Profumo d’Europa

16
12

Sharing is caring!

2 Dicembre 2018 – 14^ Giornata del campionato 2018/2019: TORINO – GENOA 2 – 1

Andava celebrato, sia il 112° compleanno del Torino, che cade il 3 Dicembre, sia il ritorno in panchina di Mister Mazzarri dopo il malore accusato il venerdì antecedente la trasferta di Cagliari, e così è stato perché i granata hanno sconfitto il Grifone per 2 – 1 ed hanno conquistato il 6° posto in classifica, a quattro punti dalla zona Champions. Ci saremmo aspettati un saluto affettuoso al Mister da parte della tifoseria granata, che però non c’è stato; per contro Mister Coppitelli ha dedicato a Mazzarri la bella vittoria della Primavera contro i pari età della Roma, regolata con un perentorio 3 – 1 al Filadelfia con il solito duo Millico – Rauti, ragazzi che fanno ben sperare per il futuro granata.

Il Toro è sceso in campo con il tridente Iago Falque, Belotti e Zaza, con il sacrificio di Baselli, e con Sirigu tra i pali, Izzo, Nkoulou e Djidji in difesa, De Silvestri e Ansaldi sulle fasce, Rincon e Meitè a centrocampo.

Il Genoa è parso sin da subito avversario ostico, con marcature strette, e con alcuni dei suoi protagonisti alquanto fallosi tant’è che al 28° del primo tempo è rimasto in dieci, a causa della giusta espulsione di Romulo che, già ammonito, è entrato in maniera scomposta su Meitè guadagnando anzitempo la via degli spogliatoi. Ciò nonostante, il Toro ha subìto il gol di Kouame, scaturito da una ripartenza del Genoa e da una dormita della difesa granata, con Sirigu incolpevole. I Grifoni avevano colpito un palo con il loro capocannoniere Paitek, sostituito dopo l’espulsione di Romulo. Acquisito il vantaggio, il Genoa si chiudeva ancor più dando vita a sporadiche ripartenze, e il Toro cercava di trovare il pareggio, ma la manovra granata era alquanto lenta. Ci pensava Ansaldi, al 2° minuto di recupero, con un bel tiro di controbalzo a pareggiare le sorti, conquistando una palla portata avanti caparbiamente da Rincon, mai domo. L’arbitro, signor Mariani di Aprilia, concedeva il recupero del recupero a causa del protrarsi dei festeggiamenti dopo il gol granata, e in quel frangente succedeva che un ingenuo Sandro atterrasse Iago in area, con conseguente calcio di rigore che Belotti realizzava, consentendo così al Toro d’andare al riposo in vantaggio per 2 – 1. Era stata ribaltata una situazione che si prospettava complicata.

Nel secondo tempo, i granata cercavano di mettere al sicuro il risultato, ma i diversi tentativi effettuati non si concretizzavano, cosicchè occorreva attendere sino al 93° per tirare un sospiro di sollievo e portare a casa tre punti fondamentali. Infatti, con questa vittoria, il Toro occupa una posizione che non frequentava da molto tempo, e che, finalmente, è quella auspicata dai tifosi del Toro poiché aprirebbe le porte della tanto sospirata Europa.

E’ giusto godere del risultato raggiunto, a prescindere da come è maturato, e senza considerare troppo alcune lacune che la squadra granata ha evidenziato ancora. Belotti, pur avendo portato a cinque le reti sin qui realizzate, non è ancora il Belotti che abbiamo conosciuto nel recente passato, e l’ingresso in campo di Zaza dal primo minuto non ha entusiasmato, sia perché il giocatore non ha ancora perfezionato gli

automatismi con i compagni d’attacco, sia perché Iago è stato penalizzato da una posizione più arretrata. De Silvestri e Meitè sono parsi meno brillanti del solito, mentre Ansaldi, il migliore in campo, e Rincon hanno confermato le rispettive doti tecniche e da lottatore.

I granata sono attesi ora dall’impegno infrasettimanale (giovedì prossimo h. 20,30) di Coppa Italia contro il Sudtirol, al Grande Torino, e qui Mister Mazzarri avrà modo di effettuare qualche esperimento. Poi ci sarà la trasferta a Milano contro i rossoneri, che stanno attraversando un buon momento di forma, e a seguire il Derby che si disputerà tra le mura amiche. Sarà importante e interessante vedere come i granata affronteranno questo filotto di partite, e analizzare la classifica che si svilupperà.

Franco Venchi

16 Commenti

  1. Neanche l’ombra di quei 2 buffoni e uno si era anche svegliato da poco vero Plasticone ? ridicolo..le vostre frecciatine ficcatevele nel culo fino in fondo..

  2. Te lo giuro Plasticone..quell’altro il commercialista esperto di bilanci manco lo considero..a te invece do la caccia fino a quando non mi stanco..infame..non hai neanche le palle di andare da una persona e dirgli quello che pensi gang di pagliacci

  3. Prima le frecciatine di Gianky che poi si nasconde e fa’ la vittima..poi mandate avanti Rds..poi le frecciatine a Poppi..poi voi 2..non siete persone siete dei infami

  4. E con questo chiudo perchè non è giusto nei confronti degli altri e di questo forum..ma non finisce qui ve lo garantisco..tanto so che hai letto Plasticone..non me ne frega un caxxo di sapere che persona sei tu..mi basta quello che leggo..esci le palle e affronta le persone non messaggini su wa..tanti cari saluti

  5. Bene gentili Utenti del Forum, dopo queste parentesi torniamo a parlare di calcio….

    Se volessimo parlare ancora del passato, magari non troppo remoto, si potrebbe parlare (ancora) della partita di Domenica, quella vinta contro il Genoa, sennò si potrebbe parlare di quella prima, pareggiata a reti bianche a Cagliari, o di quella prima ancora persa indegnamente in casa contro il Parma e, senza andare ancora indietro, già così ce ne sarebbero di cose da dire! Ma ahimè a ben vedere la maggior parte di queste sono già state dette, sarebbe quindi un ripetere sempre le stesse cose (che noia!!!), quindi vediamo un po’: il pezzo qui sopra di Franco Venchi termina parlando dell’incontro di dopodomani (Toro-Sud Tirol) dei 16° di Coppa Italia sia della prossima partita di campionato (15° giornata) che ci vedrà tornare a San Siro stavolta contro il Milan…. La maggior parte dell’attenzione di tutti (o quasi) è concentrata su quest’ultima partita, giustamente direi, per una serie di motivi validissimi: dal blasone dell’incontro stesso (San Siro è un po’ come LA SCALA del calcio ed il Milan “evoca” gloriosi successi rossoneri passati…) all’importanza di una vittoria Granata (da un possibile “aggancio” al 5° posto al consolidamento dell’attuale 6°) finendo all’eventuale aumento di autostima e consapevolezza in se stessi in vista del successivo derby! Tuttavia concordo (anche stavolta, anche su questo…) col nostro tecnico: piedi per terra, testa bassa e lavorare e soprattutto una partita alla volta, prima del Milan c’è appunto l’impegno di Coppa Italia! Troppe volte si è  giocato questo torneo con sufficienza, con leggerezza e forse anche con “fastidio” perché magari distraeva energie che invece dovevano essere riservate per il campionato! Troppe volte non lo si è giocato in modo “degno” e troppe volte così facendo s’è “buttata alle ortiche” l’opportunità che in fondo in fondo la vittoria (o eventualmente anche solo il fatto di arrivare in finale..) rappresenta, cioè una porta sull’Europa.

    Il “Profumo di Europa” si può respirare anche vincendo la Coppa Italia! Ed anzi che bello sarebbe! Finalmente un altro trofeo dopo ben 25anni! Finalmente anche la squadra maggiore potrebbe tornare a vincere qualcosa dopo la squadra Primavera! Quest’anno poi, rispetto agli anni passati, non c’è neppure l’eventuale alibi della “panchina corta”: l’occasione infatti di Giovedì sera prossimo sarà proprio quella di vedere all’opera gente come Bremer, Lukic, Edera, Damascan, magari con Moretti e Lyanco davanti a Ichazo, sia per far rifiatare i titolari sia per mettere benzina nelle gambe e dimostrare di avere recuperato dagli infortuni (Lyanco) o di aver appreso così bene gli schemi da mettere in difficoltà il Mister nello scegliere poi i giocatori per le prossime partite. Il campionato è lungo, 14 partire disputate su 38, neanche la metà quindi, c’è tutto lo spazio ed il tempo per giocare SE ci si dimostrasse pronti: restare uniti, compatti, restare ed essere UNA SQUADRA non solo quando si fanno le cene e si scattano i selfie diventa NECESSARIO e FONDAMENTALE!!

    FV❤G!!! SEMPRE!!

  6. Bertu62..le cose bisogna dirle non starsene zitti e subire..io non sono mai stato il tipo da subire provocazioni e starmene zitto e fare buon viso a cattivo gioco..per quanto ci stiamo sulle palle l’un l’altro lo sai..Ciao

    • Marco, sai meglio di me che ci sono modi e metodi per parlare con le persone al di fuori del forum, soprattutto per chi come Te conosce tanti che scrivono qui ed ha i loro contatti personali…..utilizzare il forum come hai fatto usando fra l’altro parole e toni minacciosi non è stato il massimo, me lo concedi sì? Credo che se questa volta la Redazione abbia lasciato “passare” sono certo che in futuro non sarà più possibile per nessuno. Fine messaggio….

  7. Ma sai che se vengo bannato non mi fa’ ne caldo ne freddo ? se la redazione vuole dirmi qualcosa o Mellano hanno la mia mail e possono benissimo farlo come abbiamo parlato qualche settimana fa’ di una questione non mi serve il portavoce..poi onestamente di quei 2 non ho la mail ne il numero e me ne guardo bene dal conoscerli..gli ho lasciato qui sopra una mail e non l’hanno presa ma uno di questi è andato a piangere da un mio amico perchè venisse da me a dirmi quanto lui sia buono e caro..le palle di farlo di persona non le ha avute..ergo sono quello che ho scritto sopra ne più ne meno..poi francamente Bertu qui e in altri forum ti ho visto scrivere anche di peggio a te tra provocazioni e insulti con Mauro.re ora non fare il santo..perchè tralasciando il tuo ennesimo cambio di rotta di cui non mi curo minimamente prendere lezioni da te sul comportamento è alquanto bizzarro..me lo concedi si ? fine messaggio..

  8. Gli altri a parte Dalla Mutta che comunque rispetto e problemi seri con lui non ne ho mai avuti gli altri sono persone con cui mi sono sentito un paio di volte ma niente più

  9. Ok, e continuiamo allora…. Quindi mi fa piacere che Tu continui imperterrito sulla tua rotta, ti fa onore, d’altra parte solo gli stupidi possono cambiare idea, vero? Ad ogni modo forse continua a sfuggire (a Te come ad altri) il punto fondamentale: nessuno da lezioni a nessuno di nessun tipo, chiaro? Si esprimono opinioni, alle volte qualcuno si lascia magari trasportare un po’ dall’entusiasmo (chiamiamolo così..) e se in passato si è arrivati a determinati “culmini” (in cui forse c’è stato anche il mio contributo) come hai potuto notare (se hai seguito il forum qualche volta) i toni si sono ampiamente abbassati, forse anche grazie al meteo, forse grazie al fatto che alla fine quello che sta a cuore a tutti è il Toro, forse grazie al fatto che essendo tutte persone intelligenti da una parte si capisce quando è il caso di “dargliela su” e dall’altra non si porta “rancore” su questioni in cui, alla fin fine, abbiamo ben poco “controllo” ma anzi “subiamo” tutti quanti….Quindi, contento per Te che Tu sia contento, ancor più contento che Tu non abbia problemi di BAN ed infine contentissimo che Tu non voglia prendere lezioni da nessuno però, allo stesso modo, non ti permettere di darne. Fine….

  10. Ma quando ho mai voluto darti lezioni Bertu ? quando ? tu l’altro giorno sei venuto di la a chiamare tutti SOLONI poi di qui fai il moderato,.,lezioni a te ? ma non ci penso nemmeno..sei adulto e vaccinato e l’età della ragione l’hai abbondantemente superata..Ciao eh

    • Marco, i “SOLONI” che ho chiamato SOLONI sanno BENISSIMO chi sono! Non tutti sono SOLONI, solo alcuni che sono convinti di sapere TUTTO di calcio, di calciatori, di come si fa il presidente di un club come il Toro, di chi alla fin fine dice un po come alberto Sordi nel Marchese Del Grillo:”Io so’ io, e voi non siete un cazzo!”…Ce l’hai presenti sì? Qualcuno di Loro fa parte di UNA GANG (problemi suoi), qualcun altro ha un passato da ultras, qualcun altro vive ancora negli anni ’70, però in comune TUTTI hanno che DEVONO insegnare/spiegare a tutti gli altri LA VERITA’ ASSOLUTA: la formazione, l’allenamento, le dichiarazioni, ecc…ecc…. e se non sei ACCODATO allora o sei un gobbo infiltrato, o sei un tifoso 2.0 (c**o vuol dire poi??), o sei uno e l’altro! Tu (IO..) abbozzi, fai finta di nulla, porti vanti le tue idee però poi quando capita che i fatti ti danno ragione allora li ripago con UNA PARTE della stessa moneta! Ti risulta? Hai visto che ho fatto LA STESSA COSA anche su TN? Qui, per i motivi che Ti dicevo prima, c’è un clima più disteso, meno “acceso”…Ti disturba forse? Ciao, né!!!

  11. Allora non so cosa tu voglia da me..perchè contro a prescindere io non lo sono mai stato..ne insegno formazioni bilanci etcc.. anzi dei bilanci non parlo mai..e non mi disturba affatto che qui ci sia un clima disteso tant’è che ultimamente avevo ripreso a scrivere (ti disturba forse?) ma quando leggo tra le righe delle frecciatine che poi (per la seconda e terza volta ma non da te) si fanno passare per una cosa non provocatoria allora mi incaxxo tu non faresti lo stesso ? io dico di si..detto ciò Toronews non lo leggo e Toroit onestamente sta diventando sempre più pesante anche per me e ti ho detto tutto..Ciao Ciao

  12. Marco, non mi disturba per niente, anzi….E con Te non ho nulla, credimi…Quanto poi al discorso del “reazione” ai vari provocatori che poi negano mi trovi non d’accordo ma di più, ovviamente…. Solo che ci sono modi e modi, un po come appunto i tuoi ultimi post di oggi qui (quelli dillà, che ho visto e letto, non mi riguardano…) sei d’accordo che sono stati “un filino” sopra le righe? Che avevano “un lieve” sentore minaccioso? E’ solo questo poi che Ti facevo notare 🙂 …. Se vuoi continuare a postare sei ovviamente il benvenuto MA non tocca certo a me né dirtelo né fare come se in realtà avessi qualche “potere”, assolutamente! Non voglio né insegnare né convertire né convincere NESSUNO su NIENTE: non siamo docenti/alunni, non siamo sacerdoti/infedeli né tantomeno siamo politici/elettori! Si passa del tempo insieme, magari in discussioni e confronti piacevoli o magari in discussioni accese e confronti a muso duro MA POI finisce lì, il Toro giocherà ancora, magari vincerà pure (sarebbe ora) o magari no, non importa: ciò che importa è che si sia trascorso del tempo parlando di Toro perché FINCHE’ se ne parla, NON MORIRA’ MAI! Cairo? Cairo passerà, non è mica eterno! Petrachi? Pure! Ne abbiamo passate tante, no? Da Superga a Pianelli, da Giagnoni e il Mondo a Souness Zaccheroni e Stringara, passerà anche Mazzarri, no?

    Ciao Marco 🙂 !!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui