Si complica il riscatto di Niang: il Rennes lo reputa troppo caro

«Voglio restare in Francia». Il messaggio al Toro è di M’Baye Niang, prezioso esubero della scorsa stagione – considerato quanto i granata l’avevano pagato al Milan dodici mesi prima: 14 milioni – che non ha rimpianti dell’Italia, dove si è affinato calcisticamente, e tantomeno del club di Urbano Cairo, che due stagioni fa aveva puntato ciecamente su di lui per volere dell’allenatore di allora Mihajlovic, scartando quel Duvan Zapata che quest’anno ha fatto le fortune dell’Atalanta.

«Sto parlando con il Rennes per essere confermato», le parole dell’attaccante reduce dal positivo campionato in Ligue 1 in cui è tornato a sentirsi un calciatore importante grazie anche a 11 gol in 29 partite. Il problema è che i francesi non hanno intenzione di pagare il riscatto di 15 milioni fissato lo scorso agosto al momento dell’accordo con il Toro. Chiedono lo sconto, facendo leva sul fatto che ormai Niang e i granata hanno preso due strade diverse. Che però a luglio, in occasione dell’inizio della nuova stagione, rischiano di incrociarsi di nuovo se non si risolverà prima la situazione.

(fonte lastampa.it)

ABOUT THE AUTHOR: La Redazione

La Redazione di CuoreToro.it
  • topotoschi45 29 Maggio 2019 at 9:02

    ma non mi dite,non ci credo..ma come mai??!!

  • Pietro 29 Maggio 2019 at 10:49

    Operazione derivata da logiche relazionali pertinenti esclusivamente alla proprietà. Si chiuderà con una sanguinosa minusvalenza come scrissi (Non qui) il giorno stesso in cui venne ufficializzata. Certamente Urbi sperava in qualcosa di diverso, ma non essendo stupido questo epilogo lo aveva già messo in conto.
    Vedremo quale sarà la perdita finale.per la società.

  • DenisLaw 29 Maggio 2019 at 11:52

    Noi lo abbiamo pagato 15 milioni giusto? e allora ci diano questi 15 milioni e la facciamo finita. Se sono troppi lo sapevano anche prima. Anche Ola Aina sapevamo che costava 10 e lo paghiamo 10 per riscattarlo. Ora questa manfrina non serve a nessuno ne a noi nè al Rennes, nè al giocatore che non vuole tornare qui. Quindi paghino questi 15 mln e la facciamo finita.

  • KAMILLO 29 Maggio 2019 at 12:01

    Pietro può anche essere che ci sia una minusvalenza, ma chi è che ti da questa certezza ” Si chiuderà con una sanguinosa minusvalenza”, sei il braccio destro di raiola? io penso semplicemente che il rennes tira un pò la corda per risparmiare qualcosa, come fanno tutti. Tu già il giorno dell’ufficializzazione sapevi della minusvalenza….ma neanche il mago otelma lo poteva prevedere.

  • mauro.re 29 Maggio 2019 at 12:28

    Redazione va bene voler distogliere colpe alla società e buttarle su chi non ce più e un gioco facile
    Mi riferisco al Fake propinato che Zapata fu scartato da Sinisa in favore di Niang , quando SAPETE bene che il colpo e stato il ripego dell ultima ora …il colombiano era la prima scelta di MIHA insieme a Simeone e come RIPORTATO nello storico di questo sito la società disse che non erano alla nostra portata (Zapata e Simeone 25 ml ) e può pur essere vero ma da questo z voler raccontare valle ce ne passa sulle colpe …….
    E lo scrivo non a difesa di Sinisa che oramai è il passato ma perché trovo disarmante questa bieca difesa societaria
    Un Po di coerenza e meno ipocrisia non guasterebbe ……..

  • Pietro 29 Maggio 2019 at 12:59

    Kamillo cerchiamo di essere seri per una volta.
    I giocatori sono persone con determinate caratteristiche prima che professionisti. Le caratteristiche della personalità di Niang non si sposano con il professionismo a meno di congiunzioni astrali particolarmente favorevoli tipo campionato più facile, ruolo in campo, ambiente esterno ecc. Ecc. Niang ha fallito ovunque. Il Milan era disperato. Qui avrebbe dovuto sacrificarsi con gli altri compagni di reparto per dare anche una mano dietro. Che Niang fallisse era scritto. Se ci vuoi provare ok, ma allora te lo fai dare con diritto e poi se ti va bene, fai quello che fa ora il Rennes cioè tratti. Tratti per arrivare a prenderlo per quello che vale…piuttosto poco, considerato che la testa di Niang seguirà Niang fino a che starà su questo mondo.

  • KAMILLO 29 Maggio 2019 at 13:43

    Se parli seriamente allora ok.

  • Toro71( IL MUSEO AL FILA!) 29 Maggio 2019 at 13:46

    Concordo con Mauro, Sinisa voleva Zapata o Simeone, non Niang.

  • Marco Corti 29 Maggio 2019 at 15:22

    Trovatemi una dichiarazione di Sinisa in cui dice: “Niang non lo volevo, me lo hanno affibbiato a forza” e vi do ragione. Altrimenti è l’ennesima leggenda inventata su misura.

    Nel frattempo io invece ho trovato una dichiarazione del Franco-senegalese, dopo Torino- Bologna 3 a 0 dell’anno scorso, post-esonero di Sinisa:

    “Lo ringrazio perché ha creduto molto in me, abbiamo un rapporto speciale e in parte è anche colpa mia se non è più il nostro allenatore. Mi aveva scelto per aiutarlo a raggiungere dei risultati e non ci sono riuscito: me ne assumo la responsabilità”.

    https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Torino/06-01-2018/torino-niang-mihajlovic-esonerato-anche-colpa-mie-prestazioni-240720582642.shtml

  • mauro.re 29 Maggio 2019 at 16:00

    Anche WM spese ottime parole su Niang , entrambi se lo sono ritrovato in rosa che dovevano fare ?
    Sinisa al Milan lo lascio partire a gennaio a dimostrazione di quanto fosse indispensabile ………….

  • Marco Corti 29 Maggio 2019 at 16:19

    Si, ma forse non hai letto, te lo riscrivo: ” MI AVEVA SCELTO  per aiutarlo a raggiungere dei risultati…”

    Dopo un altro Torino-Bologna, quello infelice di quest’anno, Niang si è prodigato di elogi su Instagram verso Mihailovic, sempre per via di quel rapporto speciale di cui sopra.

  • mauro.re 29 Maggio 2019 at 16:41

    Allora Corti sfumati Zapata e Simeone e vero Sinisa lo convinse a venire al Toro piuttosto che andare a Mosca ……..ma dall accettare una terza scelta a 2 giorni fine mercato al dire FORTEMENTE voluto ……ci passa il mare ed è falso
    Così ti ei chiaro ??

  • mauro.re 29 Maggio 2019 at 16:45

    Anche WM lo volle al Watfor ma negli anni successivi non si e mai opposto alle sue cessioni , ne la ne qui , ci sarà un motivo ……….

  • Pietro 29 Maggio 2019 at 16:54

    Si é verosimile. Niang era sdraiato su un divano a Milano tenendo in mano un certificato medico, ed ecco che arriva la telefonata di Sinisa. Alzati mettiti gli scarpini e vieni a Torino a farmi raggiungere i risultati. Smettila di fare balconing, di schiantarti in macchina e vieni qui da noi. Cairo (quello che l’anno prima mi voleva far giocare con Ajeti e pontus) quest’anno ha deciso di puntare 15 m su di te per farmi contento. Dai che tanto facciamo fare a Belotti il Gattuso , cosi che tu Adem e Iago possiate divertirvi. Tanto dietro c’è anche Baselli a fare filtro.
    Deve essere andata così del resto era un asino, come ha dimostrato quest’anno a Bologna.

  • Marco Corti 29 Maggio 2019 at 17:05

    Allora, diciamo che ti do per buono il fatto che prima volesse Zapata o Simeone, anche se Sinisa voleva uno che giocasse sulla fascia, perché un centrale titolare, il Gallo, già ce l’aveva….e nell’attacco a tre, Zapata o Simeone, ai costi che sai, venivano a far la riserva… Poi? Non mi tirare ancora in ballo Mazzarri, perché è venuto 6 mesi dopo. Quello che l’ha convinto a venire al Toro, per tua stessa ammissione si chiama Sinisa Mihailovic,

    Quindi? Era l’unico rimasto? Solo colpa di Petrachi? Lo vedi che poco alla volta, con l’uso delle pinze lo ammettete pure voi?

  • hamlet 29 Maggio 2019 at 17:19

    @Redazione

    Leggo diverse inesattezze nel post e per correttezza di informazione vorrei raccontare come sono andate le cose nel caso Niang. Niang fu acquistato per precisa richiesta di Mihajlovic che lo riteneva il giocatore giusto per giocare a sinistra nel suo modulo 4-2-3-1. Lo stesso Niang dichiaro´a piu´riprese di preferire di giocare come punta a sinistra. Mihajlovic non scarto´mai Zapata, ma lo riteneva il giocatore adatto a sostituire Belotti. Cairo aveva bloccato Zapata per 20 milioni e lo avrebbe preso solo nel caso in cui Belotti fosse stato ceduto, come poteva accadere all´epoca. Tramontata la cessione di Belotti, Zapata fu venduto all´Atalanta. Mihajlovic a fine mercato dichiaro´che era soddisfatto del mercato e puntava al sesto posto. Se questo non sarebbe stato raggiunto sarebbe stata solo colpa sua. Incredibile inoltre sui commenti, che ci sia gente che continua a raccontare storie sull´accaduto semplicemente per attaccare senza motivo la societa´o per difendere un tecnico che ha fallito solo grazie alla propria incompetenza. FVCG.

  • Marco Corti 29 Maggio 2019 at 17:48

    Grazie Hamlet, sottoscrivo in toto.

  • hamlet 29 Maggio 2019 at 18:53

    Solo dovere Corti.

  • PupiGol57#CairoVattene 29 Maggio 2019 at 20:32

    o siamo mosche che s’intrufolano nelle sale riunioni ascoltando per filo e per segno ogni discorso nel minimo dettaglio, o crediamo, a seconda di come ci fa comodo, tutte le testate giornalistiche.

Lascia un commento