Mazzarri: “Il Sassuolo non è sesto per caso”

Oggi presso la sala conferenze dello Stadio Olimpico Grande Torino, il tecnico Walter Mazzarri ha incontrato i media per presentare la trasferta di domani contro il Sassuolo: “Gli emiliani sono una delle squadre che gioca meglio in Serie A, partono molto da dietro e giocano la palla: non per caso sono sesti in classifica, la loro posizione rispecchia il loro rendimento. Hanno un allenatore bravo come De Zerbi, il quale ha dato alla sua squadra una mentalità propositiva e dà la sensazione di dire ai suoi “giochiamo sempre la palla”. Sarà una partita difficile, dovremo affrontarla al meglio per ottenere un risultato positivo.

Devo dire, sono curioso di vedere come la mia squadra affronterà questo impegno. Veniamo da due ottime partite contro Milan e Juventus, nelle quali abbiamo però raccolto solo un punto. Ora dobbiamo replicare queste prestazioni contro una squadra, sulla carta, meno blasonata. Servirà un salto di qualità.

Falque? Sta bene, ha ripreso ad allenarsi con la squadra. Dobbiamo solo fare attenzione perchè ci sono altre due gare ravvicinate dopo quella di domani.

Sirigu? Oggi ha fatto una leggera prova, ha ancora dolore e non era il caso di convocarlo. Le sensazioni sono comunque che stia migliorando giorno dopo giorno. Dopo il match col Sassuolo faremo delle prove: tenteremo di recuperarlo per le altre sfide ma non c’è niente di certo”. (torinofc.it)

ABOUT THE AUTHOR: La Redazione

La Redazione di CuoreToro.it
  • PupiGol57#CairoVattene 21 Dicembre 2018 at 14:32

    nessuno ha la propria classifica “per caso”.

  • claudio sala 66 21 Dicembre 2018 at 15:18

    Nella conferenza stampa completa parla anche di rosa troppo ampia e di mercato difficile dare a gennaio. Mi pare lo stesso copione dello scorso anno quando subentrò al serbo, solo che questa volta, se si avvita come allora tra metà febbraio e metà marzo non ci sarà Ljiajic a risolvergli i problemi.

  • claudio sala 66 21 Dicembre 2018 at 15:24

    Se però vanno Zaza e Soriano me ne farò una ragione.

  • emmedi (cairovattene) 21 Dicembre 2018 at 15:26

    Ennesima stilettata di WM a o rey del calciomercato. Abbastanza evidente che non lo sopporti e che non abbia alcuna fiducia in lui. Piuttosto che nuovi giocatori (nuovi zaza/soriano) meglio nulla. Una situazione gravissima,  c’era già ai tempi di sinisa, ma cairo o non capisce o fa finta di non campire.

  • biziog 21 Dicembre 2018 at 15:40

    il problema della rosa non è di quantità (ne abbiamo) ma di qualità e reparti: a centrocampo hanno giocato quasi sempre i tre titolari, ma i ricambi sono inadeguati, tolto Lukic, perché Soriano abbiamo visto (e non considero i like galeotti che lo rendono per me ormai pari a zero) essere inadeguato, e altri non ce ne sono (a parte adattare giocatori fuori ruolo come Ansaldi lo scorso anno…) in avanti abbiamo tanti giocatori ma nessuno che illumini il gioco (ultimo passaggio, angoli, punizioni), e dire che il giocatore ce l’avevamo: Adem… io farei così: via Soriano e dentro Adem e un centrocampista solido e d’esperienza, davanti via Zaza, Edera in prestito e una punta centrale che faccia da riserva al Gallo (un buon giocatore di B o un giovane promettente) il problema è che per Zaza abbiamo l’obbligo del riscatto, ma basterebbe far tornare Adem e cacciare Soriano e avremmo già un miglioramento significativo…

  • emmedi (cairovattene) 21 Dicembre 2018 at 16:01

    tutto giusto biziog. Se non fosse che adem per WM è un attaccante. Eventualmente potrebbe occupare lo spot lasciato vuoto da edera che partirà per giocare. Con sto 3-5-2 ljajic serve a poco, io però lo riprenderei anche solo per fare da cambio a iago.

    finirà con via edera,zaza,soriano e lyanco. E dentro qualche schiappa che WM non ha chiesto ad o’rey di lecce.

  • Toro71(#PRIMAVERARESISTI) 21 Dicembre 2018 at 16:32

    Concordo Biziog, cmq le tre partite che ci attendono saranno decisive in un senso o nell’altro.

  • mauro.re 21 Dicembre 2018 at 17:30

    Una Cosa ha detto giustissima WM …..che De Zerbi fa giocare il Sassuolo a calcio , cosa che Tu non fai assolutamente …………bravissimo a mettere le mani avanti contro il REAL Sassuolo ……….

  • Pietro 21 Dicembre 2018 at 22:30

    Lo scrivo ovunque. Lo scrivo dal 31 agosto. Questa rosa è male assortita e complessivamente modesta, ma soprattutto inadatta al gioco ( non gioco) che aveva in mente di testa di ghisa. Abbiamo 12 13 giocatori di serie A, non uno di più. E aggiungo che la valutazione sui difensori va fatta attentamente poiché, pensando la squadra soprattutto alla fase di non possesso, il loro reparto ne risulta chiaramente favorito. Solo un cerebroleso in meteria calcistica poteva pensare che questa brodaglia potesse andar bene. Non posso credere che gente con una vita intera di trascorsi nel mondo del calcio sia così incompetente. Non credo peranto si tratti di incapacità. . Il toro cairota è di fatto un luogo di passaggio dove ciascuno viene a fare i caxxi propri giocando anche a calcio. Chi si rilancia, chi sverna, chi viene a fare esperienza, senza che vi siano obiettivi di squadra eccetto la permanenza in categoria , perché a cairo interessa solo e soltanto quella.
    Certo i danni economici subiti dalle operazioni Niang e Zaza sono sgradevoli ma le contropartite relazionali valgono per lui molto di più. Basterà una plusvalenza di una dozzina di milioni per mettere a posto le cose senza alcun patimento , dando ovviamente per scontata la cessione dei due pipponi per il loro valore residuo.
    Il trittico di partite che ci attende sarà molto importante. La probabile accelerazione delle altre squadre renderà presto evidente la distanza che ci separa da quelli che entreranno in LIG. Quest’anno poi senza Adem mancheranno anche quei punti da campionato finito fatti l’anno scorso, utili solo ad addolcire le statistiche e a nascondere il nulla del progetto cairota . Vedremo, ma senza Sirigu che rientrerà nel 2019 la prospettiva di fare un solo punto per girare a 23, pare a mio avviso piuttosto concreta.

  • claudio sala 66 21 Dicembre 2018 at 22:32

    Siamo d’accordo, che brividi di freddo.

Lascia un commento