Il Brodino caldo Bergamasco fa bene dopo le pizze napoletane….

Se c’è una cosa che non mi piace è il Brodino caldo. Bergamasco o Torinese, Genovese o Bolognese poco importa , quando sto bene, sono in Salute il Brodino mi risulta insipido.

Ma quando sono intossicato o influenzato o in convalescenza ecco che il Brodino caldo, magari di pollo lo apprezzo. E la nonna diceva sempre che fa bene.

Ecco questo è ciò che è stato per il Toro il pareggio di Bergamo. Un Brodino caldo che potrebbe davvero aver fatto bene e ridato forze a chi le aveva perse dopo le tre pizze indigeste napoletane. Tre Pizze che sono rimaste sullo stomaco, non solo ai tifosi ma anche ai giocatori e a Mazzarri

Leggo le solite innumerevoli e ingiustificate o esagerate critiche a questo pareggio. Per me è stato manna dal cielo per questa squadra, perchè punto ottenuto su un altro campo durissimo, dove recentemente si è sempre perso, e dove anche squadre più forti a volte le buscano, vedi lo stesso Napoli o la Roma o il Milan negli scorsi anni.

Ho letto molte cose positive da questo pareggio , certo piu di quelle negative , che poi si limitano alla mancanza di coraggio del tecnico nella tattica un po rinunciataria di ieri sera. Ma ha ragione Mazzarri. Scoprirsi da influenzati o intossicati è dannoso, si rischiano brutte ricadute. E tentare un altra abboffata dopo le tre pizze sarebbe stato deleterio per lo stomaco del Toro.

Le cose positive sono state:

Il pareggio a casa della Dea, punto guadagnato. Brodino salutare.

Abbiamo scoperto Djidji e apprezzato Parigini. Abbiamo delle valide alternative in panca.

Abbiamo molta fisicità in campo, che in certi frangenti fa comodo.

Questo Toro ha grandi margini di miglioramento. Basti pensare alle assenza di ieri sera: Iago, Ansaldi, Zaza, Soriano. E con un De silvestri a mezzo servizio . Basti pensare al calendario terribile affrontato finora, dove in 4 partite su 6 si sono afforntate squadre di Champions e Euroleague . Con un livello di preparazione diverso. E nelle altre due si sono afforntate squadre che fino a 7 gg fa attraversavano un ottimo momento di forma. Basti pensare che ancora non abbiamo visto nè il vero zaza nè il vero Soriano e che gli automatisimi offensivi sono ancora un cantiere senza Iago

La difesa ha retto. Se escludiamo le pizze di Napoli il Toro non ha mai subito , non è mai crollato e ha sempre reagito. A Bergamo si è dichiaratamente giocato di conserva ma come dicevo non si è rubato nulla e si è rischiato poco.

Non si puo intolre non ricordare che la classifica attuale è bugiarda , ingannevole, con squadre tipo Spal , Sassuolo o Parma troppo avanti e altre come Roma, Milan e lo stesso Toro troppo indietro. Toro che con arbitraggi decenti avrebbe oggi 3 punti in più. E a 9 punti nessuno dico nessuno si lamenterebbe.

Con queste considerazioni ora però è necessario tornare a cibarsi normalmete. Il Brodino a Verona non lo vuole nessuno, tantomeno i tifosi, è ora di addentare qualcosa di consistente senza fare indigestione. Chievo e Frosinone devono portare sei punti , se no è chiaro che con il Napoli non è stata solo indigestione o influenza ma un vero e proprio Virus difficile da debellare.

Da oggi a fine Girone Andata mancano 13 partite. l Toro deve affrontare solo più tre delle squadre di Coppa , quelle più difficili e avanti nel ranking ovvero Juve, Lazio e Milan. Quindi mettendo anche Fiorentina e Sampdoria tra gli incontri ad alto tasso di rischio, il Toro avrà ben 8 partite sulla carta abbordabili da tre punti.

Da sommare a ciò che si riesce a racimolare nei confronti più complicati.

Nei prossimi 2-3 incontri assolutamente da vincere capiremo la vera dimensione di questo Toro. Capiremo se il Brodino Bergamasco ha fatto bene o se sarà necessaria una vera e propria cura a base di medicinali.

Forza Toro

ABOUT THE AUTHOR: Djordy64#Forza Ragazzi vogliamo l'Europa#

Sono granata dal 1972
  • mauro.re 27 Settembre 2018 at 23:06

    Mi sa che il brodino non ti basti……..hai bisogno di dosi massicce di tachipirina, la febbre alta ti ha dato alla testa…….!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • hamlet 27 Settembre 2018 at 23:32

    Dopo le tre pappine nel sette prese dal Napoli il brodino non e´che e´cosi salutare. Ho gia´scritto di come il pareggio a Bergamo possa andare bene. Il problema e´il gioco. Baselli ancora nullo, Meite´e Rincon sono due mediani e sulle fasce poca qualita´. Nel 3-5-2 si attacca sugli esterni. Mazzarri ha puntato praticamente tutto su Soriano. Se lui non fa´la differenza abbiamo grossi problemi. Anche peggiori dello scorso anno. Zaza trova difficolta´ad essere seconda punta. Ma sia lui che Belotti non hanno ricevuto palloni giocabili. Ci rimane Falque, che e´un buon giocatore, ma non uno che fa´la differenza. Rimango convinto che il vero problema sia la mancanza di qualita´sugli esterni. Sia Berenguer che Aina sono molto imprecisi e De Silvestri ha i limiti che tutti conosciamo. Inutile dire che Lijajc farebbe comodo. Per 3 milioni netti a stagione (il doppio di stipendio) mi sarei trasferito pure io. Inutile discutere quindi. Comunque se vediamo la classifica, a parte la Fiorentina, siamo tutti in un paio di punti. Non mi sembra una tragedia. Si puo´recuperare. A patto di crescere come squadra. Vedremo. A dicembre sara´tutto piu´chiaro. Nel frattempo aspettiamo e vediamo cosa succede senza isterismi. FVCG.

  • Toro71(#PRIMAVERARESISTI) 27 Settembre 2018 at 23:55

    Il brodino, DJ, la squadra e noi tifosi lo prenderemo se vinceremo le prossime 3 ( 3, non 2.. ) partite contro le 3 peggiori squadre ( nella classifica e nei fatti) del Campionato, che guarda caso incontreremo una dietro l’altra: Chievo, Frosinone, Bologna, altrimenti non basteranno neanche i super antibiotici ed il nostro Campionato finirà a tempo di record ben prima dei Santi, altro che Dicembre Hamlet…

  • Djordy64#Giocatori mercenari ..solo Forza Toro # 28 Settembre 2018 at 1:00

    @Mauro: hai ragione la febbre si puo curare , ma non quella granata e la mia è appunto Granata

    A te consiglio invece un buon antidepressivo perchè a leggerti e a leggervi davvero vien voglia di spararsi un po di bottigliate sui maroni….un po alla Tafazzi il tuo migliore amico

  • Djordy64#Giocatori mercenari ..solo Forza Toro # 28 Settembre 2018 at 1:12

    @Hamlet : posso solo applaudire al tuo commento , sarebbe bello che tutti fossero in grado di fare commenti costruttivi come il tuo

    Traducendo per te manca qualità. Ed io sono d’accrodo. Ma appunto manca qualità o è mancata qualità soprattutto negli ultimi due match per alcuni motivi

    Iago in questo momento è insositutibile non essendo ancroa Soriano abile e arruolabile. E non essendo Baselli finora sbocciato . Sono questi gli uomini preposti a dare qualità al gioco , certo non Rincon o Izzo.

    Come ho ricordato nel mio articolo, abbiamo avuto 6 partite nelle quali ci sono venuti a mancare alcuni giocatori. Nelle ultime tre praticamente abbiamo giocato senza Iago, senza Ansaldi , senza Soriano comunque entrato pochi minuti e Zaza solo col Napoli per intero

    E qui mi collego al discorso fasce. Ansaldi è dei nostri esterni quello con la maggiore qualità. E non lo abbiamo ancora avuto. Aina è forte atleticamente ma ancora acerbo. De Silvestri ha tenacia , sa anche segnare ma difetta in precisione. Berenguer è stato uno dei migliori nelle ultime uscite, specie a Udine ma ha dei limiti tattici e difensivi. In ogni caso sta giocando bene , ma non vedo cross da fondo campo.

    Parigini ha giocato nell’ultima occasione, ha giocato con grinta e volontà ma non nel suo ruolo principale. A me non pare siamo messi cosi male sulle fasce

    Quello che manca come il pane a livello qualità è proprio Liaijc. Mancano i sui traversoni , le sue punizioni i suoi corner. Tre milioni …guarda non sono sicuro. Se io avessi già un ingaggio da 1,5 milioni, o anche 2 milioni con i bonus, non credo che andrei in Turchia per 1 milione in piu.

    Questione di carattere.

    Concordo sul fatto che le due punte non hanno avuto palle giocabili a Bergamo e confermo che la qualità è nei piedi dei giocatori che ho nominato prima . Ne abbiam dovuto fare a meno finora quindi possimao solo migliorare.

  • Djordy64#Giocatori mercenari ..solo Forza Toro # 28 Settembre 2018 at 1:16

    @Toro71: Brodino lo considero perchè pur giocando in modo rinunciatario si è pareggiato su un campo molto difficile non conedendo molte occasioni all’avversario.

    L’ho detto anch’io le prox 2 partite ..meglio 3 …andrebbero vinte subito senza se e senza ma

  • Alberto Fava 28 Settembre 2018 at 12:41

    Siamo messi bene, il gioco del Toro, il famoso tremendismo Granata, paragonato ad un brodino della nonna.
    Spero che questa Nonna non sia stata Sorella di fede, altrimenti tirerebbe fuori dalla madia il matterello dei tajarin.
    Da scompisciarsi dalle risate, se non ci fosse da piangere per il gioco espresso fin qui.
    Appunto, un bel “brodino” per malaticci …..

  • Djordy64#Giocatori mercenari ..solo Forza Toro # 28 Settembre 2018 at 20:56

    @Alberto: Da quanto ricordo sei un vecchio ( si fa per dire) tifoso granata , non ricordo se ultra sessantennne o giu di li , hai qualche anno piu di me , forse ne hai 65 ricordo bene?

    Quindi hai certamente visto il Toro tremendista di Pupi Ciccio Giaguaro Poeta il Lord e poi Eraldone ecc…Hai visto immagino i Toro degli anni 80 , quello di Sergio Rossi che sfiorò lo scudetto contro il Verona di Bagnoli, sempre con il grande Gigi in panca.

    Non so se hai potuto seguire allo stadio il Toro dei primi anni 90 della meteora Borsano, quella che dopo pochi anni ci ha bruciato…

    Ecco è chiaro che se il confronto lo fai con quei Toro, non si regge il confronto. Forse nenahce con il Toro sempre anni 80 di Tony Polster o quello della meteora Wim Kieft .

    Se però mi fai il confronto con i Toro degli ultimi 25 anni, solo in alcune partite abbiamo visto il Toro giocare più sicuro anche contro avversari piu forti. Napoli a parte ovviamente e in tutti questi anni purtroppo anche Gobbi a parte ….

    Se analizziamo i match con Roma , Inter a Milano, Udiense a Udine , onestamente non ho visto un gioco cosi penoso. Se analizziamo la partita Brodino di Bergamo in effetti il gioco offensivo non c’è stato. Ma se mi dici che hai nostalgi della tattaica garibaldina di Sinisa allora , pur avendo io sempre difeso il Serbo, vuol dire che per te non conta il rislyultato.

    A Bergamo è stato necessario giocare coperti sia perchè reduci da tre pizze indigeste napoletane, sia a causa delle assenze fondamentali di Iago e Ansaldi oltre che lo stato di forma ancora precario di alcuni innesti importanti quali Zaza e Soriano. E poi a causa dell’avversario comunqeu pericoloso e di nuovo in forma , voglioso di tornare a vincere in casa.

    Ti ricordo che il Toro garibaldino di Sinisa a Bergamo ha sempre perso, e che sempre quel Toro garibaldino dal Napoli di pizze ne ha prese ben 13 in 3 partite…

    Quindi giusto dire che a Bergamo si è vista una partita penosa , ma è anche doversoso ricordare che a volte bisogna mettere fieno in cascina e fare punti piu che badare al gioco.

    Poi è ovvio che se tra Verona, Frosinone e Bologna non escono 9 punti , o almeno 7 dato che a Bologna è comunque terreno complicato, allora il brodino bergamasco non sara servito a nulla.

    Quindi tanto vale mangiarsi i Tajarin …..

     

  • Alberto Fava 28 Settembre 2018 at 22:22

    @DJ, Tutto vero, sono un vecchio 65enne Tifoso Granata.
    Di memoria buona .
    Ricordo tutto quello che scrivi, anzi di più : Giagnoni, Agroppi, Bui, Meroni e poi via via tutto : da Pianelli a Lido Vieri, Puja, Rosato, passando poi a Mondonico, Rabitti, Bersellini, Borsano, Gerbi De Finis, Goveani, Calleri. Rossi, il 2 a 0 – 3 a 2 firmato Dossena Bonesso Torrisi Ecc.
    Ricordo il tutto perfettamente, con tanta nostalgia.
    Mio figlio classe 78 , da circa 20 anni è Istruttore scuola calcio, ha avuto l’onore di aiutare a crescere molti giovani virgulti, tra cui Chiosa , Barreca ed altri che non sto a citare, ha avuto anche la fortuna di vedere dal vivo la terrificante punizione di Pupi contro il Grasshoper, che atterro’ e stordi un difensore in barriera, e poi di conoscere personalmente Jocelyn Angloma ai tempi d’oro; è cresciuto imbevendosi di quello che era ( fu) la nostra più grande e bella caratteristica: il tremendismo, incarnato da Rambo/O’ Animale e Tarzan , gli Alfieri Granata dei suoi anni preadolescenziali.
    Nel suo portafogli conservava gelosamente la foto autografata con dedica di Roberto Policano, Rambo appunto.
    Oggi che deve raccontare alla sua bambina del Toro ? Cairo Mazzarri ed i brodini bergamaschi?
    Con questi argomenti, quante possibilità ci sono che la mia adorata nipotina diventi una Sorella anche lei come il papà , nonno e bisnonno?
    Poche, forse nessuna. Più facile che simpatizzi qualcun’altro sulla piazza.
    Poi riguardo a Sinisa, beh devo dire che il primo anno mi piaceva e tanto. Mi ricordava per certi aspetti Gustavo.
    Stessa grinta, stesso caratteracciio , il pugno al barone, Pupi al muro ad imparare a tirare, ecc.
    Ma forse è giusto quello che dici te, oggi siamo alimentati a brodini, e va bene così.
    Riparliamone tra 20anni, sempre se sarò ancora vivo, sono sicuro che questi “ brodini” del cacchio ci faranno sparire del tutto, siamo già quasi in via d’estinzione.
    Vogliamo scommetterci sopra un caffè ?
    Buona serata

  • Djordy64#Giocatori mercenari ..solo Forza Toro # 28 Settembre 2018 at 23:12

    Alberto: anch io avevp èaragonato Sinisa a Gustavo come spirito e come carattere. Ti diro la verità. Sinisa per me incarnava il vero allenatore del Toro , e mi è molto dispiaciuta la sua inevitabile dipartita. Molti troppi tifosi non lo volevano piu . E ammetto che tatticamente mi aveva lasciato qualche dubbio in piu. In Italia e nel calcio moderno la tattica è non importante ma fondamentale .

    Senza idee tattiche anzi, Sinisa ne aveva magari non  moltissime ma ne aveva,  diciamo senza un modulo robusto che possa anche contenere o limitare le offensive altrui, in Italia non si va da nssuna parte. Il Toro di Sinisa ha fatto scinitlle nei primi sei mesi forse cinque ma poi tutti ci aspettavano al varco

    Mettiamoci poi la sfiga per Sinisa di non avere difensori forti nel primo anno e troppi infortunati e panchina corta nel secondo, ed ecco che Cairo ha dovuto prendere un altro allenatore

    Mazzarri non è mai stato fautore del clcio spettacolo e questo lo sapevamo. Ma + un bravo allenatore , e dove è andato ha raggiunto obiettivi. E al momento è questo che conta, raggiungere un obiettivo che per il Toro è l’Europa. Cairo non lo dichiara ma con quel che ha speso è questo che vuole-

    Hai nominato Rambo , Tarzan, O Animale …erano gli alfieri dell’ultimo Toro in grado di vincere qualcosa o di provarci, quello della breve epoca Borsano.

    La mia speranza è che questo riesca nel giro di alcuni mesi ad avvicinare quel Toro almeno come spirito e piu avanti  come risultati ( Primi 4.5 posti in campionato, fasi finali di Euroleague, magari una Coppa Italia ….) perchè a prescindere dal gioco deludente delle ultime due partite, ci sono alcuni giocatori che mi piacciono come spirito e altri anche come qualità

    Sirigu e Nkoulou incarnano molto del mio ideale di giocatori. Anche Iago Falque e Belotti. E ci metto Moretti almeno come prifessionalità e abnegazione. O Ansaldi per tecnica e qualità

    Meitè è un altro che sta dando segnali di un certo livello . Citerei poi Izzo che pur avendo toppato col Napoli, è uno che non si tira indietro e a cui la vita ha già insegnato cosa vuol dire soffrire e lottare per emergere. Non dimentichiamo i nostri giovani. Ne abbiamo tre del vivaio ora in Rosa , di cui però solo Parigini finora ha avuto spazio. Ferigra e Edera ancora nulla, e su Edera non concordo con Mazzarri dovrebbe gocare ogni tanto

    Poi ci sono i giovani interessanti ragazzi che non sembrano avere paura e che mi danno sensazioni positive; parlo di Aina , Berenguer, Bremer  e Lukic che hanno  giocato poco o nulla tranne Aina, e Damascan che ho visto solo in amichevole . Hanno l’età e i margini giusti per crescere nel Toro. Stssa cosa Lyanco che lo scroso anno ha lasciato tutti a bocca aperrta per come giocava. Se guarito è un nuovo acquisto cosi come o sono Zaza e Soriano , valori aggiunti appena staranno bene

    Ho lasciato in fondo Djidji , De Silvestri, Rincon e Baselli. Nertiano un discorso a parte. Djidji è la novita, la Bergamo mi ha sopreso vedremo in prossime partite. Non sembra male

    De Silvestri e Rincon. Magari peccano di qualità o precisione. Ma a loro non si puo imputare nulla a livello impegno e grinta nulla.

    Infine Baselli. Ecco su Baselli non dico nulla. Finora mi ha esaltato poche volte , troppo poche e mi ssembra un eterno incompiuto.

    Tutto questo per dirti che secondo me, ma è un opinione, il ns gioco è destinato a crescere con gli automatismi e la forma della squadra , che credo sia composta da uomini veri prima che giocatori, è un mix di qualità e carattere insomma ci sta la nostalgia per grandi giocatori del passato, molti inarrivabili ma mi fido di quelli di oggi  e della loro guida , uno dei tecnici piu esperti della SerieA .

    Forza Toro !!!

     

  • Djordy64#Giocatori mercenari ..solo Forza Toro # 28 Settembre 2018 at 23:21

    Alberto : concludo dicendo che il primo toro che ho visto giocare annoverava gente come Agroppi e Ferrini no so se mi spiego, anche se ormai entrmabi vicini a concludere la loro storia d’amore con il Toro .

    Il  mio idolo granata di tutti i tempi è stato il Poeta , quello che procurava gli assist ai Gemell del Goal e concludo dicendo che ho conosciuto di persona, e lui ha contribuito alla mia grantizzazione da piccolo, il grande Sauro Tomà scomparso di recente.

    Ok per il caffe !!! ma sarai tu a offrirmelo molto prima che tra 20 anni…

Lascia un commento