Sabato sera dimostriamo la forza del Toro

0
10

Sharing is caring!

Ieri sera, nella stupenda e suggestiva location del Castello di Montaldo, si è svolta la Cena di Natale del Torino F.C.

Il castello, che in varie epoche ha subito diversi restauri, attualmente è un elegantissimo albergo con Spa, per l’occasione decorato con addobbi granata di grande effetto.

Una serata per scambiarsi gli auguri di Natale ma anche l’occasione perfetta per fare gruppo in vista del derby di sabato sera. 

Questo gruppo è molto compatto e come sempre ciò è fondamentale. La dimostrazione si può vedere  e percepire. Per esempio basta scorrere quante foto e “storie” i giocatori postano sui profili social tutti insieme, proprio come ieri sera dove erano tutti molti eleganti e dove spiccava lo smoking granata di capitan Belotti. 

Arriviamo a questo derby con un bellissimo sesto posto in classifica che, come sottolineato dal presidente Cairo, non è arrivato per caso ma grazie al lavoro che società, allenatore e squadra stanno portando avanti con grande impegno. 

Arriviamo a questo derby dopo un buon punto ottenuto a San Siro contro il Milan dove si è giocato molto bene soprattutto nel primo tempo. 

Arriviamo a questo derby orgogliosi di avere una squadra composta da uomini prima che da giocatori e un allenatore che sta dando tutto per fare bene nel Toro. Così tanto da costargli un piccolo problema di salute e, ciò nonostante, lui sarebbe partito con i suoi ragazzi per la trasferta di Cagliari.  

Sono sicuro che questa sera il mister, il suo staff e la squadra  guarderanno Young Boys-Juventus per studiare i prossimo avversari. 

Arriviamo a questo derby (lasciatemi lanciare questa provocazione) con la fortuna di avere alle spalle una società seria che non farebbe mai entrare allo stadio striscioni che vanno a colpire delle tragedie. Ma, come scritto in un articolo dal fratello granata Mario Patrignani: “Comunque nessuna vendetta, solo la nostra fierezza di essere diversi e con la consapevolezza che da quella gente ci separa un abisso morale!” 

Arriviamo a questo derby con la consapevolezza di dover onorare la memoria di alcuni granata che purtroppo quest’anno ci hanno lasciato e hanno raggiunto il Grande Torino. L’ultimo è stato Gigi Radice, il mister del nostro ultimo scudetto, un uomo che ha affrontato e vinto  tante battaglie, tra cui i derby.  Sicuramente da lassù, insieme a tutti gli altri fratelli granata, ci darà una mano a spingere i ragazzi verso la vittoria.  

Infine noi tifosi del Toro arriviamo a questo derby con le nostre solite speranze, paure, emozioni…

Quello che io mi auguro è di vedere sabato sera uno stadio tutto granata pronto alla battaglia e che i tifosi non si fascino la testa prima di essersela rotta… crediamoci fino all’ultimo secondo. 

Non facciamo entrare energia negativa al Grande Torino ma solo energia positiva.  

Comunque andrà ci rialzeremo e andremo avanti per la nostra strada con il nostro popolo a camminare insieme… perché questa è LA FORZA DEL TORO.  

I ragazzi stanno lavorando per fare una grande partita, regalarci e regalarsi una grande gioia. Il tifo si sta preparando a trascinare la sua squadra del cuore  e allora… avanti tutta.  

-3 … TORINO È STATA E RESTERÀ GRANATA.

Giovanni Goria

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui