Orgogliosi della nostra Primavera!

1
55

Sharing is caring!

Si è conclusa ieri la stagione della squadra di mister Coppitelli con la semifinale contro l’Atalanta, finita 4-3 per i bergamaschi.
Una partita pazzesca e ricca di emozioni. Un Toro che gioca un primo tempo non bene, forse per un po’ di timore, ma che viene fuori nel secondo tempo.
L’ Atalanta passa in vantaggio al 14’ del primo tempo con Singo che perde un pallone fatale e i neroazzurri ne approfittano passando in vantaggio con Cambiaghi.
Al 20’ del secondo tempo Belkheir raddrizza la partita, il Toro comincia ad accendersi ma, poco dopo, l’Atalanta trova il 2-1 con goal di Kulusevski. Il Toro non molla e al 50’ agguanta il 2-2 , con un colpo di testa da calcio d’angolo di Singo che si regala e regala ai suoi compagni i supplementari.
Nel primo tempo supplementare il risultato non cambia, mentre a inizio del secondo tempo arriva un “non-goal” di Belkheir per pochi centimetri. Poi due goal di Colley spengono le speranze del Toro che però riesce ancora a segnare con Millico.
In sintesi ci siamo emozionati e abbiamo visto il cuore Toro, cosa possiamo rimproverare a questi ragazzi? Anche quest’anno ci hanno regalato una stagione fantastica con la conquista della Supercoppa Primavera, arrivando in semifinale in campionato e in finale di Coppa Italia.
Questo a ribadire il lavoro eccellente che il Toro sta facendo per il settore giovanile.
Grande merito va ancora una volta a Massimo Bava, dal 2012 alla guida delle giovanili granata.
Giovanili granata che registrano numeri pazzeschi, vincono e sfornano ottime speranze (la Beretti pochi giorni fa si è laureata campione d’Italia). Giocatori di proprietà che vengono mandati a giocare e a farsi le ossa in serie B o C. Tutti calciatori che vanno in ottime squadre e in società che gli garantiscono di giocare, per poi tornare “a casa”.
Quindi grazie alla nostra Primavera per questa fantastica stagione! Siamo orgogliosi di voi. Intanto il nostro settore giovanile continuerà a crescere e ricordiamo che entro il 2020 avrà la sua casa. Il Fila e il Robaldo diventeranno due gioielli per la società del presidente Cairo. Allora non possiamo che essere ottimisti, perché il futuro delle giovanili granata sarà ancora radioso.
Giovanni Goria

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui