Fiorentina-Torino: le formazioni ufficiali

0
72

Sharing is caring!

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Laurini, Milenkovic, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Gerson; Mirallas, Simeone, Muriel.

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Djidji, Moretti; De Silvestri, Lukic, Rincon, Baselli, Ansaldi; Iago Falquè, Belotti.

1 commento

  1. Comunque sia …….pro o contro società o tecnico , o verso chi vede il bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno

    Visti i risultati di ieri e di oggi , la sostanza è che non c’e più tempo oggi o si VINCE  oppure ogni altro risultato penso metta una seria ipoteca sul pro o fallimento EL ……….

    Detto ciò……andiamo a Vincere……!!!!!

  2. Perfettamente d’ accordo.
    Sirigu decisivo almeno 4 o 5 volte.
    Senza l’ ottimo portiere, la Viola avrebbe vinto meritatamente.
    Noi tutto solito e tutto già visto, squadra nettamente al di sotto delle prime 7 o 8, per me l’ Europa anche quest’ anno e’ solo un’ ambizione di noi tifosi, presidenza priva di ogni voglia di crescere e allenatore solo in grado di difendere e non far giocare gli altri.

  3. sarebbe un buon pareggio, ma visto che le partite che dovremmo vincere non le vinciamo (vedi Bologna), anzi le perdiamo, oggi dovevamo cercare di recuperare punti… e invece solito Toro, che gioca con grinta, corre, ma non produce gioco e occasioni da gol (il Gallo non ne ha avuta manco una, a parte il cross di Ansaldi nel primo tempo con rigore + che sospetto)

    spendo una parola per Zaza, d’accordo giocare davanti in questo Toro di Mazzarri che non fa gioco per scelta sarebbe complicato anche per Messi, ma oggi ennesima prova mediocre, ha sbagliato praticamente tutti gli appoggi. Ora non c’entra + il fatto che fosse molto gobbo, non sarebbe + un problema, dato che corre e si sbatte come un matto e sembra tenerci a giocare con noi. I limiti sono tutti del giocatore, che, per essere gentili, non è adatto a giocare con questi non schemi. con un giocatore più tecnico sicuramente avremmo fatto meglio, si sarebbero aperti + spazi per il Gallo… provare Parigini (anche perché in panca altre scelte non c’erano…) no? No, perché Zaza lo abbiamo pagato salato e si spera che ne azzecchi una per non deprezzarlo, cosa che avviene di partita in partita…

    in ogni caso rimango convinto che con un altro allenatore non sembrerebbe così scarso

  4. Visti gli ultimi 15 minuti, gioco nullo, Zaza semplicemente ridicolo, corre a vuoto, non tiene un pallone che è uno, al 38° ha cercato di addomesticare un pallone al centro dell’area, cadendo in area come un pollo, almeno il Gallo si sarebbe girato ed avrebbe tirato.
    Ora mercoledì è verwmen

  5. in ogni caso, classifica alla mano, qualche chances ce l’abbiamo ancora, dobbiamo però ricominciare a vincere, a cominciare dalla Samp

  6. Con il senno di poi…….tra le 2  squadre con il record di pareggi in tutto il campionato…..14 loro 12 noi………..sembra quasi un risultato annunciato….!!!!

  7. Direi more solito, no? Forse no, anzi peggio, perché passi il solito primo tempo pessimo, ma nel secondo tempo non c’è stata nessuna crescita, è la Viola che è arrivata lunga e ha smesso di pressare, fino a quando non ha messo in campo due ragazzini, a quel punto tre contropiedi su gentile concessione di Zaza, che nello stop (meglio dire nel mancato stop) ha consentito tre ripartenze mortifere. Sirigu solito monumento, ma zero palle giocabili in attacco  (a parte il rigore non concesso), con un Desi che si impegna pure, ma sbaglia tutto il possibile come Zaza, Berenguer impalpabile, Iago fino a quando è stato in campo inconcludente, ma oramai è un dato di fatto: solita finta a rientrare a cercare il sinistro, sarebbe magari ora che venisse spostato sul piede naturale per essere un tantino imprevedibile;  punizioni e corner tirati in maniera ignobile e una serie di situazioni che hanno destato l’ilarità di amici: giocatori che si sono pestati i piedi, fallo laterale battuto direttamente in fallo di fondo, giocatori che ripetutamente hanno perso il passo rispetto alla palla, giocatori che sono caduti  in area – come ha detto bene  Toro71 – come polli, solita mancanza di schemi d’attacco, calcioni in avanti alla viva il parroco, dopo match a ping pong di colpi di testa. Ma davvero giocando così andiamo in Europa, perchè se così fosse, nessuno poi mi venga a raccontare che il campionato non è mediocre. Oggi un tiro da fuori e poi il nulla; in 3 partite con la Viola, siamo riusciti 1 volta a mettere Iago in condizione di tirare davanti al portiere, loro 7/8 volte e non passano certo per avere un gran gioco.  Intanto le “pippe” di Bergamo sono passate pure a Parma e se la Lazio fa suo il match con l’Udinese, a prescindere da quello di stasera, i punti dal 7 posto, occupato dalla Roma, sono 2 e quindi 3 per il confronto diretto: direi che non siamo messi beni, soprattutto in funzione del non gioco  che oramai ci affligge da 29 giornate, più le 19 della passata stagione, a parte qualche rarissima eccezione, praticamente un campionato intero.

  8. Claudio Sala
    Solito impeccabile commento tecnico.
    Il fatto questa squadra abbia potuto fare 45 punti rimane per me un mistero. Il record del guru a 57 rimane alla portata. Trattasi dell’unico vero obiettivo stagionale, per le statistiche s’intende.

  9. D’accordissimo con Claudio, cmq la Lazio ha vinto già stasera, e torna in lizza prepotentemente per la Champions.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui