Eppur si muove

Ancora sette partite, quattro in casa (Cagliari – Milan – Sassuolo – Lazio) e tre fuori casa (Genoa – gobbi – Empoli) ad oggi nel girone di ritorno due sconfitte, quattro pareggi e sei vittorie hanno portato in cassa 22 punti, il girone di andata si era chiuso con 27 (pochi a confronto) – Pertanto, visti i numeri e valutato tutti gli scontri diretti che da qui a fine stagione sono ancora molti, in casa Toro è lecito pensare al raggiungimento dell’Europa League. Il nostro campionato non è quindi finito a Natale, anzi, senza tutte le occasioni perse (da mordersi le mani) e gli evidenti torti arbitrali (il Torino la squadra più penalizzata di tutta la serie A) oggi si potrebbe addirittura parlare di Champions. E allora perché non crederci, nell’insieme il quadro pare positivo, in fondo anche solo un punto in trasferta può tornare utile, le sconfitte invece bruciano. Ragione per cui, a pensarci bene vale il detto: “eppur si muove”.

CT

ABOUT THE AUTHOR: La Redazione

La Redazione di CuoreToro.it

Lascia un commento