Mazzarri: “Guai a dar coraggio al Chievo. Djidji? Non è ancora al top”

0
131

Sharing is caring!

Da casa Toro arrivano le parole di Walter Mazzarri, tecnico dei granata per la gara di domani contro il Chievo: “Il Chievo – spiega è una squadra ostica, guai a sottovalutarla. Da quando è arrivato Di Carlo ha sistemato molte cose, forse hanno raccolto di meno di quanto seminato. Dovremo fare attenzione a non dar loro coraggio. Noi saremo concentrati per fare la partita perfetta. Il sostegno del pubblico? Sarà fondamentale! Ho sentito che ci sarà un grande afflusso di gente, questo mi fa molto piacere. I nostri tifosi ci dovranno aiutare per 95′. Il nostro obiettivo? Direi che è migliorare partita dopo partita, stiamo dimostrando che ce la possiamo giocare con chiunque. Djidji? E’ convocato ma non è ancora al 100%. Per fortuna abbiamo Moretti che è una garanzia” (tuttomercatoweb.com)

1 commento

  1. Belle parole; avevo criticato l’intervista di ieri ma mi complimento per il focus su domani.
    Col Chievo sarà difficile e sarà pure peggio nelle partite dopo; concentrazione massima; vietato sbagliare… vedremo dove saremo alla fine di questo miniciclo

  2. le dichiarazioni le fa’ con un CTRL C e CTRL V di quelle della settimana precedente, guai a sbilanciarci, sono in crescita ..da quando…..spero che non affrontiamo un ennesimo primo tempo attendista………ma tira fuori i coglioni…..DOBBIAMO AGGREDIRLI DAL PRIMO MINUTO…SE VOGLIAMO L EL DOBBIAMO VINCERE SENZA SE E SENZA MA…SIAMO PIU’ FORTI…SBRANIAMOLI….

  3. penso al calciatore che entra in campo con queste ansie e paure…ma trasmetti consapevolezza e grinta coniglio…..lo credo che poi le ali fanno i terzini puri aggiunti e il gallo rimane isolato e per cercare palloni giocabili fa trenta metri in dietro a trovare i compagni..ma una via di mezzo tra lui e sinisa NOOOOOOOOOO?

  4. Allora Mazzarri..vedete di non fare come dopo Samp Toro..partitone a Genova poi sconfitta in casa col Parma..perchè io opinione su di te non l’ho per niente cambiata anzi..ma alle parole bisogna unire anche i fatti o si è solo dei quaquaraquà..detto questo lascia stare i derby la CL e palle varie che non mi interessano nelle prossime 3 partite servono a tutti i costi 3 vittorie..altrimenti scordiamoci l’Europa..

  5. Inoltre come ho appena detto opinione su di te non l’ho cambiata ma siccome ad ora i risultati girano a nostro favore bisogna remare tutti dalla stessa parte per raggiungere qualcosa..quello a cui dopotutto ambisco io cioè l’Europa..ma se perdi o pareggi col Chievo andate aff.. tutti dal primo all’ultimo..

  6. Ciao fre’, sono d accordo con te col.commento sopra, mazzarri continua a non piacermi, ma remare tutti insieme mia stessa direzione è doveroso

  7. Dalla mutta, sono cose che dico da mesi .. purtroppo il coraggio non sa neanche dove stia di casa.. è un allenatore difensivista e non cambierà mai

  8. Si, si…

    comunque le stesse identiche manfrine della settimana scorsa pure nei commenti. Ricordate? Gasperini era quello coraggioso che parlava di vittoria, Mazzarri invece l’indegno, l’anti-toro, lo schema 9-1  e le solite idiozie

    poi 2 a 0,  quelli tornano a Bergamo con la coda tra le gambe, settimo posto, e qui tutti a cercare una scusa, le assenze, erano distratti, noi siamo i più contenti di tutti, etc. etc. etc.

  9. D’accordo Marco e non vale la pena, c’e chi dopo 13 anni di nulla (anzi di ottime plusvalenze) deve accontentarsi dell’aglietto. La forza della bergamasca l’abbiamo vista a Firenze 3 giorni dopo, ma pure nella partita con i gobbi (noi con walli 3 pere gliele abbiamo segnate tutti gli anni). Con il Chievo per chi sa solo leggere il risultato, ma di calcio poco capisce, la vittoria è il minimo sindacale, atto dovuto, anche se a guardare dai goal segnati dai 2 attacchi (12 per ciascuno) siamo in situazione di parità, mentre se guardiamo la resa delle 2 difese non c’è confronto, ma oggi bisogna segnare e l’ultima volta che abbiamo messo l’uomo davanti al portiere è stato con la Viola in coppa (Iago) e questo non è certo colpa degli attaccanti.

  10. Questo allenatore non solo non e un quaquaraqua ma anzi e uno molto concreto che preferisce i fatti alle parole
    Inoltre questo e un volpone
    Ogni dichiarazione pre partita e anche post partita e fatta a benefico dei giocatori . Non gliene sbatte nulla ne dei giornalisti ne dei commenti o prareri tifosi da chat o da bar
    Lui sa benissimo che i giocatori lwggono vanno sul web su internet e leggono cosa dice lui
    Quindi prima di Napoli Toro smorza le pressioni e dice andiamo a giocare si arte da0-0 nessuna paura
    Prima di Toro Atalanta dice che loro sono i iu forti hanno un attacco stellare e giocano benissimo
    Prima di Toro Chievo sta dicendo che il Chievo e ostico che ha messo in difficolta alcune squadre tipo il Napoli e che dobbiamo essere concentrati e attenti
    Walter e uno psicologo e la sua esperienza e un grande valore aggiunto
    Dello spettacolo se poi perdi5-3 oppure 4-2 o prendi 3gol a partita non gliene sbatte a nessuno
    Delle partite con pochi gol e vittorie striminzite e zero gol subiti invece frega a tutti quando raggiungi gli obiettivi
    Come fa quasi sempre Walter la volpe

  11. Poi la partita storta come Toro Parma puo capitare
    Ma nell arco della stagione questo sa esattamente cosa vuole e raramente sbaglia
    Vado in Maratona ciao a tutti

  12. E infatti la volpe pure oggi ha dato un saggio di gioco, come no, soprattutto il risultato è sicuramente frutto dei suoi schemi di gioco, tre giocate individuali. Nel risultato poi c’è pure San Sirigu e l’incapacita’ degli attaccanti del Chievo, ma questo i numeri già lo dicevano e di certo non sono meriti di Mazzarri la volpe che con le sue dichiarazioni ha messo in difficoltà il Napoli, non gli sbagli di Milik sotto porta. L’ho già detto il risultato lo sappiamo leggere tutti, soprattutto chi capisce poco di calcio, quelli che hanno visto la partita non il dito hanno detto che non è stata una partita di calcio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui