Mazzarri ha deciso: raduno anticipato al 4 luglio. Aspettando le sentenze

Walter Mazzarri ha deciso: non vuole più aspettare, c’è una stagione sportiva da preparare. L’attesa sulla sentenza che deve arrivare ma che continua a tardare sta irritando non poco anche lui, che ha bisogno di programmare l’estate granata. Perché cambierebbe non poco iniziare a fare sul serio il 25 luglio, giorno del primo turno preliminare che Belotti e compagni dovrebbero eventualmente scendere in campo, oppure il 24 agosto, esattamente un mese dopo. Almeno per quest’anno, infatti, si sono evitate le partite ferragostiane di coppa Italia, e il Toro sarà testa di serie nella competizione nazionale. Il tecnico di San Vincenzo, nel frattempo, si è portato avanti con il lavoro.

Raduno anticipato – Da quanto trapela dalle parti di via Arcivescovado, infatti, Mazzarri ha convocato i suoi ragazzi al Filadelfia. C’è una data: è giovedì 4 luglio, una settimana prima rispetto al previsto. I granata, infatti, avevano in programma i primi allenamenti a partire dall’11 luglio, per poi salire in Valtellina dal 13 al 27 dello stesso mese. Ora, almeno i piani di partenza, sono cambiati. Il tecnico vuole tutti in campo prima, perché in caso di Europa bisogna farsi trovare pronti. “Sarei disposto a tagliarmi qualche giorno di ferie, vorrebbe dire che l’anno prossimo giocheremmo le coppe” diceva capitan Belotti prima di partire per la Sicilia con la sua dolce metà, Giorgia Duro. E, per il momento, è stato in parte accontentato: vacanze più brevi, seppur con l’incognita Europa che ancora non ha trovato una soluzione.

Programma da definire – Anche lo stesso tecnico, però, è consapevole che la situazione possa cambiare da un momento all’altro. Dalla Svizzera non possono continuare in eterno a non decidere, dunque vicino alla data del raduno ha comunque voluto mantenere una sorta di asterisco. I programmi sono questi, ritrovo al Filadelfia il 4 luglio per i test fisici e atletici, sempre che i tribunali non decidano prima. Anche il ritiro di Bormio, dunque, aspetta di essere definito nei minimi dettagli: dalla Valtellina si sono dimostrati più che disponibili, l’alternativa al periodo 13-27 (quello attualmente fissato) è rappresentata dal 6-20. L’estate granata inizia pian piano a prendere forma: ci si vede il 4 luglio. Europa permettendo. (tuttomercatoweb.com)

ABOUT THE AUTHOR: La Redazione

La Redazione di CuoreToro.it
  • KAMILLO 25 Giugno 2019 at 10:08

    Secondo me sanno qualcosa, in positivo, riguardo la sentenza UEFA

  • DenisLaw 25 Giugno 2019 at 10:46

    Non è detto. L’anno scorso la stessa cosa la fece la Fiorentina. Pioli decise di anticipare il ritiro. come è finita la fiorentina lo sappiamo tutti. Cornuta e mazziata. Gli ultimi due mesi non stavano più nemmeno in piedi. Secondo me è sbagliato. Se ci fottono come hanno fatto a loro, rischiamo di arrivare a marzo senza benzina. Tutto dipende da come viene impostata la preparazione già adesso

  • biziog 25 Giugno 2019 at 14:12

    secondo me l’Europa possiamo scordarcela, in ogni caso secondo me è positivo iniziare prima, così entreremo in forma prima degli altri, e ricordiamo che la Fiorentina ha tirato i remi in barca perché ha cambiato allenatore con la squadra che era con Pioli (con ancora il ritorno di coppa da giocare…) ed era nell’aria il cambio societario e in questo calcio di mercenari si sa cosa succede in questi casi…

    poi se iniziamo prima vuol dire che cercheremo di fare un mercato di anticipo e anche questo è un dato molto positivo, così evitiamo arrivi in corner stile Zaza e Soriano come lo scorso anno…

  • Marco 25 Giugno 2019 at 14:25

    A me sembra tutto una gran buffonata sia la sentenza Uefa che il ritiro anticipato..

    Ad aprile questi non stanno più in piedi

  • Marco Corti 25 Giugno 2019 at 15:05

    E se poi ci ritroviamo a fare i preliminari ancora con il cocktail in mano? Mi sembra assolutamente logico prevedere l’eventualità di un ripescaggio e non farsi cogliere impreparati come polli.

    L’Atalanta l’anno scorso a Luglio stava già in campo, è uscita pure subito dall’EL, ma questo è un altro discorso. Hanno corso come indemoniati fino all’ultimo (esclusa la finale di coppa Italia).

  • dalla mutta 25 Giugno 2019 at 15:13

    anche me sembra giusto, non possono salvare il Milan, poi comunque vada…fare lavorare in piu’ dei milionari non so perche’ ma mi fa’ gioire

  • biziog 25 Giugno 2019 at 15:46

    bravo Dalla, non dimentichiamo mai che per loro tornare a lavorare vuol dire giocare a pallone, pagati profumatamente, quindi…

    poi è vero quanto dice Corti, l’Atalanta ha fatto i preliminari (con raduno anticipato) e alla fine era una delle squadre che aveva più birra…

    poi non dimentichiamo che la preparazione serve ad entrare in forma, poi il prosieguo per 9 mesi dipende da come ti alleni giornalmente… e quindi arrivare in forma prima può essere un vantaggio

    e al di là della pagliacciata UEFA è doveroso da parte della società non farsi trovare impreparati…

Lascia un commento