Sesta giornata

0
70

Sharing is caring!

“Io non lo so chi sono e mi spaventa scoprirlo, guardo il mio volto allo specchio ma non saprei disegnarlo”. Ecco che Tiziano Ferro con il suo singolo “La fine”, ci regala un’introduzione adatta al commento della giornata infrasettimanale appena conclusa. Non sa chi è infatti la Roma il cui storico di queste prime 6 partite recita: V P S P S V registrando un perfetto equilibrio tra pareggi vittorie e sconfitte. Il tecnico Eusebio Di Francesco salva la panchina annichilendo 4-0 un Frosinone con evidenti problemi offensivi (0 goal in campionato) e difensivi. Rischia Moreno Longo. Non si ferma invece Piatek, che segna un altro goal fantastico nella vittoria 2-0 del Genoa sul Chievo. Continua a vincere, e a tratti a convincere, la Lazio di Simone Inzaghi che, dopo aver avuto la meglio proprio sul Grifone la giornata scorsa, passa alla Dacia Arena di Udine 2-1. Da Segnalare il ritorno al goal nei biancocelesti di Acerbi, che al minuto numero sessantuno sfrutta una dormita difensiva friulana su corner e punisce Scuffet. Non si fanno male Cagliari e Sampdoria che non vanno oltre lo 0-0. Punto che muova la classifica per entrambi, ma che sicuramente va meglio ai blucerchiati. Altro 0-0 ma abbastanza noioso tra Atalanta e Torino che continuano ad andare a braccetto in questo inizio di campionato un po’ sottotono. Per i granata c’è comunque la scusante che, in questo primo scorcio di campionato, hanno incontrato 3 squadre Champions (Inter Roma e Napoli) e una diretta avversaria per l’Europa League (i bergamaschi). Sassuolo meraviglia quello di De Zerbi che grazie alle reti di Adjapong e Matri si regala 3 punti che lo spingono alle spalle di Juventus e Napoli. Bianconeri e partenopei che non sbagliano la partita prima della “Partita”. La Partita è proprio il big – match che andrà in scena oggi alle 18 all’Allianz Stadium. Compiendo un passo indietro: la Juventus passa con il Bologna (2-0) mentre il nuovo 4 4 2 di Ancelotti surclassa il Parma 3-0. Fatica ad ingranare il Milan di Gennaro Gattuso che al Castellani di Empoli non va oltre l’1-1 regalando un punto prezioso ai toscani. Il Milan infatti gioca sempre e solo un pezzo di partita poi, quando in vatanggio, si addormenta. Stesso identico motivo messo in scena al Castellani dove prima passa avanti grazie all’autorete di Capezzi e poi nel finale viene ripreso da Ciccio Caputo. Discorso diverso invece per l’Inter che, vincendo (2-1) con la Fiorentina si regala la 3a vittoria consecutiva tra campionato e Champions e risale la china. Concludo dicendo due cose: derby di Roma alle 15.00, big-match Juve-Napoli alle 18.00. Cari amici lettori, oggi sapete cosa fare.

 

TABELLINO E MARCATORI

Spal – Sassuolo 0-2 (59’ Adjapong, 90’ Matri [S]) migliore in campo: Babacar [SAS]

Atalanta – Torino 0-0 migliore in campo: Djidji [T]

Juventus – Bologna 2-0 (11’ Dybala, 16’ Matuidi [J]) migliore in campo: Dybala [J]

Udinese – Lazio 1-2 (61’Acerbi, 66’Correa [L]; 80’aut. Badelj [L]) migliore in campo: Strakosha [L]

Cagliari – Sampdoria 0-0 migliore in campo: Cragno [C]

Genoa – Chievo 2-0 (42’ Piatek, 54’ Pandev [G]) migliore in campo: Piatek [G]

Roma – Frosinone 4-0 (2’ Under, 28’ Pastore, 35’ El Shaarawy, 87’ Kolarov [R])                                            migliore in campo: Santon [R]

Inter – Fiorentina 2-1 (45’ Icardi (rig. [I]); 53’ aut. Skriniar [I]; 77’ D’Ambrosio [I])                                       migliore in campo: Chiesa [F]

Empoli – Milan 1-1 (10’ aut.Capezzi [E]; 71’ Caputo (rig.[E]) migliore in campo: Terracciano [E]

Napoli – Parma 3-0 (4’ Insigne, 47’, 84’ Milik [N]) migliore in campo: Insigne [N]

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui