Mazzarri: “bene ma dobbiamo crescere “

5
194

Sharing is caring!

Al termine della vittoria contro il Debrecen, il tecnico Walter Mazzarri ha commentato così il passaggio del turno: “Abbiamo giocato bene nel primo tempo, chiudendo in vantaggio di due gol. Nel secondo, invece, ci siamo persi e siamo calati, perdendo il pallino del gioco. È una partita che ci deve far riflettere: in trasferta, in uno stadio caldo come questo, la squadra deve essere sempre la stessa per novanta minuti. Oggi invece nella ripresa a tratti eravamo in balia dell’avversario, allungandoci troppo. Dobbiamo ancora crescere sotto questo punto di vista, per questo non posso essere pienamente concentrato. Siamo a inizio anno e bisogna lavorare sulle prestazioni più che sui risultati”.

Su Baselli: “Ha sentito un fastidio, quindi per precauzione l’ho fatto uscire per evitare peggioramenti. Allora ho fatto entrare Rincon, che aveva bisogno di giocare per aumentare il minutaggio nelle gambe”. (torinofc.it)

5 Commenti

  1. Come volevasi dimostrare, temere questa partita era da sciocchi, e le parole di “cautela” di Mazzarri erano propedeutiche allo scendere in campo concentrati, cosa che è avvenuta e che ha portato la gara su binari completamente in discesa! Nel 2° tempo è avvenuto poi quello che il Mister temeva, cioè il famigerato “calo d’attenzione”: Sirigu, mai impegnato all’andata, s’è prodotto in un paio di parate salva-risultato (che portiere!! Ma come ha fatto il PSG a mandarlo via!!! Buon per noi…) e nulla ha potuto sul (bel) gol di Garba (N’Koulou non proprio perfetto in quella circostanza, e non solo in quella..)… In effetti se non avessimo queste partite di pre-qualificazione avremmo giocato delle amichevoli, quindi diciamo che a livello di “partite” il conto comunque torna, quello che cambia è che in palio c’è ben più che degli eventuali elogi, e per fortuna! Per fortuna perché così si alza l’HYPE, elevata l’importanza elevata DEVE essere l’attenzione con cui si preparano le partite e si scende in campo, al di là della”tostaggine” dell’avversario…
    Fra una settimana ci sarà la seminifinale d’andata con il Soligorsk (Bielorussia), altro avversario “simile” al Debrecen come difficoltà ma GUAI a credere che si sia già vinto: Mazzarri infatti dopo “la carota” degli elogi e dei complimenti per la vittoria di oggi ha subito usato “il bastone” per evidenziare quello che “come squadra” non è andato bene…
    Fra una settimana si giocherà l’andata a Torino, vorrei vedere un copia-incolla della partita d’andata col Debrecen!
    Ultima nota: oggi il Toro ha segnato 4, 4 gol con 4 giocatori diversi e TUTTI Italiani! Mancini l’avrà vista?

  2. Condivido il commento di Mazzarri. nella ripresa ci siamo allungati troppo e abbiamo concesso spazi agli avversari. Poi e´chiaro che il risultato era gia´ampiamente conquistato. Ora tocca a Cairo. E´da aprile che Mazzarri ha fatto sapere che questa squadra per migliorarsi ha bisogno di un trequartista, un centrocampista ed un esterno sinistro. Vediamo se riusciamo a fare le cose fatte bene almeno per una volta. Considerato che lottiamo su tre fronti e gli avversari migliori in Europa league sembrano alla nostra portata. Avremo il diritto di girare un po´per l´Europa e sognare di nuovo? Tanto piu´che abbiamo una squadra solida che puo´solo migliorare. Cairo se perdi anche questa occasione….Vabbe´mi fermo qui. FVCG.

  3. Giusto. L’entrata in campo nel secondo tempo non mi è molto piaciuta. Sembrava di vedere la squadra molle e deconcentrata come ad Empoli. Bene fa Mazzarri a tenerli sul pezzo, in vista anche del campionato. Con questi cali si rischia di perdere le partite specialmente con le piccole squadre, come già accaduto in passato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui