Le pagelle di Bologna – Torino 2-2

0
117

Sharing is caring!

TORINO (3-5-2):

SIRIGU 5,5: Incolpevole sui gol, in realtà non compie una sola parata: solo qualche rinvio di piede, ma su uno di questi scaturisce il pasticcio da cui nasce il pario bolognese.

IZZO 6,5: Non soffre più di tanto in marcatura, per cui quando può si spinge anche in avanti per rendersi pericoloso. Nel finale, subisce una spinta in area avversaria, ma l’arbitro lascia correre.

NKOULOU 6: In difesa non commette errori, ed è bravo nell’annullare gli attaccanti di casa. In fase di impostazione però, è troppo lento e impreciso, e non riesce a dare rapidità all’inizio della manovra.

DJIDJI 5,5: Una partita impeccabile, in cui strappa applausi per il tempismo delle sue chiusure (splendida quella su Orsolini nel primo tempo). L’unico errore, però costa caro: troppo “molle” su Calabresi in occasione del 2-2.

DE SILVESTRI 5,5: Non è al meglio e si vede. Si limita al compito difensivo, spinge poco e mai con i tempi giusti.

36’st PARIGINI: s.v.

MEITE’ 5,5: Primo tempo in cui sembra tornare il giocatore delle prima 4-5 giornate: bravo a rubare palloni e a far valere la sua fisicità in avanti. Sfiora il gol del 2-0, ma nel secondo tempo cala notevolmente e sparisce dal campo, non offrendo più la solita protezione alla difesa.

BASELLI 6,5: Inutile girarci intorno: quando gioca come sa, il Toro gioca meglio ed è più equilibrato. A Bologna per un’ora domina il centrocampo, è bravo in copertura, ed è sempre in area avversaria a sostenere le punte. Bravo a catapultarsi sull’assist di Falque per segnare il gol del 2-0- Poi comincia a calare, si spegne lentamente e il Toro si sgonfia, mentre lui è costretto ad uscire per crampi.

28’st LUKIC 5,5: Brutto impatto con la gara: entra in un momento in cui serve la spada, lui usa il fioretto, per di più a ritmi blandi.

RINCON 6,5: Nel primo tempo corre per tre, e infatti il Toro domina completamente la partita, recuperando subito la palla e non consentendo al Bologna di ripartire. Nella ripresa cala l’intensità, ma resta uno dei migliori, sfiorando il gol del 3-2 nel finale con un tiro che Skorupski toglie dall’angolino.

BERENGUER 6,5: E’ uno dei migliori in campo: palla al piede è difficilmente marcabile, mette in mezzo sempre palloni tagliati ed invitanti per i compagni. Continua a migliorare di partita in partita, ma per il salto di qualità, servono cattiveria e concentrazione per tutti e 90 i minuti: sul gol del 2-2 si fa anticipare troppo facilmente da Calabresi.

I. FALQUE 7: Ancora una volta il migliore in campo: parte come punta, si abbassa a centrocampo per lanciare i compagni, si sposta come sterno per duettare con De Silvestri. Fa più ruoli, tocca sempre tanti palloni in modo pericoloso, sbaglia un gol, ma ne realizza uno da cineteca da 25 metri, in caduta.

BELOTTI 5: Lo stop errato nel primo tempo, quando è solo davanti a Skorupski è l’immagine del Gallo in questo periodo: sempre generoso, sempre pronto a sostenere i compagni, ma davvero poco consistente sottoporta. Non era al meglio, ma certamente non è nemmeno aiutato da una squadra in cui non si intravede una trama di gioco.

22’st ZAZA 5: Ingresso impalpabile: se la prende con Iago Falque per un cross errato, ma lui è fermo a centro area e non attacca il primo palo. Nel finale si divora il 3-2 non riuscendo a colpire a 5 metri dalla porta uno splendido assist dello spagnolo.

ALL. MAZZARRI 5: Riuscire a pareggiare una partita che, occasioni alla mano, si sarebbe dovuto vincere con almeno 3-4 gol di scarto, non è da Toro: è da polli. Ma non può essere sempre e solo sfortuna o immaturità di un gruppo giovane (la Fiorentina è un gruppo molto più giovane, ma queste partite le vince): evidenti anche le colpe di un allenatore che non ha dato un’idea di gioco, ma che si affida solo alla generosità di Falque per creare qualcosa in avanti. E’ bastato un Bologna appena un po’ più aggressivo nel secondo tempo (ma dagli evidentissimi limiti tecnici), per vedersi sfuggire una vittoria che non sarebbe mai dovuta essere messa in dubbio. E poi una domanda ancora senza risposta: possibile che questa squadra non possa giocare con il tridente ? Ormai lo fanno tutti, e non hanno un Falque che rientra sulla metacampo per lanciare i compagni….

 

BOLOGNA (3-5-2):

Skorupski 6 – Calabresi 6,5 – Helander 5,5 – Danilo 5 (1’st Svanberg 6) – Mbaye 5,5 – Orsolini 6,5 -Nagy 5 – Poli 6 – Dijks 5 (18’st Gonzalez 6) – Santander 6,5 – Palacio 5,5 (35’st Falcinelli s.v.) – ALL. Inzaghi F. 6

 

ARBITRO, sig. BANTI 6: Non è una gara facile: molto combattuta, fisica, con tanti contrasti, che si accende anche emotivamente nella seconda parte. Tutto sommato non se la cava male, gestendo bene la partita, estraendo il cartellino quando deve farlo, e facendo valere tutta la sua autorità nel finale piuttosto acceso e polemico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui