Parma-Torino: le formazioni ufficiali

0
80

Sharing is caring!

PARMA – Sepe; Iacoponi, Sierralta, Gagliolo, Dimarco; Barillà, Rigoni, Kucka, Gazzola; Sprocati, Ceravolo

TORINO – Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri, Baselli, Meitè, Rincon, Ansaldi; Berenguer, Belotti

1 commento

  1. Stessa formazione …..e se mettiamo la stessa voglia intensità e grinta si vince sicuro ……..Salvo il Maresca di turno ………………

  2. Un tempo perso e un Desi in campo completamente inutile, abbiamo giocato solo a sx, salvo l’incursione di Baselli con la collaborazione di Berenguer: andava messo Parigini e leverei anche un difensore inserendo Kone come 3/4.

  3. E adesso applaudite il mister, l’ha proprio preparata bene. Non c’e Proprio niente da fare, non riesce a prendere un po’ di coraggio nei momenti cruciali del match, è lui che incute la paura nei giocatori. 1 tempo mediocre come al solito, si sapeva bene come sarebbe stata la partita, serviva qualità e lui chi mette Desi che non tocca praticamente palla. Non solo, ma così tieni in vita il Parma nullo davanti che prende fiducia man mano che va avanti la partita. Ma che loro venivano da 3 sconfitte di fila, si trovavano senza i migliori Inglese, Alves, Grassi e Gervinho e erano stati coinvolti nella lotta per non retrocedere qualcuno lo ha tenuto in considerazione? Dopo 55 minuti ti aspetti che esca Desi e invece esce Rincon, che, seppure ammonito, è uomo di esperienza e va lasciato in campo per quelli che saranno i momenti cruciali della partita. 2 cambio e chi toglie l’uomo di maggior qualità del Toro che deve fare la partita per vincere, anche lui ammonito, ma anche lui uomo di esperienza, sicché andava lasciato in campo e chi mette? Zaza, corpo del tutto estraneo che, come ha detto qualcuno, ha fatto più falli che giocato palloni. Qual’e’ il merito di Zaza? Perché Zaza deve giocare dopo avere sbagliato tutte le partite tranne quelle con il Chievo? Potevano fare peggio di così Kone o Damascan? Non c’è Niente da fare, è proprio lui che inietta la paura nei giocatori con i suoi atteggiamenti, abbiamo dato dito a un Parma nullo che ha avuto l’occasione più nitida della partita. Veramente non ne posso più, una da Toro ogni 10 partite e la prossima senza il Gallo.

  4. ma e’possibile che riusciamo a fare solo una partita per girone con la giusta intensita’ …..e poi si fa i calcoli ma appena le squadre si chiudono vengono alla luce le nostri enormi carenze tecniche…..secondo me Abbruscato era piu’ forte di Zaza…….forse anche Maggiorini…e senza il forse……..che pallllllllleeeeeeee

  5. Zaza “Gomitino” ha rotto le palle pure a me. Non si può dire comunque che Mazzarri non ci abbia provato coi cambi, nel secondo tempo Berenguer-Parigini-Belotti- Zaza, togliendo gli ammoniti Rincon e Ansaldi Parigini ha sprecato la migliore occasione facendosi ingolosire dal tiro dopo un bello spunto. Com’era prevedibile il Parma si è chiuso a riccio giocando in contropiede. Resta il fatto che soffriamo le piccole, e che non si è capaci a battere una punizione pericolosa.

  6. Meglio che vada a farmi una doccia fredda,caffè e sigaretta poi magari do’ il mio parere. Se lo faccio ora rischio di spaccare il telefono contro il muro

  7. 4 partite e ne abbiamo imbroccata 1, guarda caso quella con la squadra che gioca al calcio a viso aperto e palla a terra. Oggi quante palle ha avuto Belotti? Aveva 2/3 giocatori intorno o qualcuno pensava che sarebbe bastata una palombella di Desi per fare goal? Con il Bologna, preso 5 goal di cui 2 annullati dal Var, con la Viola 1 tiro e 1 goal, poi San Sirigu, bene con i ciclisti, nuovamente da pena infinita con il Parma, privo dei suoi giocatori migliori. 4 partite, una sola vittoria edovevano essere 11 finali.

  8. Mamma mia, siamo alle solite, 1 punto su 6 disponibili contro la quartultima difesa del Campionato.
    Meitè irritante, ma soprattutto uno Zaza OSCENO.
    E noi domenica a pranzo giocheremo contro il Cagliari con lui prima punta!!!!!!
    Sto male solo a pensarci…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui