Buon viaggio mister… ciao Gigi

 

In questo 2018, che per fortuna sta per finire, ci hanno lasciato tanti cuori granata. Ieri purtroppo è mancato Gigi Radice. Lui, che fu un grande giocatore e allenatore, ha lottato a lungo contro una brutta malattia, l’Alzheimer, come un vero guerriero.
Il ricordo di Gigi rimarrà sempre vivo nei cuori dei tifosi del Toro e di tutti gli amanti del calcio.
Lui è stato l’allenatore che, dopo quel maledetto pomeriggio di Superga, ha riportato lo scudetto a casa, ovvero cucito sulle maglie granata.
Lui che, come il Grande Torino, l’ho vissuto come un personaggio molto importante nei racconti di mio papà. Più che racconti mi piace
chiamarle favole, perché hanno sempre quel pizzico di magia.
Ho avuto anche il grande piacere di conoscere suo figlio Ruggero in occasione di una serata dedicata a un altro grande mister del Toro, anche lui purtroppo mancato quest’anno, Emiliano Mondonico. La serata infatti era intitolata “Il Toro del Mondo”. Ruggero, una bellissima persona davvero (credetemi non sono parole di circostanza anche se possono sembrarlo) e custodisco con tanto affetto una mia foto con
Ruggero e Schachner. Mando un grande abbraccio a Ruggero e alla famiglia, esprimendo le mie condoglianze per la perdita di un grande uomo. Un allenatore rivoluzionario e tra i più innovativi dell’epoca con il suo pressing a tutto campo e l’utilizzo del fuorigioco come tattica. Grazie Gigi per aver fatto parte delle mie favole, anzi per aver scritto tu pagine importanti. Grazie per tutto quello che hai fatto per il Toro. Tu che ti chiamavi come mio nonno paterno, che era un grande tifoso del Toro e amico di Ferrini, salutameli e raccontagli un po’ del Toro di oggi, di com’è cambiato il calcio e di tante altre cose. Tu che ci lasci proprio 2 giorni prima di Milan- Toro, due grandi squadre dove il tuo nome è impresso nella loro storia, tu che con i rossoneri hai vinto tre scudetti e anche la Coppa dei Campioni. Anch’io come il giornalista rossonero Carlo Pellegatti spero che, in occasione della partita di domenica sera, ci sia per te un grande omaggio e ricordo.
Caro Gigi, ci lasci un grande vuoto. L’affetto che i tifosi granata, e non solo, provavano per te si è visto anche sui social. E solo i grandi uomini restano nel cuore di chi è qui.
Continua a tifare il Toro da lassù… buon viaggio Gigi.
Giovanni Goria

Lascia un commento