Le pagelle di Cagliari – Torino 0-0

2
7

Sharing is caring!

TORINO (3-4-1-2):

SIRIGU 6: Non compie praticamente nessun intervento: la sua partita sta tutta nel dirigere la difesa e incitare i compagni.

IZZO 6.5: Cancella la brutta prestazione col Parma, con una gara attenta, nel quale vince il duello con Joao Pedro. Sempre bravo nelle chiusure, è meno appariscente ma più concreto rispetto ad altre prove.

NKOULOU 6: Vince il duello fisico con Pavoletti, al quale peraltro non giungono mai palloni alti. Il Cagliari in avanti è poca cosa, e lui se la sbriga senza grossi affanni.

DJIDJI 6: Non sempre impeccabile, soffre la fisicità di Pavoletti e Cerri, ma nonostante qualche sbavatura, la sua prova è positiva.

DE SILVESTRI 6: Partita senza squilli. Attento nella fase difensiva, non trova mai lo spazio per spingere sulla fascia.

MEITE’ 5,5: Tanta fisicità, ma poco ordine e poca concretezza.

BASELLI 6: Ancora una volta schierato come perno centrale davanti alla difesa, gioca una buona partita, sacrificandosi molto in copertura, e dando sempre appoggio ai compagni sull’esterno. Proprio su un raddoppio di marcatura in area granata, si infortuna al ginocchio ed è costretto ad uscire.

31′ st LUKIC:  s.v.

SORIANO 5: Ennesima prova deludente: passeggia per il campo per oltre un’ora, non trova mai lo spazio per inserirsi alle spalle di Belotti, ed anche in fase di contenimento a centrocampo, è impalpabile.

23′ st ZAZA 6: Il suo ingresso dà vivacità all’attacco, ma spreca banalmente la miglior palla gol granata.

ANSALDI 6,5: La nota forse più positiva della serata: rientra dopo 3 mesi  e gioca 75 minuti di grande attenzione.  Sempre concentrato, spinge con buona continuità e mette dentro anche qualche cross interessante per i compagni, che però sono spesso in ritardo o fuori posizione.

29′ st PARIGINI: s.v.

I. FALQUE 6: Anche lui si salva nel finale, ma per un’ora combina poco. Inconcludente, poco presente, si sveglia nel finale, andando anche vicino al gol con una botta dal limite. Il problema è sempre lo stesso: se non è sempre al meglio, se non è lui a saltare l’uomo, nel Torino non c’è nessun altro che abbia uno straccio di idea di gioco.

BELOTTI 6: Per oltre un’ora si aggira il campo senza concludere molto. L’ingresso di Zaza lo aiuta a liberarsi dalla morsa dei centrali cagliaritani, lui conclude un paio di volte pericolosamente verso Cragno, bravo ad opporsi.

ALL. FRUSTALUPI 6: Prestazione decisamente sottotono, quella del Toro, e non solo per colpa delle condizioni meteo. Nel primo tempo i granata sono a favore di vento, ma non arrivano mai alla conclusione. Solo negli ultimi 20 minuti, grazie ai cambi, il Toro prova a vincere la partita, ma i tiri di Zaza, Belotti e Falque non hanno la cattiveria e la precisione necessaria per portare a casa i tre punti. La sensazione resta quella di una squadra incompleta e troppo Iago-dipendente.

 

 

CAGLIARI (4-3-1-2):

Cragno 7 – Srna 6 – Ceppitelli 6 – Romagna 6 – Lykogiannis 5,5 – Dessena 6,5 – Cigarini 6 (40′ st Bradaric s.v.) – Barella 6 – Ionita 5,5 – Joao Pedro 5,5 (34′ st Sau s.v.) – Pavoletti 5,5 (16′ st Cerri 5,5) – ALL. Maran 5,5

 

ARBITRO, sig. PASQUA 6,5: La sua direzione di gara non è sempre uniforme, alterna momenti in cui “lascia correre”, ad altri in cui invece interviene eccessivamente. Nel complesso però, dirige senza errori una gara non difficile. Preciso nella distribuzione dei cartellini, ben assistito dai guardalinee, non è chiamato a decisioni importanti.

2 Commenti

  1. Cioè mi faccia capire….

    Lei dà 6 a Zaza dicendo dà vivacità all’attacco e un Senza Voto a Parigini entrato pochi minuti dopo (6 x l’esattezza) quando personalmente mi sembra che sia stato proprio l’ingresso di Vittorio a dare un vero imput al finale di gara….!!!!!!!! Bah !!!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui