi. Bisogna andare avanti e crescere. Infine da sottolineare che ieri Parigini e Djidji hanno disputato entrambi
un’ottima prestazione, quindi complimenti a loro. Vittorio ha dimostrato in campo tutta la sua voglia di giocare e di far bene. Belotti è sempre troppo da solo là davanti e, sinceramente, trovo incomprensibile la scelta di inserire Zaza a soli 2 minuti dalla fine. Speriamo che per De Silvestri non sia niente di grave e gli auguro di recuperare presto la sua forma ottimale perché i giocatori sono tutti fondamentali.
Testa a Verona… invadiamola con una Maratona itinerante pronta a spingere i ragazzi. Forza… uniti è tutto più semplice!!
Giovanni Goria

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui