Brusca frenata del Toro

3^ GIORNATA DI RITORNO 03 FEBBRAIO 2019 – H. 12,30

SPAL – TORINO: 0 – 0

ESPULSI: NKOULOU (T) per doppia ammonizione, al 20° del s.t.

AMMONITI: CIONEK – MISSIROLI – FELIPE – FARES (S) per gioco scorretto – KURTIC (S) per cnr.

ANSALDI – BELOTTI – ZAZA (T) per gioco scorretto.

ARBITRO: MARIANI di Aprilia.

Squadra che vince non si cambia, è un modo di dire che qualche volta è stato elevato ad assunto, come ha fatto Mister Mazzarri quando ha schierato gli undici che sono scesi in campo a Ferrara, contro la Spal, con l’eccezione di Koffi Djidji, infortunato, sostituito dal sempre validissimo Emiliano Moretti. Tuttavia, il Toro non è stato quello che aveva sconfitto l’Inter una settimana prima; lo 0 – 0 finale, oltre a non incidere significativamente su una classifica che continua ad essere deficitaria in relazione agli obiettivi prefissi, e pur se conseguito in inferiorità numerica per oltre 25 minuti, è figlio di una prestazione insufficiente dei granata.

Quella di Ferrara contro la Spal è stata una partita brutta, molto fallosa da entrambe le parti, mal diretta da un arbitro inadeguato, per nulla autorevole, che ha saputo utilizzare solo i cartellini per cercare di mettere a freno un incontro, in qualche frangente, eccessivamente maschio.

La difesa ha fatto il suo, ma l’attacco è stato ancora una volta sterile; Zaza non è stato quello apprezzato con l’Inter, come pure Belotti, anche se, a loro parziale discolpa, va detto che hanno ricevuto pochi rifornimenti. Il centrocampo granata ha contrastato efficacemente quello ferrarese, con Aina che si è opposto con bravura al guizzante Lazzari, mentre Fares ha creato qualche problema a De Silvestri. Nelle fila del Toro, l’assenza di un uomo d’ordine si è fatta sentire; del resto Mazzarri ha confermato Lukic, che contro l’Inter aveva disputato una buona partita, ma ha lasciato in panca Baselli, Meité e Iago Falque, con l’intento, probabilmente, d’inserirli tutti a partita in corso, ma l’espulsione di NKoulou l’ha costretto a rivedere i suoi piani. In buona sostanza, il Mister ha presentato un centrocampo di forza, ma di poca qualità; con il senno di poi vien da chiedersi se la cessione di Adem Ljajić sia stata veramente una mossa azzeccata. Sappiamo che il calciatore serbo ha il suo caratterino, ma la bravura di un tecnico si misura anche nelle capacità di correggere un elemento ribelle, ma che può servire alla causa.

Adesso, tutta la squadra, a parole, è proiettata sulla prossima partita, quella che i granata disputeranno al “Grande Torino” contro l’Udinese dell’ex Nicola, come se fosse l’ultima spiaggia. Mancheranno NKoulou e Zaza per squalifica, ma le alternative per Mazzarri non mancano, considerato anche che la rosa ridotta non rappresenta un problema per il Tecnico, anzi è quello a

cui egli stesso guardava con favore. E’ vero che la classifica per le posizioni di Europa League è corta, in quanto solo quattro punti separano il Toro dalla quinta posizione occupata dall’Atalanta, in compartecipazione con Roma e Lazio, ma occorre tener presente che oltre a queste tre squadre, meglio attrezzate del Toro, figurano la Sampdoria a + 2 punti e la Fiorentina appaiata ai granata con 31 punti. In buona sostanza, se il Toro non incomincia a inanellare una serie di successi, anche il campionato in corso finirà come i precedenti, con forte rammarico di tutti i tifosi, e con ammissione di colpa da parte di quei tifosi, compreso il sottoscritto, che davano quasi per scontato il raggiungimento dell’obiettivo ostentato ad inizio torneo.

Franco Venchi

ABOUT THE AUTHOR: La Redazione

La Redazione di CuoreToro.it
  • fabio stuppiello 5 Febbraio 2019 at 16:13

    Intanto non è affatto vero che Atalanta e Lazio sono meglio attrezzate, forse gli strumenti sono usati meglio, su questo si deve lavorare.
    La classifica non piace, 4 punti sono tantissimi invece, e aspettiamo un riscatto immediato, il gioco è bruttino non tutte le volte.
    La squadra è concepita per l’aggancio al 5 posto, per la qualificazione diretta, con un occhio al 4 quarto posto.

  • fabio stuppiello 5 Febbraio 2019 at 16:20

    Abbiamo un mister preparato, pronto ai correttivi che devono portare vittorie casalinghe con Udinese e Atalanta rimontando subito.

  • dalla mutta 5 Febbraio 2019 at 18:05

    ma te ne torni in naftalina che non convinci neanche i tuoi figli

  • Dario76 5 Febbraio 2019 at 20:31

    Non è affatto vero che Atalanta e Lazio siano meglio attrezzare?????
    Vogliamo paragonare il ns attacco e i goal fatti dai ns attaccanti con Ilicjc, Papu Gomez e Zapata (credo più di 45 goal fatti)???? O anche con quelli della Lazio, con Immobile in testa???
    Mazzarri poi sarebbe un allenatore molto preparato??? E come mai giochiamo un calcio solo da catenaccio????
    E poi, scusi Signor Stuppiello, Lei, solo prima della partita contro l’ Inter sosteneva che Mazzarri era sotto stretto esame, da parte della dirigenza, ed ora invece lo ritiene in gamba e pronto a qualsivoglia rivoluzione tattica per farci arrivare al quinto posto, con addirittura vista diretta sul quarto posto Champions??????
    Ma lei scrive perché ci crede davvero o, più probabilmente, lo fa nel disperato tentativo di difendere presidenza o settore tecnico, che non lo meritano?

  • fabio stuppiello 5 Febbraio 2019 at 20:38

    Il fatto di essere preparati e lo ripeto, basta confrontare i piazzamenti e i titoli vinti da Mazzarri e Gasperini per esempio, non autorizza lo stesso Mazzarri a far giocare malino il Toro, anche se alcune volte il Toro ha dominato Milan e Lazio.
    Lui resta sotto esame prima della vittoria contro l’Udinese

  • PupiGol57#CairoVattene 5 Febbraio 2019 at 20:44

    stuppooooooooooooooooo vieni a pescare con noi ci manca il vermeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • fabio stuppiello 5 Febbraio 2019 at 21:32

    Il pubblico granata stia sereno, faremo bene, gli obiettivi sono ancora alla portata, ma bisogna fare non dire

  • PupiGol57#CairoVattene 5 Febbraio 2019 at 21:51

    ma noi siamo molto sereni, consapevoli che l’usurpatore prima o poi se ne andrà e staremo ancora piu sereni, speriamo che il viscido entri in politica e speriamo che i vari leccapiedi e portaborse se li porti con sè, col Toro non avete nulla a che vedere, andatevene!

  • fabio stuppiello 5 Febbraio 2019 at 22:00

    Cairo tiene al Toro, noi il Toro non lo seguiamo solo allo stadio di Torino, andiamo fuori, in tribuna, e vediamo che il pubblico itinerante non esiste, laddove il Torino di Cairo finora ha perso solo una volta facendo 15 punti su 31.

  • fabio stuppiello 5 Febbraio 2019 at 22:03

    Il Toro prima di contestarlo va seguito, dopodichè tutti hanno il diritto di tacciarlo a squadra incompleta o incompiuta, che peraltro non è, nel modo più assoluto, anzi…

  • PupiGol57#CairoVattene 5 Febbraio 2019 at 22:33

    tu devi solo tacere sei un venduto o un comprato è uguale, per voi il Toro è un business per noi un ricordo un bellissimo ricordo che questi colori ormai sbiaditi dai business del viscido non cancelleranno mai.

  • mauro.re 6 Febbraio 2019 at 1:30

    Scusa STUPPIELLO ma Noi chi?? lo seguiamo..??

    Vuoi dire una società di Mer.da che va in trasferta in tribuna come dici tu a spese dei lucri fatti con il Toro….?? Ricordati una cosa……SIAMO sopravvissuti a presidenti delinquenti sopravviveremo anche a questo ennesimo “delinquente” per il TORO SIAMO NOI……non 4 mentecatti societari ed un ciarlatano palancaio di professione

    PS ma vai afffffffffff

  • Dario76 6 Febbraio 2019 at 9:35

    Appunto, bisognerebbe fare e non dire.
    Esattamente il contrario di quello che ha sempre fatto urbano roberto cairo!
    Esattamente conciliante, invece, con quello che altri presidenti, tifosi veri, stanno facendo con la propria squadra, esempio Percassi con l’ Atalanta! O anche Lotito con la Lazio! Ogni anno fatti concreti, grandi giocatori, squadre complete (Non fatte a meta’) e, almeno, qualificazione certa in Europa! O sbaglio??

  • PupiGol57#CairoVattene 6 Febbraio 2019 at 12:29

    stuppo cambia cortile, digli al tuo capo di farsi regalare l’alessandria. Ma quando entra in politica almeno ve ne andate fuori dalle balle?

  • Piero 6 Febbraio 2019 at 14:37

    Adesso basta. Basta! BAsta! BASta! BASTAAAAAAAAA!

    Fate tacere quel cumulo di contraddizioni che è il prof. di informatica, Sig. Stuppiddiello.

Lascia un commento