Toro stupefacente

2
106

Sharing is caring!

36^ GIORNATA DEL CAMPIONATO 2018/2019

TORINO – SASSUOLO: 3 – 2​​​DOMENICA 12 MAGGIO 2019, h. 12,30

TORINO (3-5-2): SIRIGU; KIZZO, NKOULOU, MORETTI; DE SILVESTRI, MEITE’, BASELLI (dal 44° s.t. BREMER), LUKIC (dal 4° s.t. ZAZA), ANSALDI (dal 23° p.t. IAGO FALQUE); BELOTTI, BERENGUER.

ALL.. MAZZARRI

SASSUOLO (4-3-1-2): CONSIGLI; LIROLA, DEMIRAL, FERRARI, PELUSO; DUNCAN (dal 34° s.t. LOCATELLI), MAGNANELLI, BOURABIA; SENSI; DURICIC (dal 19° s.t. ROGERIO), BOGA (dal 27° s.t. BABACAR).

ALL.: DE ZERBI

MARCATORI: BOURABIA (S) al 18° p.t.; BELOTTI (T) ALL’11° E AL 37°, LIROLA (S) al 26°, ZAZA (T) al 36° s.t.

ESPULSI: BOURABIA (S) AL 30° p.t. per doppia ammonizione.

AMMONITI: LUKIC (T) per gioco scorretto. DEMIRAL, FERRARI e LOCATELLI (S) per gioco scorretto.

ARBITRO: GIACOMELLI di Trieste.

E’ stata una partita rocambolesca, di grande sofferenza per i tifosi del Toro. In ogni caso, in campo si è ammirata ed apprezzata una squadra di grande carattere, mai doma, che ha lottato sino alla fine per portare a casa tre punti fondamentali per sperare ancora in un piazzamento, che le consenta di partecipare alla prossima competizione continentale. E grande merito di una tale performance va senza ombra di dubbio ascritto a Mister Mazzarri, che ha saputo costruire una compagine dotata di personalità e fortemente motivata. Un opportuno e mirato inserimento di tre pedine potrebbe fare di questa squadra una seria candidata al prossimo piazzamento in Champions, che sarebbe un tassello fondamentale per pervenire alla conquista di quel trofeo che manca da troppo tempo nella bacheca del Torino.

Contro il Sassuolo, Andrea Belotti è stato devastante; nonostante l’errore dal dischetto, che avrebbe potuto demoralizzarlo, ha messo a segno due reti, la seconda delle quali spettacolare, grazie ad un gesto atletico da vero campione, peraltro già eseguito lo scorso anno, sempre a danno del Sassuolo. Il Gallo ha ottenuto la palma di migliore in campo, ma tutti i granata scesi in campo meritano d’essere citati per il contributo offerto alla squadra, anche se una menzione particolare spetta a Lollo De Silvestri, autore di due splendidi assist per Belotti, e ammirevole per grinta e impegno. Anche Izzo, Meite’ e Zaza hanno disputato una partita di grande qualità, e il lucano non soltanto per aver messo a segno il gol del temporaneo 2 – 2, ma per l’applicazione e la concentrazione dimostrate.

Il Sassuolo ha rappresentato un avversario tosto, perché non si è affatto risparmiato, mentre è lecito ipotizzare che altre compagini hanno affrontato l’impegno con un atteggiamentopiù “morbido. C’è da augurarsi che il Sassuolo dimostri la stessa sportività anche domenica prossima, quando incontrerà la Roma all’Olimpico.

La vincente della Coppa Italia tra Lazio e Atalanta potrebbe decidere il destino del Toro in Europa, perché l’eventuale vittoria dei laziali metterebbe a repentaglio la partecipazione dei granata nel torneo continentale. In effetti i due ultimi incontri vedono il Toro impegnato domenica prossima ad Empoli, squadra che lotta ancora per non retrocedere e che nell’ultimo turno di campionato è andata a vincere per 2 – 1 in casa della Sampdoria, mentre l’ultima di campionato prevedelo scontro al “Grande Torino” tra granata e laziali. Il Milan e la Roma, che sono avanti di due punti rispetto al Toro, hanno un calendario più facile dei granata (Frosinone in casa e Spal a Ferrara per il Milan;  Sassuolo in casa e Parma in trasferta per la Roma), ma il Torino non dovrà dare nulla per scontato. Intanto, i 60 punti sinora conquistati rappresentano il record della squadra granata nell’era dei tre punti e il miglior risultato dell’era Cairo. Occorre guardare in alto, senza precludere nessun obiettivo; il Toro deve tornare a far parte dell’elite del calcio.

Franco Venchi

 

 

2 Commenti

  1. Se paghi per la prima squadra soltanto, come dice il bilancio, 54 ml, tutti gli obiettivi si possono tagliare, eccetto lo scudetto. Quindi il merito di questa crescita esponenziale maturata in soli  2 anni è da attribuire alla società, coraggiosa e ambiziosa.

     

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui