Ansaldi: “Portiamo a termine il compito”

2
139

Sharing is caring!

Il difensore granata, Cristian Ansaldi, ha commentato così il match di ritorno del secondo turno preliminare della UEFA Europa League contro il Debrecen: “È inutile negarlo, all’andata abbiamo fatto molto bene, ma questo non deve cambiare niente. Dobbiamo infatti pensare di portare il compito a termine, facendo finta di essere ancora 0-0.

Loro probabilmente spingeranno molto, specie visto che giocheremo davanti al loro pubblico. Mi aspetto molte ripartenze pericolose, visto che quello è il loro punto di forza. Dovremo stare attenti a non perdere l’equilibrio”. (torinofc.it)

2 Commenti

  1. Innanzi tutto noto con piacere che il numero dei nuovi forumisti è aumentato, molto bene, più siamo e meglio è…. Poi in merito alle dichiarazioni di Ansaldi e Mazzarri c’è da dire che molto di quello detto (soprattutto da Walter…) sa tanto di “dovuto”, di “ufficio-stampa”, però c’è anche molta verità, sparsa un po’ qua ed un po’ là… Giustamente Ansaldi ha posto l’accento sulla condizione fisica, sua è vero ma ciò che ha detto vale a 360°: se stai bene allora giochi bene e la fatica la senti meno, giochi più tranquillo, meno preoccupato di farti male… Poi c’è l’aspetto psicologico/mentale, quello che viene chiamata comunemente “approccio alla partita”: sono convinto, MOLTO convinto che sia stato un aspetto sul quale Mazzarri ha lavorato parecchio da quando è arrivato ed i risultati alla distanza si sono visti (girone di ritorno scorso campionato..), approcciare bene una partita significa stare sul pezzo, concentrati, non mollare e non credere di avere già vinto perché sei più forte (anche se è vero che sei più forte..)…Il gruppo conta, il FARE gruppo conta, conta a livello di squadra perché una squadra insieme vince ed insieme perde e se molti anzi TUTTI si sono presentati in tempo per il ritiro a Bormio vuol dire tanto, vuol dire che SONO UNA SQUADRA…
    Ed a questo mi voglio collegare per il discorso mercato: Mazzarri ha sempre detto che vuole una Rosa “snella”, che non gli servono 25/28 elementi in totale per poi “gestire” sempre i soliti 18/20 soprattutto nel momento in cui quei 18/20 SONO UN GRUPPO, SONO UNA SQUADRA…E questo spazza il campo da 2 fattori: il primo è il fattore Nainggolan= un giocatore così Mazzarri non lo vuole, per lo stesso motivo per cui non vorrebbe uno come Balotelli (e forse fu anche il motivo per cui Ljajic non si fermò): bravi, e molto, col pallone ma NON uomini/squadra, uomini/spogliatoio (piuttosto spacca/spogliatoio), giocatori che non hanno continuità e che quando questo capita mettono in difficoltà tutta la squadra…Ed è invece il motivo per cui probabilmente sta spingendo per il Simone Verdi della situazione, giocatore certamente NON a livelli eccelsi ma OTTIMO per “la squadra” in cui Mazzarri ha in mente di trasformare il Toro…Giocatori che si sacrificano (Belotti ad es…), che danno anche “troppo” (l’ultimo Zaza ad es…), che sono disposti a farsi da parte o ad essere sostituiti SENZA sollevare questioni/polveroni chiassosi, insomma dei degni compagni di Moretti!
    Infine domani giocheremo una partita che servirà solo a metterci ancora più in condizione, si giocherà con gli stessi dell’andata al netto di Iago (infortunato) ma con diverse alternative altrettanto valide… Insomma, prima ci si lamentava che non c’erano mai dei giovani in prima squadra e si guardava con ammirazione all’Ajax, adesso che li abbiamo ci si lamenta perché ci sono: una via di mezzo, no?
    FV❤G!! SEMPRE!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui