Tuttomercatoweb: Millico, cambio di orizzonte: si apre al prestito in Serie B

18
309

Sharing is caring!

Cambia l’orizzonte attorno a Vincenzo Millico, stellina del Torino di Walter Mazzarri. Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, la società del presidente Urbano Cairo dopo aver inizialmente scelto di trattenere l’attaccante classe 2000 (il più giovane italiano di sempre a segnare nelle coppe europee) in prima squadra, nelle ultime ore avrebbe, invece, deciso mandarlo a farsi le ossa in Serie B. Un cambio di prospettiva che potrebbe e dovrebbe trovare una soluzione già entro questa settimana, dunque prima del via del campionato cadetto.

(fonte tuttomercatoweb.com)

18 Commenti

  1. Allora arriva sicuro Verdi. Con Zaza e Falque a destra e Verdi e Berenguer a sinistra non vedrebbe mai il campo. Meglio una squadra di B che gli garantirebbe una buona crescita. Poi il resto si vedra´.

  2. Le altre squadre quando hanno i giocatori in Primavera appena possono li provano e li mettono in campo vedi Fiorentina ieri sera. Gli ingressi di Vlahovic e Montiel hanno letteralmente spaccato la partita. Noi li mandiamo tutti via e molti che magari avrebbero avuto le potenzialità si sono persi. Visto che si continua a dire che non ci sono soldi in cassa perché non si vende nessuno, si venda Berenguer o Iago Falque e si tenga Millico. Invece no, non sia mai. Non possono giocare i ragazzi della primavera sono tutti acerbi. Cutrone era acerbo? Tutti quelli che Gasperini ha messo in campo con l’Atalanta erano tutti acerbi? Quelli della Fiorentina sono stabilmente in prima squadra sono acerbi. Persino i gobbi hanno fatto esordire i giocatori della primavera lo scorso anno e qualcuno vedi Kean è finito pure in nazionale e ha fatto ricavare una super plusvalenza. Noi no. Perché? Anche questo è un mistero incomprensibile.

  3. Giusto Dennis , anche perché le squadre minori o gli garantisci un sostanzioso premio valorizzazione oppure raramente te lo fanno giocare……e concordo…solo da Noi sono acerbi fino a 25anni……BAH

  4. Poi a 25 anni, quando non sono più acerbi sono scarichi. Lo scorso anno ti faccio un esempio, Edera fino a che non è partito non ha mai visto il campo. E con il campionato che ha fatto Iago poteva benissimo avere delle chance in più. Dopo l’esplosione dell’anno prima in cui aveva avuto le possibilità di giocare di più la scorsa estate volevano costringerlo ad andare in prestito al Frosinone o al Parma. Lui rifiuto’ e non vide più il campo e se un giocatore non gioca in quelle pochissime volte che lo metti non ha le stesse motivazioni che aveva prima. Così gli anni migliori dove uno può mostrare entusiasmo passano e questi arrivano a 25 anni che non sono né carne né pesce e non sfondano come avrebbero potuto. Questo succede con molti dei nostri calciatori. Non succede ad esempio con i Chiesa, i Barella i Kean oppure i Cutrone, o i tanti giovani che Gasperini ha lanciato nell’Atalanta in questi anni. Perché? Perché hanno avuto fiducia e sono stati impiegati almeno continuamente. Da noi succede il contrario e questi sono i risultati. Alla fine chi vuole risparmiare deve spendere di più per comprare i calciatori altrui quando potrebbe invece averli in casa e non lo sa o non se ne rende conto. Alla fine insomma chi vuole risparmiare va a finire che spende di più

  5. Come diceva Denis, basta vedere la Viola, Vlahovic è forte e noi lo sappiamo bene, Montiel gli ha fatto 2 passaggi filtranti che io in prima Squadra negli ultimi 20 anni ho visto fare solo ad Adem. E sono 2 classe 2000. Ma noi invece di comprare continuiamo a sfoltire, bravi…

  6. Per me, al solito, avete colto l’ennesima notizia tutta da verificare, per sciorinare l’ennesimo piagnisteo senza senso. Millico, e pure Bonifazi hanno appena aggiunto il loro nome tra i marcatori di una competizione europea ufficiale, cosa che Vlahovic e Montiel al momento ancora si sognano. Oltre a loro in serie A hanno esordito anche altri primavera, tra cui Barreca, Edera e Parigini. Ora in caso di eventuali problemi di sovrabbondanza in attacco, leggo che piuttosto che mandare il diciottenne Millico a giocare un anno con continuità, sia meglio cedere Falque e Berenguer. Follia pura. Per fortuna non siete voi a prendere le decisioni, sennò altro che preliminari di EL. Ci si ritrovava con Longo allenatore, Zaccagno in porta e ben altra classifica.

  7. Corti , i 3 che hai nominato sono tutti stati lanciati da Sinisa , allenatore che non ha alcun problema a far giocare giovani , e penso che la storia parli da se……….Donnarumma, Calabria , Romagnoli ecc ecc.……
    il fatto che raramente i giovani prestati le società minori te li fanno giocare con continuità se non gli prospetti qualcosa……chi valorizzerebbe un TUO giocatore invece che valorizzare un loro ragazzo anche se vale la metà? non ha senso…..parlare di “abbondanza” se ti aspetti di giocare 3 competizioni è esilerante oltre che fantasioso…!!!!
    hai fatto 2 esempi di ragazzi della Viola…..che certo ancora sono ai primi passi , ma loro li lanciano senza problemi……( Bernadeschi e Chiesa) sono solo 2 esempi…..e non parliamo della Dea…..!!!!!!

  8. anzi trovo sia un paradosso avere una primavera oramai da anni ai vertici del loro campionato ma nessun giocatore che passi in pianta stabile in campo…….!!!qualcosa non torna..!!!

  9. Parigini con Sinisa il campo non l’ha mai visto, il signore che l’ha fatto giocare in A con la maglia del Toro si chiama Walter Mazzarri, idem per Millico. Barreca ha giocato come unica alternativa solo dopo che si è infortunato Molinaro, e quando questi si è ripreso dal lungo infortunio, Barreca è tornato in panchina.
    Detto questo, io Millico lo terrei, ma se davanti hai Belotti, Zaza, Falque, Verdi, Berenguer, e forse anche gli stessi Edera e Parigini, è probabile che in una squadra di B giocherebbe molto di più, e per me lo farebbe con continuità, perché il ragazzo è forte.

  10. Dimenticavo, Edera l’anno scorso ha giocato 3 partite al Toro con Mazzarri, e addirittura 4 con Sinisa a Bologna. Considerato, come già detto, che Sinisa a Parigini non l’ha mai fatto giocare, l’allenatore che non ha problemi a lanciare giovani, al Toro ne ha fatti giocare 2, un po’ pochini per insistere nei luoghi comuni.

  11. Certo per fortuna non siamo noi a prendere le decisioni. C’è qualcuno che le sta prendendo ( o non prendendo per nulla???) Come siamo fortunati!!. Giusto per intenderci. Il mercato è aperto da due mesi che decisioni sono state prese fino ad ora?? Il nulla

  12. È inutile dire anche oggi nulla, il mercato è aperto da due mesi ecc, visto che ormai anche i sassi hanno capito la strategia di quest’anno ovvero” prima si passa poi si vedrà “, che siate d’accordo o meno sarà così. Per quanto mi riguarda ci sta non fare il “ grande acquisto” subito, e aspettare la garanzia di essere in Europa ( anche solo per una questione di appeal e vista l’abbondanza la davanti), ma il terzino andava preso assolutamente e qui hanno toppato.
    Su Millico boh, sono in tanti la davanti, ho visto che c’è la tendenza ad idolatrare chiunque esca dalla primavera, ricordo i pianti quando parti barreca, o i tempi in cui tutti volevano Butic in campo, prima ancora c’era Berardi…. secondo me già il fatto che Mazzarri lo abbia fatto esordire in coppa è un ottimo segnale, se accetta di essere “ l’ultima ruota del carro” ( detto così forse è un po’ brutto) può restare, altrimenti un esperienza in B male non gli fa, certo non va mandato in una “ big” della b ma in una dalla metà classifica in giù.

  13. La strategia è: NO VENDITE, NO SOLDI = NO MERCATO. Questa è la realtà. Poi può capitare l’occasione da qui ad andare al 2 settembre ed è giusto che la si sfrutti. Se per es. l’occasione fosse quanto scritto qui stamattina, Vazquez del Siviglia in prestito, perchè no? Secondo me Vazquez vale 5 Verdi.

  14. Io lo manderei a giocare, se è buono diventa titolare è una stagione in B da protagonista sarebbe più produttiva per lui di pochi scampoli in A.
    Certo che se va in B a stare seduto magari non pronto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui