Il Toro gioca solo un tempo e non segna.

2
25

Sharing is caring!

Il Toro gioca solo un tempo e non segna.

I numeri di Belotti e Zaza per ora sono inesorabili. Segnamo poco, e oggi come in altre occasioni qualche possibilità c’è stata. Anche nel brutto primo tempo giocato in Sardegna. Ho in mente il cross, bello stavolta, di De Silvestri, bel pallone in mezzo, un fendente. In area? Nessuno, tutti almeno un metro indietro. Primo tempo ingessato e non è un caso. A Mazzarri, auguri Mister e basta sigarette, e a Maran del resto la prudenza non dispiace. Non hanno fatto un tiro in porta i sardi. Attenti e insuperabili dietro Izzo e N’Koulou. I problemi sono stati tutti là davanti. Anche quando nel secondo tempo il Toro ha dominato, conquistato campo, creato occasioni. Ma bisogna buttarla dentro. Zaza ha dato stavolta qualcosa in più col dinamismo, ma ha calciato ancora timidamente in porta. Il Gallo si è battuto solo nel secondo tempo, ma siamo ancora lontani dall’attaccante visto 2 anni fa. Meite ha dragato, Baselli si è battuto, Soriano nel primo tempo ha lasciato intravedere un minimo di impegno, ma la condizione atletica rimane latitante. Ansaldi, al rientro, servirà. Certo in ottica Europa altri 2 punti buttati, seppur a Cagliari non è passato nessuno quest’anno. Dimentichiamo Parma, le scorie si sono viste tutte nel primo tempo, e affrontiamo un Genoa in gran forma, con un attacco dirompente in contropiede. Partita da giocare questa sì con la testa. Basta parlare di partita decisiva. Le partite decisive saranno quelle che fanno filotto, quelle determinate dagli attaccanti. Belotti non sarà il cecchino infallibile che pensavamo, Zaza ha fatto poco fino adesso, ma ci devono dare di più. Ci sta nelle loro possibilità. Ci vuole ferocia, in ogni intervento in ogni tiro. Anche oggi ho visto un secondo tempo dove è prevalsa la nostra tecnica, ma obiettivamente non con quella voglia di prendere per la gola il risultato. Ad un certo punto il Cagliari era alle corde. Nelle nostre corde non c’è un gran carattere invece. Una grande voglia di sacrificarsi. Al dominio nel possesso palla del secondo tempo bisogna abbinare la ferrea volontà di portare a casa la vittoria. Crederci. Lukic a proposito non mi è dispiaciuto, ed è quello che ha giocato meno.

2 Commenti

  1. Non ho visto questo dominio del Toro del secondo tempo. Abbiamo fatto un paio di tiri in porta, tutti abbastanza prevedibili, e nulla piu´. Rispetto al primo tempo negli ultimi 20 min. della gara abbiamo conquistato terreno, ma e´risultato un predominio sterile. Il Cagliari ha giocato a non prenderle e noi abbiamo provato solo alla fine. Da salvare solo Ansaldi, Baselli e Belotti per l´impegno messo. Male Iago Falque e Desilvestri e malissimo Soriano. Come Zaza. Il solito salto di qualita´mancato. Ora dobbiamo assolutamente battere il Genoa domenica, quantomeno per non perdere ulteriore terreno, prima del ciclo di ferro. FVCG.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui