Concluso bene questo 2018, pronti per un 2019 da Toro

Si è concluso ieri il 2018 del Toro, con un pareggio per 1 a 1 contro la Lazio a Roma. Un risultato buono per la squadra che si è affrontata, che non è quarta in classifica per caso e che, per il secondo anno di fila, lotta per arrivare in Champions League. 

Partita sbloccata dal Gallo allo scadere del primo tempo su calcio di rigore. Per i biancocelesti segna il goal al 62’, portando la partita sull’ 1-1, Milinkovic-Savic con un tiro straordinario che trafigge l’incolpevole Sirigu… davvero un gran goal. 

A proposito: molto bene che sia tornato Sirigu tra i pali, abbiamo ritrovato un giocatore per noi fondamentale per la sua bravura ma anche per l’importanza che ha per i suoi compagni. Anche se Ichazo lo ha sostituito degnamente, con impegno e bravura.

Ritornando alla partita odierna è stato un buon risultato, anzi ottimo ma che lascia dell’amaro in bocca perché non è stata  vinta. De Silvestri, nell’unica concreta occasione nel primo tempo, colpisce una traversa e, nel secondo tempo, si mangia un goal incredibile e dopo il quale, a distanza di  pochi minuti, arriva il goal della Lazio che riporta il risultato in parità. Questo è il calcio… errori così non vengono perdonati. 

Una partita molto intensa con tanti falli, quattro ammonizioni e un cartellino rosso per  parte.

Insensata e ingiustificata la scelta di cacciare Meitè per aver spinto Acerbi ma senza aver visto prima la spinta di Acerbi a Rincon. 

Da sottolineare una grande prova, soprattutto uno strepitoso secondo tempo da parte di Djidji che si è dimostrato “un muro”. 

Patetica a fine partita la polemica di Inzaghi sull’arbitraggio e allora viene spontanea la domanda: “Cosa dovrebbe dire e fare il Toro?”. 

Un Toro che chiude questo girone d’andata senza mai aver perso in trasferta. Però, come  detto a fine partita dagli stessi giocatori (Djidji su tutti), sono arrivati troppi pareggi. Bisognerà cominciare a vincere per un 2019 che possa proiettare il Toro in Europa. 

Concludo mandando un abbraccio al C.A.S.T. ieri coinvolto in una brutta avventura, con il pullman preso a sassate da dei tifosi del Bologna. Ennesimo triste episodio che non ha nulla a che vedere con il vero calcio e lo spirito sportivo.

Auguro a tutti voi un sereno e felice 2019 ricco di soddisfazioni per quanto riguarda il nostro Toro, ma non solo. 

Al 13 gennaio! Vi aspetto tutti al Grande Torino per la partita di Coppa Italia contro la Fiorentina. 

BUON ANNO!!  

Giovanni Goria

  • mauro.re 30 Dicembre 2018 at 10:15

    Se si vuol proprio tirare le somme la Sostanza è una sola :
    Abbiamo chiuso il 2018 nella stessa posizione e con le stesse lacune di come si era chiuso il 2017 , nonostante si sia cambiato un mister e preso un ” genio” e a detta del PRESINIENTE sia stato fatto il più massiccio investimento della Storia ……………
    Tutto il resto chiacchiere da se è da ma…………….B Anno

  • emmedi (cairovattene) 30 Dicembre 2018 at 10:56

    speriamo che il 2019 ci porti una proprietà non dico tifosa (impossibile nel calcio moderno) ma almeno COMPETENTE e desiderosa di coniugare ritorno economico con ADEGUATI RISULTATI SPORTIVI.

    CAIROVATTENE!

  • mauro.re 30 Dicembre 2018 at 11:36

    Mi associo ad EMMEDI………..

  • Dario76 30 Dicembre 2018 at 11:39

    Prestazione buona ieri, ma decisa da un imperdonabile errore di De Silvestri e dalla mancanza totale di fantasia in attacco, ieri Iago impalpabile e Lijaic non serviva (vero Mazzarri???)
    Tutti noi vorremmo un Toro davvero grande per il 2019 e non solo, ma le lacune andrebbero colmate già a gennaio, cosa che Cairo non farà mai, come ha già avuto modo di confermare di recente ( qualcuno aveva dei dubbi?)
    Almeno 6 squadre sono oggettivamente superiori al Torino, altre sono comunque forti, ottima la ns imbattibilità esterna ma per l’ Europa serve vincere molte partite, i pareggi servono solo per muovere la classifica.
    Per chiudere, solo a noi tifosi interessa l’ Europa, per il proprietario questo resta l’ ultimo dei suoi pensieri, vale davvero la pena crederci e restare ottimisti ad oltranza?

  • Toro71(#PRIMAVERARESISTI) 30 Dicembre 2018 at 12:52

    Concordo con i commenti sopra, per il resto come si faccia a definire insensata e ingiustificata l’espulsione di Meitè, io proprio non capisco. Meitè ha commesso un’ingenuità imperdonabile al termine di un’altra prestazione balbettante, lenta, insufficiente ( e ringraziamo Irrati, perché quel fallo in area era rigore netto), insomma un Meitè che sta facendo passi da gigante all’incontrario ( si è montato la testa?)

  • PupiGol57#CairoVattene 30 Dicembre 2018 at 13:39

    dare via acquah per meitè è come eliminare la zuppa per il pan bagnato.

  • Toro71(#PRIMAVERARESISTI) 30 Dicembre 2018 at 15:26

    No Pupi, su questo non concordo, Meitè è più forte fisicamente e sicuramente molto più tecnico, solamente che dopo gli elogi si è sgonfiato, prima giocando in maniera via via più timida ma senza fare danni, ieri poi facendo un disastro sotto tutti i punti di vista…

  • BERTU62 30 Dicembre 2018 at 16:29

    Facciamo un riassunto del 2018?? Ok, cominciamo!

    Il campionato è bruttissimo! E’ il campionato più scarso di tutti i tempi! Lo scudetto sarà come al solito dei Gobbi così come la Coppa Italia, e saranno gli unici trofei anche per questa volta!

    Tutte le altre squadre si sono indebolite rispetto al passato, altro che rinforzarsi: le Milanesi hanno speso capitali (ma non Loro..), le Romane hanno dato via i pezzi migliori senza sostituirli (??) degnamente, mentre le solite Viola Atalanta e Samp sono SEMPRE meglio di noi!

    Noi abbiamo scacciato via uno Ljajic che, poverino, sarebbe rimasto anche alla metà dello stipendio che prendeva, cioè 750.000€, invece è stato caricato a forza sull’aereo e spedito in Turchia dove gli hanno fatto un contratto da 3 Milioni di €/anno, POVERINO!!!

    Mazzarri è uno sciocco perché E’ EVIDENTE che gioca SOLO per pareggiare! Infatti non gioca MAI con Belotti e Zaza in campo, MAI con ANCHE Falque, SEMPRE con 5 difensori anzi 6 compreso Sirigu, e se per sfiga Sua si trova in vantaggio allora TAAAC, ecco che toglie Belotti e/o Zaza e/o Falque e mette altri 2/3 centrali come Bremer Lyanco Moretti!

    Cairo è uno stupido, non sa fare neppure i propri interessi, butta via i suoi soldi comprando apposta giocatori vecchi e scarsi (Niang e Zaza) o prendendo altri scarsissimi (Soriano, Meité, Djidji, Aina…) e dando via giocatori fortissimi che segnano e vincono appena vanno via come ad es. Martinez miglior giocatore MLS!

    Il nostro campionato è già finito, anzi lo era già a Luglio, bastava solo dar retta a chi se ne intende un sacco e non aspettare per vedere cosa sarebbe successo, tanto anche se non ci avessero tolto 4/5 punti MINIMO non sarebbe cambiato niente visto che con 5 punti adesso il Toro avrebbe 32 punti e sarebbe 4° al posto della Lazio anziché 9°!

     

  • emmedi (cairovattene) 30 Dicembre 2018 at 19:37

    Dopo aver letto un articolo su tale acestream che non è illegale e non c’è neppure sanzione amministrativa, me lo son scaricato emi son guardato utd-bournemouth. Due considerazioni.

    Uno, il bizness dei diritti tv sta finendo e per i club che non pagano dei fior di professionisti in grado  di sviluppare mechandising e marketing saranno caxxi amari.

    Due, il manutd ha messo in mano calciatori per 800 milioni di euretti a ole solskjaer. Risultato? 3 vittorie su 3. Mi son detto, i giocatori remavano contro mourinho si può essere. Ma il discorso è che giocano benissimo, con mou facevan pietà. E il pubblico canta il suo nome. Ora solskjaer è un ex giocatore, grandissimo attaccante, conosce l’ambiente tutto bene, però come allenatore è una sega , ha allenato squadre di menta in non si sa quale paese.. Eppure sta facendo non bene ma benissimo. Che dire? tenere presente tra 6mesi o 1anno e mezzo, invece di andare a prendere allenatori milionari. Oltretutto mi pare che di ex del TORO che si stan facendo onore ce ne sono un mucchio: stellone e corini che sono in testa alla B, nicola a udine e longo che a frosinone non stava facendo male con una squadraccia (ora vediamo cacchio fa il paraculo ex gobbo). Insomma CHI CONOSCE L’AMBIENTE CONOSCE I MECCANISMI E NON È POCO.

  • Leloup1 31 Dicembre 2018 at 9:33

    @Bertu… beh che dire… un commento di grande levatura… per sarcasmo ed ironia inferiore soltanto all’affermazione secondo cui i risultati reali… concreti… cristallizzato nei “numeri” conseguiti al termine di questo girone di andata sarebbero superiori a quelli ottenuti dalla gestione di quell’incompetente dedito solo all’alcool di Mihajlovic
    Cioè… con una rosa incommensurabilmente più valida… una spesa in investimenti tecnici incommensurabilmente più cospicua… 12 mesi a disposizione per comoletare il perfezionamento tattico e l’affinità di squadra….. la bellezza di 2 punti in più…
    Ma quanto è geniale Mazzarri???
    Poco importa che molto probabilmente i punti di distacco… visto il calendario che ci attende dopo la sosta… ci porterà a 9 lunghezze dal 6 posto e a 10 dal quinto… cioè… COME SEMPRE… ad archiviare il nostro campionato con 4 mesi di anticipo e nessuno traguardo da raggiungere… Si tratta di inezie… quisquiglie… non in gra do di inficiare la luminosa attraversata lungo il deserto verso le stelle che questa guida societaria e questa conduzione tecnica hanno da tempo preparato per noi…
    Buon anno a tutti

  • emmedi (cairovattene) 31 Dicembre 2018 at 9:59

    io son convinto che in coppitalia a metà gennaio ci sarà un massacro: fuori milan, napolicchio,fiore,roma,juve e magari pure l’inda.

    se così sarà dovremo puntare tutto sulla coppetta, mazzarri l’ha già vinta. Tutti i suoi colleghi no.

  • Leloup1 31 Dicembre 2018 at 10:58

    E allora… Tutti sotto con la coppa del nonno… che sarebbe tanta roba!!!
    Criticismo kantiano a parte…
    Ecco gli elementi positivi
    La difesa è eccellente
    L’esplosione di Djidji (e secondo me… Lyanco è addirittura piu forte) quella possibile di Ola Aina fanno ben sperare per il futuro… Rincon… che oer inciso… Tutti avevano definito un bidone… sta disputando un buon campionato
    Belotti sembra essere uscito dal letargo (ma… quanto gli mancano gli assist al caramello di Ljaic…)
    Berenguer.. a mio parere… se “coltivato ” con sapienza… ha i numeri per far bene.
    Meite è molto forte… il suo calo (ahimè) potrebbe essere dovuto alla volontà di anticipare i tempi e trasmigrare su lidi più competitivi e remunerativi del nostro.
    Zaza… può solo migliorare (perché… peggio di così…)
    Falque può regalare… almeno ogni tanto… un lampo… un guizzo che spezzi l’integralismo monocorde tattico mazzarriano….
    Lukic… È tutto da scoprire… e secondo me è potenzialmente un buonissimo interno di centrocampo…
    Insomma… mancherebbe davvero poco per rafforzare la squadra e renderla davvero competitiva…
    Un alter ego di Ljaic… o il ritorno di Ljaic stesso
    Un sostituto di Soriano che sia all’altezza.
    Gli obiettivi dichiarati dalla presidenza… però… vanno tutti nella direzione della strategia delle sessioni invernali passate e tradizionali
    Dismettere… alleggerire i bilanci.. sgravare la rosa dalle zavorre…
    Tutto il resto abita il mondo dei sogni granata

  • emmedi (cairovattene) 31 Dicembre 2018 at 14:39

    la gazza fa il nome di Ljajic al milan.

  • PupiGol57#CairoVattene 31 Dicembre 2018 at 14:51

    non vorresti mica rischiare di andare in europa!! Scherzi??

  • emmedi (cairovattene) 31 Dicembre 2018 at 15:43

    era per vedere chi mi faceva notare che ljaijc può restare al besiktas o tornare al toro. Al milan no perchè sarebbe 3 squadra della stagione (con presenze) e regole vietano. Complimenti al giornalaio dipendente di urbanetto. vabbè, doveva guadagnarsi i suoi 5euretti quotidiani…

  • emmedi (cairovattene) 1 Gennaio 2019 at 11:06

    Buon Dio portatelo via.

    Grazie.

Lascia un commento