Toro, metti la sesta: sfruttare il fattore casa per un altro record

0
91

Sharing is caring!

Toro, con l’ennesima vittoria in casa (la sesta), Mazzarri raggiungerebbe la squadra di Radice del ’77, inanellando una striscia record

La stagione del Torino è letteralmente decollata negli ultimi mesi. La squadra di Mazzarri sta risalendo la classifica a suon di record, grazie ad uno straordinario Sirigu che ha battuto il record di imbattibilità di Castellini, ad un ritrovato Belotti e ad un’organizzazione difensiva, marchio di fabbrica del tecnico di San Vincenzo. Tutti questi numeri possono portare ad infrangere un’ennesima barriera, grazie soprattutto al fattore Grande Torino. Sì, perchè in casa, i granata non sbagliano più un colpo. Dalla nottata di Santo Stefano il Toro non ha mai perso in casa: in quell’occasione i granata sconfissero l’Empoli, poi sotto i colpi della squadra di Mazzarri sono caduti Inter, Udinese, Atalanta e Chievo. L’eventuale vittoria con il Bologna eguaglierebbe un record storico: Mazzarri raggiungerebbe Gigi Radice, compianto tecnico dell’ultimo scudetto granata, che nel 1977 inanellò una serie di 6 vittorie allo Stadio Comunale. (calcionews24.com)

1 commento

  1. @Pietro muahahahahahahahahahahahahahahahh derby poi uguale uguale ahahahahahahahahahahahahahahahaha

     

    noi abbiamo marcocorti noi abbiamo marcocortiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. pensa nel 77 giocate 30, vinte 21, pareggiate 8. perse 1

    avremo a fine campionato 71 punti ma anche 10 partite in piu da giocare, campionato 77 a 15 squadre, campionato adesso 20 squadre. Tali e quali hai ragione, comesempre corti.

  3. ho capito che piano piano la new age granata sbiadito vorrebbe far scomparire ogni cosa che appartiene alla nostra storia anche buttando monnezza su social e forum filo-societari, ma tanto non ce la farete mai, usate le energie per altro. Braccia rubate all’agricoltura.

  4. Sono soltanto freddi numeri, e su questo sono persino d’accordo con voi, nessun paragone è possibile.

    Tuttavia sono numeri che dicono chiaramente che il lavoro fatto è stato valido, niente di definitivo, ma quanti sbraiti dispersi nell’aria! Che momenti d’imbarazzo! Ogni speranza è ora rivolta in Sinisa.

  5. gli sbraiti nell’aria mica tanto in 14 anni di nulla, adesso pare che con un gioco fuori da ogni canone (un tempo a partita) siamo in zona coppa, vabbè tu sei entusiasta io un po meno, ma certo che non mi dispiacerebbe vedermi qualche partita anche in coppa. Appunto ogni paragone è assurdo non facciamoli che è meglio, sarebbe come paragonare un gigante al topolino.

  6. Allora, se si vuole essere onesti, magari si potrebbe dire: 14 anni in cui era lecito aspettarsi di più, e non: “14 anni di nulla”, vedi la stagione del 7° posto e quella successiva in EL. Tralascio pure l’evoluzione da squadretta più in B che in A, ad una che attualmente è lì con Roma e Lazio.

    Ci si aspettava di più, è giusto ribadirlo, si è perso molto tempo, sono stati fatti un sacco di errori, ora la situazione sembrerebbe migliorata, non per un caso.

    Anche questo si dovrebbe dire se si vuole essere onesti. I risultati di oggi non sono piovuti dal cielo, ci si è lavorato ed investito sopra. E lo stesso discorso vale per il settore primavera e pure per il Filadelfia. Si poteva fare di più? Qualcuno avrebbe potuto fare meglio? Si, senza dubbio, ma ostinarsi a negare le cose buone fatte pur di semplificare tutto in un solo calderone negativo non onora il vero.

  7. Allora, a fine Agosto sbandierai la bandiera bianca con la societa’ facendo storcere il naso ad alcuni miei compagni di merenda, Zaza e Soriani e Izzo li consideravo buoni acquisti, poi venne pero’ la cessione di Ljiaic che mi fece perdere l entusiasmo, continuo a dare la colpa di questa cessione piu’ al tecnico che lo mise per mesi in panca l anno precedente e che fece di tutto per far capire che la panca sarebbe stata la sua destinazione…poi certo anche l aumento di contratto che gli fu proposto accellero’ la trattativa…meno alla societa’ visto che fu venduto a un prezzo ridicolo rispetto ai prezzi di mercato,  pero almeno a differenza degli anni precedenti non si penso’ ad aumentare il malloppo in cassa ma si inizio a utilizzarlo…..poi sia Zaza che Soriano si sono rilevati non grandi operazioni (anche se penso che Soriano abbia fallito per l assetto tattico preistorico del mister perche’ per me resta un buon giocatore e Bologna ringrazia) ma e’ inevitabile che si sia tentato di alzare il livello,,,,e’ aumentato il monte ingaggi…e’ rimasto sia il gallo che Falque che Sirigu e qualche anno fa sarebbe stato impensabile, e i risultati lo dimostrano……certo avessimo avuto un vero Ds e un mister meno vintage saremmo sicuramente in posizioni ancora migliori…se avessimo pescato Piontek al posto di Zaza avremmo avuto i soldi per comprare insieme anche Laxalt per esempio,,,o un Gervinho…..e molto altro…adesso vedremo …òa prossima campagna acquisti ci fara’ capire……….vuole continuare a migliorare o tornare Cetto Laqualunque?

  8. Allora corti visto che citi il 7 posto e la el, con gentile concessione di parmalat, come mai si è smantellata interamente un ossatura gia semipronta per la el e che con uno o due ritocchi poteva essere molto competitiva? Capisci perchè nn sono ottimista? Mica per gli uomini che abbiamo, anche se potrebbe esserci di meglio, ma per chi stà lassù e come gli girano le balle quando si alza al mattino e cosa decide. Un uomo completamente assente e distaccato dai tifosi che fa con sua testa il bello e il brutto tempo. Vedi bene anche tu che questo è un campionato sterile dove gli alti e bassi li hanno tutti, quest’anno lazio samp atalanta sono dirette concorrenti, l’anno scorso non era proprio così, decine di punti in meno per le concorrenti all’el sono per noi manna dal cielo, sarebbe ora di mettere la quinta e poi la sesta senza aspettare i fallimenti degli altri ma soprattutto, appena raggiunto un piccolo traguardo(per alcuni gigantesco per altri normale amministrazione) non si smantelli di nuovo quello che c’è di meglio. Il fatto di dire belotti nn è stato venduto, per fare un esempio, è ridicolo, perchè non si è raggiunto nessun traguardo ancora, ci mancherebbe che si vendesse il gallo. Guai a cairetto se i nostri piccoli gioiellini saranno messi nuovamente sul mercato! Siamo lì con un gioco strano, non brillante di sicuro, a volte apatico e abulico, eppure siamo lì, son tutti meriti nostri? Una parte si, perchè non si nega che alcuni giocatori 8/11 danno tutto sul campo quello che è nelle loro possibilità, ma una parte è anche merito dell’involuzione degli altri.

     

    Per quanto riguarda la primavera, credo che quello non conosca neanche la formazione ufficiale e la gestione della campagna acquisti non ce la o non la vuole, (per questo gira) delegando gente competente, cosa che doveva fare fin dal primo momento che ha preso il toro per la prima squadra.

  9. Ecco quello che chiedo per il prossimo anno e’ di strutturare la societa’ con persone valide da cui delegare le scelte tecniche….smettendola di comprare da sua iniziativa un Niang di turno col Ds in campo con la squadra ignaro di tutto

  10. E’ indubbio che un percorso di crescita che sembra finalmente scorgersi non può essere vanificato da nuove cessioni eccellenti se non a fronte di rimpiazzi altrettanto importanti. In giro c’è di meglio rispetto a Petrachi, ma qui non gli si vuole riconoscere niente anche quando meriterebbe un trattamento diverso, se la rosa è buona è anche merito suo, non gli si può dare sempre addosso per partito preso. Riguardo a Mazzarri, ribadisco: E’ stato preso sapendo di chi si trattava, poco spettacolo e molta concretezza, ed al momento sta rispettando ciò che ci aspettava da lui. Allenatori giovani, molto più alla moda, non hanno fatto poi granché meglio di lui a livello di risultati, Di Francesco, Gasperini, Giampaolo, S.Inzaghi, De Zerbi, Pioli, se andiamo al sodo hanno fatto gli stessi punti o addirittura meno o molto meno di lui. Allegri, Ancelotti, Spalletti e lo stesso Gattuso hanno a disposizione rose molto più forti e molti più soldoni sul mercato. Quello che vogliamo tutti da Mazzarri è che ci porti in Europa, se non ci riuscirà avrà fallito, ma intanto siamo lì dove nessuno di noi credeva di stare

  11. si ma io per fare una squadra decente da centroclassifica o piu su non ci devo mettere 20 anni, prima o poi ci riuscirò a trovare qualcuno buono, ma qui si sta cambiando generazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui