Torino-Sampdoria 2-0

Vincenzo Millico,:un nome,una garanzia. Una doppietta fantastica, con il secondo goal da manuale del calcio e vittoria per 2-0 contro la Sampdoria, davanti alla calorosa cornice del Filadelfia.

Coppitelli rimpiazza l’infortunato Adopo con Moreo nel 4-4-2 di partenza, che vede davanti a Gemello la coppia Lyanco-Ferigra con ai lati Gilli ed Enrici. In mediana chiavi affidati a Onisa e De Angelis, con alle ali Moreo e Kone dietro alla coppia d’attacco Millico-Rauti.

I granata partono bene tenendo il pallino del gioco, ma gli ospiti si coprono bene chiudendo gli spazi; per la prima vera occasione da goal bisogna attendere il 41’, quando Millico sfiora il palo alla destra dell’estremo difensore blucerchiato Hutvagner.

La ripresa si apre con l’innesto di Petrungaro, che rileva uno spento Moreo; i “torelli” aumentano bruscamente i giri del motore, la difesa ospite sbanda, e prima Rauti di testa e poi Millico, fermato solo dalla traversa, vanno a centimetri dal goal.

Al 65’ finalmente il risultato si sblocca: destro a giro che sembra disegnato “con il goniometro” di Millico  che si insacca lento ma inesorabile nell’angolino. Passano pochi minuti ma Millico rimane in una sorta di “trance agonistica”:  il numero 11 parte dalla sinistra e si accentra saltando in fila come birilli i difensori doriani, infilando poi l’incolpevole Hutvagner.

Al 75’ Lyanco eccede in irruenza e si becca il secondo giallo, finendo sotto la doccia in anticipo; il Toro non si scompone chiudendosi ottimamente e non offrendo all’avversario la chance di riaprire le sorti del match.

Mister Coppitelli ha espresso a fine partita la grande soddisfazione per la terza vittoria consecutiva della squadra: “Ottima prestazione, contro una squadra ben organizzata. Non abbiamo concesso niente. Anche nel primo tempo abbiamo giocato bene, avendo due o tre occasioni per passare in vantaggio. Secondo me abbiamo giocato bene sia nel primo che nel secondo tempo, non vedo differenze. In questo campionato non ci sono differenze tra i valori degli avversari, sono tutte squadre delle stesso spessore. Basta pensare che se oggi i blucerchiati avessero vinto sarebbero stati ad appena tre punti da noi. Questa partita aveva un coefficiente di difficoltà altissimo e posso dire che i ragazzi hanno avuto un atteggiamento super nell’affrontarla”.

Il Toro scenderà in campo, dopo la sosta per le nazionali, alle ore 11 di sabato 24 novembre in trasferta sul campo del Napoli.

 

TABELLINO:

MARCATORI: st 20′, 25′ Millico (T).

AMMONITI: pt 35′ Canovi (S); st 36′ Cabral (S), st 37′ Gilli (T).

ESPULSI: st 30′ Lyanco (T).

TORINO (4-3-1-2): Gemello; Gilli, Lyanco, Ferigra, Enrici; Moreo (1′ st Petrungaro, 44′ st Ambrogio), Onisa, De Angelis; Kone; Rauti (32′ st Sportelli), Millico (45′ st Djoulou). A disposizione: Trombini, Perazzolo, Samake, Sammartino, Isacco, Buonavoglia, Fasolino, Munari. Allenatore: Coppitelli.

SAMPDORIA (4-3-3): Hutvagner; Doda (Yaye Mpie), Veips, Farabegoli, Campeol; Canova (38′ st Maglie), Peeters, Benedetti; Stijepovic, Prelec, Bahlouli (26′ st Cabral). A disposizione: Raspa, Maggioni, Sorensen, Giordano, Soomets, Perrone, Viera, Casanova, Boutrif. Allenatore: Pavan.

ARBITRO: Cipriani di Empoli.

 

Lascia un commento