Trentatreesima giornata

Da cappello introduttivo per l’analisi della giornata di serie A numero 33, utilizziamo una sola parola, dai molteplici significati: la cura. La cura del Bologna si chiama Sinisa Mihajlovic che, dal ritorno sulla panchina rossoblù, viaggia a una media da Europa; il 3-0 rifilato alla Sampdoria (sempre più lontana dalle zone europee) è soltanto l’ultimo risultato positivo che permette ai felsinei di essere quasi pronti per festeggiare la salvezza. Il matchpoint è sul piatto d’argento e verrà servito alle ore 15 del Sabato al Dall’Ara: Bologna-Empoli sarà lo spartiacque della lotta salvezza poiché, in caso di vittoria degli emiliani, la distanza con il terz’ultimo posto aumenterebbe a 8 punti. Chi si tira definitivamente fuori dalla corsa salvezza, in versi diametralmenti opposti sono Spal e Frosinone: gli estensi superano l’Empoli 4-2 grazie alla doppietta di Petagna e ai goal di Floccari e Antenucci; i ciociari invece si tirano fuori in senso negativo, poiché con la sconfitta di Cagliari la salvezza dista ben 10 punti. Sempre per proseguire il discorso inerente le zone basse della classifica non riesce a vincere l’Udinese di Tudor che, alla Dacia Arena nel match contro il Sassuolo, non va oltre l’1-1 grazie all’autogoal di Lirola. Entusiasmante è anche la lotta Europa League-Champions. Partiamo dal Milan, l’attuale 4a in classifica: i rossoneri non riescono ad andare oltre il pareggio al Tardini di Parma e confermano i momento negativo; in altri termini ciò che emerge, anche dal k.o. in semifinale di Coppa Italia, è la confusione tattica della squadra. Su queste colonne abbiamo sempre difeso Gennaro Gattuso, ma adesso, forse, qualche critica può essere mossa nei suoi confronti ma rimane comunque il fatto che, essere in zona Champions con Borini, Zapata e Abate è veramente tanta roba. In coabitazione con i rossoneri vi è l’Ajax italiana: l’Atalanta; i ragazzi di Gasperini sfornano l’ennesima prestazione sublime con la quale, nella sera di Pasquetta, riescono a superare 2-1 il Napoli. Continua infatti la crisi del Napoli e, ciò che emerge se compariamo la classifica italiana con quella della Premier League, è che i partenopei sarebbero in lotta per l’Europa League e non al sicuro al secondo posto. La sorpresa del campionato è il Torino: i ragazzi di Mazzarri, pur avendo subito mille torti arbitrali e pur non avendo un gioco spumeggiante, grazie all’eurogoal di Ansaldi riescono a portarsi a soli tre punti dalla zona Champions, e domenica sera al Grande Torino arriva il Milan…

Non vince, ma inizia a convincere, la Roma di Ranieri che, con il risultato di 1-1, esce indenne nel match di San Siro contro l’Inter. Aveva un’occasione colossale la Lazio per accorciare sulla 4a posizione, ma i ragazzi di Inzaghi non la sfruttano: il Chievo passa infatti 2-1 all’Olimpico, giocando un’ottima prestazione (soprattutto il giovane Vignato) e sfruttando anche l’espulsione prematura di Milinkovic-Savic, autore di una scellerata reazione. Chiudiamo con una notizia che nessuno si sarebbe mai aspettato (ovviamente è ironia) ovvero lo Scudetto della Juve: i bianconeri, sconfiggendo 2-1 la Fiorentina si regalano l’ottava gioia nazionale consecutiva. Appunto, nazionale…perchè quella internazionale non arriverà mai.

Genoa – Torino 0-1 (58’ Ansaldi [T]) migliore in campo: Sirigu [T]

Cagliari – Frosinone 1-0 (27’ rig.Pedro [C]) migliore in campo: Pedro [C]

Parma – Milan 1-1 (69’ Castillejo [M]; 87’ Alves) migliore in campo: Sepe [P]

Empoli – Spal 2-4 (22’ Caputo [E]; 38’rig.Petagna, 44’Floccari [S]; 47’ Traore [E]; 61’ Petagna, 88’ Antenucci [S]) migliore in campo: Floccari [S]

Napoli – Atalanta 1-2 (28’ Mertens [N]; 69’ Zapata, 80’ Pasalic [A]) migliore in campo: Ilicic [A]

Bologna – Sampdoria 3-0 (54’ aut.Tonelli [S]; 69’ Pulgar, 83’ Orsolini [B]) migliore in campo: Pulgar [B]

Lazio – Chievo 1-2 (49’ Vignato, 51’ Hetemaj [C]; 67’ Caicedo [L]) migliore in campo: Vignato [C]

Inter – Roma 1-1 (14’ El Shaarawy [R]; 61’ Perisic [I]) migliore in campo: El Shaarawy [R]

Udinese – Sassuolo 1-1 (31’ Sensi [S]; 80’ aut.Lirola [S]) migliore in campo: Pussetto [U]

Juventus – Fiorentina 2-1 (6’ Milenkovic [F]; 37’ A.Sandro [J]; 53’ aut.Pezzella [F])

migliore in campo: Chiesa [F]

Lascia un commento