1 punto prezioso, adesso testa all’Atalanta per continuare a crederci

 

Napoli-Torino 0 a 0. Dopo ieri i granata, che per 4 partite consecutive non hanno subito goal, da Napoli portano a casa 1 punto che diventerà prezioso, secondo me, solo se domenica si vincerà contro l’Atalanta. 

Ricordiamo anche che, fino ad oggi, solo la Roma e il Chievo sono le altre due squadre riuscite a non uscire sconfitte dal San Paolo. Statistiche da non dare per

scontate e da non sottovalutare. 

Anche perché il Napoli è una grande squadra che anche ieri ha giocato molto bene. Invece il Toro sembrava accontentarsi… già in partenza si aveva l’impressione che  l’obiettivo fosse principalmente quello di provare a pareggiare. A confermarla anche le parole emblematiche di Mazzarri: ”È inutile combattere alla pari con un esercito più forte, bisogna adottare una tattica diversa”. Parole che non condivido per niente anzi mi lasciano un po’ perplesso, e pensare che quasi sempre concordo con le parole e le analisi che fa WM. Sono convinto che bisogna sempre combattere!  Con questa mentalità sbagliata non si va da nessuna parte e poi gli effetti “nocivi” si vedono in campo. 

Bisogna sempre crederci e provare a vincere, soprattutto se ti chiami Toro e, soprattutto, se hai la consapevolezza di essere una buona squadra che è riuscita a battere l’Inter, a pareggiare a Roma con la Lazio con il rammarico di non averla vinta e/o aver messo in difficoltà la Juve nel derby perdendo immeritatamente… e questi sono alcuni esempi. 

Per non parlare dei punti lasciati per strada per errori propri e per ingiustizie arbitrali. 

A proposito: riguardo all’arbitraggio di ieri voglio dirla, e non è per far polemica o per trovare scuse, ma vedere Allan e Hysaj che mandano platealmente a quel paese l’arbitro dopo essere stati ammoniti e va tutto bene e poi vedi il tuo allenatore che non in una ma più occasioni in questa campionato viene espulso ingiustamente ti fa un po’ arrabbiare. 

Tornando alla partita, una difesa di ferro e ancora una volta un super Sirigu. Il problema è davanti: non si riesce a creare gioco e a trovare la via del goal, ieri zero parate da parte di Ospina. Ma confido di vedere presto Belotti tornare a fare il Gallo e, come predetto da Cairo, diventare una “slot machine”.

Bisogna crescere, lavorare e crederci perché siamo a 3 punti dall’Europa. Domenica c’è una partita che non si può sbagliare e la mentalità per affrontarla deve essere quella di: “Vincere!” (come dovrebbe essere sempre d’altronde). Sarà una sfida determinante. 

Domenica sarà fondamentale anche l’apporto del pubblico: i ragazzi hanno bisogno dei propri tifosi quindi domenica confido in un Grande Torino pieno, colorato di granata e pronto a prendere per mano la squadra, anche se le cose dovessero andare male. Certo che sarebbe bello che i giocatori vivessero ogni tanto anche il calore e l’affetto del pubblico durante la settimana al Filadelfia… 

Chissà! Magari cambierà qualcosa anche sotto questo punto di vista, finalmente si ascolterà l’appello dei tifosi e di Pulici e poi magari domenica, finalmente, il Toro farà il salto di qualità, pronto a spiccare il volo verso l’Europa… io ci credo e voglio continuare a sognare. 

Giovanni Goria

  • PupiGol57#CairoVattene 18 Febbraio 2019 at 21:10

    vomito

  • PupiGol57#CairoVattene 18 Febbraio 2019 at 21:12

    ma possibile che stia sparendo anche un briciolo di dignità????

Lascia un commento