Ansaldi: “Puniti per i nostri errori”

Il suo tiro su schema da cui è nato il vantaggio del Torino, dopo pochi minuti, ha forse illuso il pubblico e la squadra granata che la partita contro il Bologna fosse già in discesa. Invece alla fine l’epilogo del match è amaro per l’undici di Mazzarri. Cristian Ansaldi, uno dei migliori in campo, analizza così il passo falso contro gli emiliani: “È un gran peccato perdere una partita in casa davanti ai nostri tifosi che anche stavolta si sono dimostrati fantastici. Complimenti al Bologna che ha fatto un’ottima partita, ma alla fine si può dire che noi siamo stati puniti per i nostri errori. Siamo stati meno precisi e lucidi rispetto ad altre volte e il calcio è questo, non ti perdona”.

Con spirito positivo, il calciatore argentino guarda già al futuro: “Adesso occorre lavorare insieme per fare due cose: innanzitutto dobbiamo rivedere ciò che abbiamo fatto di buono nei 90′ di gioco per tentare di replicare nelle prossime gare. Inoltre, dobbiamo studiare gli errori che abbiamo commesso per cercare di non ripeterli più. Dispiace che sia arrivata una sconfitta, ma il campionato non finisce certamente qui: adesso abbiamo dieci finali e le vogliamo disputare al meglio”.

(fonte torinofc.it)

ABOUT THE AUTHOR: La Redazione

La Redazione di CuoreToro.it
  • hamlet 17 Marzo 2019 at 9:59

    Toro troppo brutto per essere vero, sconfitto dagli errori dei suoi uomini migliori. Errori fatali di Rincon, Izzo, e anche Nkoulu e Belotti. male un po´tutti, e malissimo Meite´Aina e Zaza. Da salvare Ansaldi. Il Bologna ha fatto una bella partita con un grande Palacio e alla fine ha meritato. Ma noi manchiamo proprio nella partita decisiva per il tanto atteso salto di qualita´. Gia´contro Chievo e Benevento avevamo vinto senza meritare, oggi i nodi sono venuti al pettine. Troppe imprecisioni e troppi errori individuali. Difesa e centrocampo scollati, abili Palacio e Soriano ad inserirsi fra le linee. Ora abbiamo due settimane per ricaricarci. Coloro che parlavano a vanvera di champions sono serviti. Siamo una squadra che puo´arrivare al settimo posto o fare il miracolo di arrivare sesti, se le altre subiscono un crollo. Era questo l´obiettivo di inizio stagione, quindi niente panico. Siamo nei programmi. Siamo riusciti a rivitalizzare il Bologna e Mihajlovic. Impresa non comune. Alla ripresa andiamo aFirenze e poi in casa con la Samp. Duescontri diretti. L´ora della verita´si avvicina. Vedremo cosa sapremo fare. FVCG.

  • biziog 17 Marzo 2019 at 16:56

    Ansaldi viene usato da Mazzarri come sorta di regista, da lui partono le occasioni + pericolose

    ed è questo il problema, il gioco non può passare solo ed esclusivamente dai piedi di un fluidificante…

    mai un’invenzione, mai una novità, e poi devo dire che gli allenatori che hanno l’ossessione di giocare solo con la difesa a 3 (che poi è a 5…) mi fanno andare fuori: ma è mai possibile che non si possa cambiare per sorprendere o mettere in difficoltà gli avversari? anche perché la difesa a tre con tre giocatori mobili davanti come ha il Bologna si è visto quali risultati ha prodotto… loro non avevano neanche un giocatore fisico, solo gente veloce e rapida di gamba

    e infine lo ripeto, perché Palacio (gran giocatore, ma 37 anni) sembrava un fenomeno? questioni tattiche, lui aveva sempre 20 metri liberi, se uno così lo marchi stretto non tocca palla tutta la partita…

  • hamlet 17 Marzo 2019 at 21:18

    La vera svolta della partita e´stata la nostra incapacita di restare corti tra difesa e centrocampo. abbiamo corso meno del solito e i vari Aina Meite e Djidji hanno sbagliato partita. Palacio e Soriano e a turno i loro due esterni si sono inseriti li, tra le linee. Palacio poi ha giocato a tutto campo sul fronte offensivo portando fuori campo a turno sia Nkoulu che Izzo. Tattica ben preparata da Mihajlovic che ha dato frutto. Poi il calcio e´fatto di episodi. Se Belotti non sbagliava due gol fatti, sul 2-0 la partita sarebbe stata diversa. Infine Mazzarri ha sbagliato a mettere Djidji fuori forma al posto di Moretti e Meite´oramai involuto al posto di Lukic. Se regali due giocatori agli avversari la paghi poi alla fine. Comunque siamo nel gruppone che lottera´per il 7 posto. Speriamo di mettere benzina in corpo nelle prossime due settimane per essere pronti per il rush finale.

  • italmexico 18 Marzo 2019 at 0:35

    Peccato,peccato davvero.
    Il Milan e la Roma hanno perso,l’ Atalanta ha pareggiato e solo la Lazio ha vinto.
    Abbiamo perso un’incredibile occasione che ancora non me ne capacito…
    Purtroppo la squadra è questa,non siamo ne dei campioni ne delle mxxxe,siamo una squadra normale che a volte stupisce con risultati straordinari ma poi ti riporta con i piedi perterra dopo una prestazione del genere.
    Quando capiremo questo vivremo meglio ogni partita e magari avremo qualche sedia spaccata in meno a casa nostra.
    Eppure se vincevamo saremmo stati lì,ad un soffio dal cuarto posto,cosa che non succede da troppo tempo.
    Peccato,peccato davvero.

Lascia un commento