Petrachi alla Roma,Bava ds e Ventura dt. Vi dico la mia.

16
133

Sharing is caring!

PETRACHI ALLA ROMA, BAVA DS E VENTURA DT VI DICO LA MIA. 

Ultimamente si parla sempre di più di Petrachi come probabile nuovo ds della Roma per il “dopo Monchi” e di Bava futuro ds del Toro. Adesso si comincia anche a ventilare un possibile ritorno di Ventura come Direttore Tecnico all’ombra della Mole.

Personalmente ho avuto la fortuna e il privilegio di parlare in più di un occasione con Bava, una persona che stimo molto e considero un professionista da prendere come esempio. Penso che una sua eventuale promozione come direttore sportivo sarebbe per lui il riconoscimento più importante che il presidente Cairo gli possa dimostrare. Lui che, con un ottimo lavoro, ha riportato il settore giovanile granata a ricordare quello dei fasti passati e ad arricchire la bacheca del club con tante coppe prestigiose.

Ma non è solo il suo il nome che circola, nel caso in cui Petrachi dovesse fare le valigie destinazione Capitale. Sui giornali si leggono anche i nomi di Carlo Osti attuale ds della Samp e quello del ds del Parma Daniele Faggiano che l’altro ieri in esclusiva, ai microfoni di Sportitalia, ha ribadito che non ha ricevuto nessuna chiamata da altri club. Infine si è fatto anche il nome del ds dell’Atletico Madrid Andrea Berta che ha riportato il club madrileno ad alti livelli. Questo sembra più un sogno che un obiettivo, soprattutto considerando che su di lui puntano l’attenzione grandi club come il Manchester United e il Psg.

Questi sono tutti nomi di ottimi professionisti che personalmente stimo molto, ma penso che Bava potrà essere colui che avrà la meglio.

L’arrivo di Berta farebbe fare un grande salto di qualità alla società granata perché stiamo parlando di un dirigente che, negli ultimi anni, è diventato tra i più conosciuti e stimati a livello europeo, partito dal Carpenedolo arrivato all’Atletico Madrid.

Tra le sue qualità migliori sicuramente lo scouting.

Come detto l’arrivo di Berta è molto difficile.

Anche Bava è un altro dirigente che si è costruito una grande esperienza: dal Cuneo arrivato al Toro. Una persona che fa un certo effetto ed è piacevole sentire parlare del Toro, perché si è affezionato molto a questo club e a questi colori. 

Mi vengono in mente, ad esempio, due aneddoti in cui si capisce meglio quanto scritto. Il primo relativo ad un video in diretta su Facebook del Toro Club Sicilia Granata durante la cena, dopo il torneo dedicato a Don Aldo Rabino. In esso si vedeva e sentiva un Bava molto emozionato nel raccontare cosa significhi il Toro per lui e la sua famiglia. 

La seconda in occasione della serata, in cui ero presente, dove Bava, ospite ad “Il Toro del Mondo”, raccontava con emozione il momento in cui è diventato il responsabile del settore giovanile del Toro dopo tre ore di colloquio con il presidente. Tutti i tifosi presenti lo seguivano e ascoltavano con estrema attenzione e simpatia.

Riguardo ad un possibile ritorno di Ventura a Torino, questa volta nei panni di Direttore Tecnico, ritengo che possa essere una mossa azzeccata e non penso sia un caso che, in un’intervista rilasciata a inizio settimana alla Gazzetta dello Sport, in cui si parlava proprio di Toro, il vecchio mister ha detto: ”Mi affascina il ruolo di dirigente”.

Leggere queste parole e questa notizia mi ha riportato alla mente un articolo di Gramellini dal titolo: “Toro, serve un super-ds alla Ventura. E anche uno che insegni garantismo” e con esso  concordavo e concordo ancora, anche per il fatto che, come scritto nell’articolo, Ventura, tralasciando le due ultime avventure (Nazionale e Chievo), ha dimostrato di capire di calcio, in più conosce la piazza e ha un rapporto molto forte e bello con il presidente Cairo. Anche se lo stesso Cairo, in un’ intervista pubblicata ieri sulla Gazzetta dello Sport, diceva: “Ventura dirigente? Lo escludo”, l’idea è sicuramente passata nella testa del presidente e chissà se queste parole sono solo di circostanza per non far distogliere l’attenzione dal finale di stagione e forse come riportava, sempre nella giornata di ieri Tuttosport, Cairo non vuole e teme di destabilizzare il lavoro e ruolo di Mazzarri. Ma si sa, nel calcio opinioni, pensieri e a volte anche le certezze cambiano da un momento all’altro. 

Concludo ribadendo anche che è vero che serve qualcuno che porti granatismo e che faccia capire una volta per tutte che il Fila non va chiuso ai tifosi, anzi… !! Ormai sono due mesi che non si aprono le porte del Filadelfia, non si è approfittato neanche delle due settimane di sosta per le Nazionali… peccato. 

Quindi mi immagino già la coppia, Bava e Ventura dietro la scrivania, per costruire un grande Toro formato europeo. 

E poi chissà a chi toccherà diventare ds del Toro…

Giovanni Goria

16 Commenti

  1. concordo con la parte finale dell’articolo,come ragionamento.

    Toro formato europeo,una chimera.

    conta pero’ che il  mondo professionistico è molto diverso dai settori giovanili,tanto,tanto diverso ed infido

     

     

  2. Un altro indottrinato alla Stuppiello ……………
    Non vedo come un mediocre mister possa poi diventare a 70anni un buon DS
    Su Bava grande stima ma concordo con Topo …..il cannibalismo professionistico nulla a che fare con le giovanili , ma se ha meriti perché no ?? Sempre che abbia carta bianca per lavorare e non fare solo l accompagnatore del Presiniente ciarlatano

  3. Io la penso come Giovanni

    Mi spiace per Petrachi il cui lavoro ho apprezzato ma credo che un rinnovamento dirigenziale possa fare bene . Bava ha meno esperienza ma è capacissimo

    Ventura ha esperienza e conoscenze nel mondo del calcio ; ha toppato con Nazionale e Chievo ma non verrebbe a fare l’allenatore. Molti successi di Petrachi sono arrivati grazie a lui

    Importante è che non diventi ingombrante per Mazzarri e se ne stia al suo posto ovvero di Dirigente.

     

     

     

     

     

  4. Cerci, Immobile, Glik, Darmian, Belotti sono i primi nomi che mi vengono in mente per i quali la voce in capitolo di Ventura ha avuto la sua importanza (si scelga in alternativa se è tutto merito di Petracchio). Penso inoltre che Bava meriti una promozione per quanto fatto nel settore giovanile, proprio la sua estrema competenza sui giovani potrebbe portare ad acquisti in prospettiva alla Millico per intenderci. Condivido i dubbi sulla coesistenza Ventura/Mazzarri. GPV dovrebbe calarsi del tutto nella parte del DS senza interferire, anche se i due tutto sommato hanno pure adottato lo stesso modulo e dovrebbero intendersi. La presenza di Giampierone servirebbe probabilmente a compensare inizialmente l’inesperienza di Bava tra i professionisti.

  5. Per arrivare noni Bava e Coppitelli (anche senza Guru) bastano e avanzano. Ci fossero anche batman e Robin , finché c’è Cairo, sopra quel livello non si va per statuto. L’unica volta in cui è successo si trattato di un dannatissimo e sfortunatissimo (per colpa del ghiro) errore.

  6. L’altro motivo è che siamo arrivati settimi ad un punto dal sesto posto, sopra Milan e Lazio, con il capo-cannoniere del campionato, non è che ci hanno sorteggiato. E in Europa league siamo stati tra le squadre italiane che negli ultimi anni hanno figurato meglio. Ah, negli ultimi 25 anni, Ventura è pure l’unico che ha vinto il derby.

  7. andavamo abbastanza bene a parte qualche partita ciccata, peccato che il capo ha pensato bene di smantellare tutta l’ossatura, invece di fare quei 2 ritocchi che ci potevano far fare il saltino di qualità, parli sempre del fumo prodotto dallo zio non te ne accorgi? L’unica realtà e che non lottiamo piu per la salvezza di questo gliene devo rendere atto (tuttavia misera consolazione tafazziana), ma per me il 12 posto vale come l’ottavo cioè nn serve a niente se non a fare ingrassare le sue tasche con il via vai dei calciatori.

  8. @corti… negli ultimi 25 anni, Ventura è pure l’unico che ha vinto il derby….non ti far sentire dai gobbi proclamare questo grande risultato, sai le risate che gli faresti fare?

  9. Mi stupisco che non abbiate detto che l’unico derby vinto è stata un’altra botta di kulo. Il problema è che quel paio d’anni in cui Ventura ha ottenuto risultati sono d’intralcio alle vostre teorie, per cui ci si aggrappa a Ghirardi e al caso. Chiaramente non ha alcun peso il fatto che Ghirardi si potesse permettere di comprare Cassano, salvo poi non pagare nessuno, dipendenti, fornitori, tasse, nessuno.

    Oh, naturalmente io sono tra quelli che si augurano di raggiungere almeno un settimo posto pure quest’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui